Please download to get full document.

View again

of 11
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

11 settembre modulo straordinario:

Category:

Health & Fitness

Publish on:

Views: 17 | Pages: 11

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
modulo straordinario: 11 settembre 2001 di Marina Favero Questo modulo straordinario è stato realizzato nelle classi 3a, 4a e 5a Bs dell Istituto Tecnico per il Turismo G. Mazzotti di Treviso dopo i fatti
Transcript
modulo straordinario: 11 settembre 2001 di Marina Favero Questo modulo straordinario è stato realizzato nelle classi 3a, 4a e 5a Bs dell Istituto Tecnico per il Turismo G. Mazzotti di Treviso dopo i fatti dell 11 settembre La Prof.ssa Favero ha utilizzato come sempre l impianto modulare per far lavorare i ragazzi su un fatto totalmente inaspettato. Una premessa importante Martedì 11 settembre 2001 il mondo, il peggio del mondo è entrato nelle nostre case, nelle nostre aule e non avremmo potuto né voluto tenerlo fuori. I nostri studenti avevano bisogno di comprendere, in qualche modo, cosa era successo e perché. Siamo così partiti con gli strumenti di sempre e con i presupposti di sempre: il caos, l ignoto li si affrontano cercando di capire. Questa è la cronaca di quanto abbiamo fatto in questi due mesi assolutamente speciali, ma nel contempo assolutamente normali - non una lezione è andata persa. Speciale è il contenuto del Modulo, nel senso di non previsto, ma normale la forma, perché strutturato secondo un sistema ormai acquisito dai nostri allievi. L impianto modulare L impianto modulare è quello dell Autonomia 1 che ha avuto il pregio di spostare il centro dell attenzione dai bisogni dell insegnante, di portare a termine il programma, a quelli degli studenti, di comprendere cosa stesse accadendo. Si sono quindi 21 dati agli studenti gli strumenti per raccogliere, selezionare, rielaborare, organizzare, sintetizzare e fare proprio il materiale trovato, utilizzando -con la tecnica del learning by doinginformazioni dalle fonti appropriate (giornali e riviste nazionali e straniere, libri, conferenze, internet, reportage, TV ecc.), in parte fornite dagli insegnanti e in parte acquisite dagli studenti stessi. I primi giorni abbiamo lavorato in classe impiegando le tecniche del brainstorming e del problem solving, raccogliendo nel frattempo il materiale e suddividendolo per gruppi che, autonomamente, si distribuivano il lavoro ricorrendo alle Wh question (chi, dove, quando, perché) e alle tematiche Islam, Corano, fondamentalismo e altro ancora. Gli studenti del 3, 4 e 5 anno hanno lavorato intensamente, dimostrando profondo impegno e motivazione, cogliendo l opportunità di poter almeno in parte esorcizzare le loro paure più profonde, codificando il fiume di notizie che li avrebbe altrimenti confusi. Modulo Straordinario Il Metodo Come già detto il metodo per gli studenti è consolidato. Il lavoro di analisi, selezione, rielaborazione del materiale viene fatto in parte a casa e rivisto in classe, riassemblato dai ragazzi per gruppi e nei gruppi. In questa attività, compito principale dell insegnante è monitorare e tutorare quello che gli studenti fanno, correggendo le bozze del loro lavoro dando eventuali suggerimenti. Il prodotto finale è un testo che gli studenti rielaborano poi in una griglia con i dati essenziali della loro esposizione, presentata su lucido e che serve per facilitare l esposizione del testo e la comprensione dello stesso da parte dei compagni. Questa attività viene di prassi videoregistrata con un duplice scopo: 1. L insegnante non interrompe l esposizione per correggere l allievo. È infatti dimostrato che, durante la fase espositiva, lo studente, concentrato su quanto dice, non è pronto a cogliere le eventuali correzioni che comunque inficerebbero il processo di comunicazione (ancor più impegnativo in L2). 2. L allievo è spesso in grado di autocorreggersi riascoltandosi. Di conseguenza la videocassetta viene fatta rivedere in un secondo tempo, in aula-video, e a ogni studente viene data la possibilità di correggere i propri errori e quelli dei compagni, di valutare e valutarsi, in base ai parametri dati dalla griglia 22 di valutazione fornitagli 2. Vengono inoltre invitati a notare gli elementi essenziali della comunicazione verbale, paraverbale e non verbale. Solo in questo momento l insegnante interviene, correggendo eventuali errori non evidenziati e, dopo aver raccolto i giudizi dati dagli studenti, esplicita e motiva il proprio. Va notato che, spesso, non emergono differenze di valutazione rilevanti tra allievi e insegnante, a dimostrazione del fatto che gli studenti possono valutare adeguatamente se in possesso degli strumenti idonei. Quanto detto fin ora è ciò che viene fatto regolarmente nella esplosione di un Modulo nelle nostre classi di Autonomia, e spesso -come in questo caso- simili modalità vengono utilizzate da insegnanti di materie diverse, realizzando così percorsi multidisciplinari e interdisciplinari che creano sinergie positive per gli studenti grazie a un ampliamento del campo di indagine e della relativa comprensione dei fatti 3. In questo caso, in particolare, nella classe 5B autonomia, il Modulo è diventato punto di partenza per l area di progetto, a seguito dell interesse degli studenti tesi a cogliere l opportunità di approfondire e analizzare l argomento sotto ogni profilo. Si è così realizzato appieno lo spirito dell Autonomia che intende -nella struttura modulare in generale e nell Area di Progetto in particolare- affrontare un argomento, una problematica, il più possibile legati ai bisogni degli studenti e della società in cui vivono, analizzati sotto ogni profilo, utilizzando la strategia del problem solving, bypassando quindi il concetto di materia o disciplina, per entrare in quello di Analisi comparabile e comparata del problema stesso. In questo contesto l insegnante non è più il depositario di un sapere unitario, ma più concretamente può fornire gli strumenti (siano essi logicomatematici, tecnici, di analisi storico-sociale o di altro tipo ancora), per decodificare una realtà sempre più complessa e difficilmente decifrabile. Quindi, al lavoro intrapreso dagli insegnanti di Italiano (lettura e analisi di giornali e testi e analisi della loro attendibilità, valutazione con saggio storico breve), Storia (percorso a ritroso nella storia: ruolo degli Stati Uniti nel contesto attuale, la questione Mediorientale, la fine del bipolarismo, con l intervento esterno di un esperto, il prof. R. Guolo -sociologo delle religioni- su Islam e fondamentalismo islamico e con la partecipazione di allievi a convegni su guerra e globalizzazione -organizzati dal Centro Studi Filosofici J.Maritain locale-) e Inglese (Islam e islamismo, il terrorismo, la questione mediorientale, temi affrontati con l uso delle 23 WH Questions ) sono subentrate le competenze dei docenti di: Religione (l Islam e le altre religioni monoteiste, paralleli e confronti), Tecnica e Legislazione Turistica (indagine sullo stato dei mercati, in particolare nel settore turistico, dopo l 11 settembre), Matematica (rielaborazione dei dati acquisiti in dati statistici), Arte Geografia e Territorio (collocazione planetaria e continentale; qualità antropiche e attività economiche ecc.), Tedesco (i fatti dell 11settembre e la Conferenza di Bonn), Spagnolo (lettura, analisi e sintesi di articoli da El Pais ), e infine Tecnologie Informatiche e telematiche (ricomposizione e lay-out dei testi per la preparazione di un sito web intitolato: Ground zero: un buco nella Storia che sarà disponibile sul sito della scuola a partire da Febbraio- Marzo TITOLO: 11 SEPTEMBER 2001 (LA LINGUA NELLE TIPOLOGIE TESTUALI) PARTE PRIMA ABILITÀ: COMPRENSIONE E PRODUZIONE ORALE, COMPRENSIONE E PRODUZIONE SCRITTA. TEMPO PREVISTO: ORE 15 PIÙ 2 ORE DI VERIFICA SOMMATIVA E 2 ORE DI RECUPERO/APPROFONDIMENTO. PREREQUISITI Si considerano prerequisiti in ingresso i descrittori individuati in uscita dai moduli precedenti, con particolare attenzione alla capacità di comprendere il significato globale di messaggi e conversazioni di carattere quotidiano e non (professionale, formale ecc.). Cogliere la situazione, il ruolo dell interlocutore e le informazioni principali in una conversazione informale e formale. Cogliere il senso e lo scopo di testi scritti di carattere quotidiano ricavando le informazioni attraverso tecniche di lettura intensiva ed estensiva. Inferire in un contesto noto il significato di vocaboli sconosciuti. Esprimere interessi, opinioni, stati d animo riuscendo a trasmettere il messaggio. Produrre efficaci testi di carattere personale (registro informale) e non (registro formale) anche se con alcuni lievi errori di lessico o di morfosintassi. 24 OBIETTIVI IN TERMINI DI COMPETENZE Al termine del modulo lo studente sarà in grado di: comprendere e collegare eventi storici e fatti di attualità; riconoscere la tipologia testuale all interno di un testo orale o scritto: news sulla CNN, interviste, reportage, commenti ad avvenimenti politici di rilevanza; comprendere il significato globale di testi orali di tipo descrittivo-informativo (video-notiziari, reportage) prestando attenzione al body language, al linguaggio paraverbale e non verbale, alla prossemica facendo riferimento alle conoscenze acquisite in Tecniche della Comunicazione; cogliere gli elementi essenziali sopracitati da un film riguardante argomenti già in parte noti; rispondere a domande di carattere referenziale e inferenziale su quanto visto al video, sia esso film, reportage, notiziario, commento politico ecc.; cogliere i fatti principali, collocarli in una griglia temporale; riportare i fatti oralmente; relazionare oralmente (registro formale), con l aiuto di una griglia preparata dallo studente, i fatti acquisiti tramite il video e le informazioni precedentemente raccolte (verifica sommativa). Saprà inoltre comprendere l 80% dei nuovi vocaboli e utilizzarne non meno del 70%. Articolazione del modulo UNITÀ DIDATTICA 1: IL TESTO INFORMATIVO E IL TESTO DESCRITTIVO - 11 SEPTEMBER DURATA: 7 ORE Funzioni: interpersonale. Ambiti: mondo delle relazioni interpersonali e internazionali. Nozioni: spazio, tempo (passato-presente). Abilità: comprensione orale e scritta. Registro formale (linguaggio giornalistico orale e scritto). Atti comunicativi: acquisire informazioni. Fonti: quotidiani e settimanali italiani e stranieri, enciclopedie e internet (già in lingua inglese); leggere in modo estensivo, mirando a comprendere e collegare eventi storici e fatti di attualità; cogliere i dati essenziali e collocarli in una griglia (fornita dall insegnante); comprendere globalmente un video notiziario, un reportage giornalistico prestando attenzione al body language e alle conoscenze già acquisite; cogliere i fatti principali e riportarli oralmente con l aiuto di una griglia; relazionare sinteticamente per iscritto. 25 UNITÀ DIDATTICA 1: IL TESTO ARGOMENTATIVO 11 SEPTEMBER DURATA: 8 ORE Funzioni: interpersonale. Ambiti: mondo delle relazioni interpersonali e internazionali. Nozioni: spazio, tempo (passato-presente). Abilità: comprensione scritta e orale e produzione orale. Atti comunicativi: riconoscere la tipologia testuale di: brani di libri di Storia, reportage, talk show, interviste a tema, interventi di esperti sull argomento di cui si tratta; individuare le caratteristiche strutturali del testo argomentativo; comprendere globalmente le informazioni contenute in testi orali e scritti di carattere argomentativo; completare messaggi orali e scritti di tipo argomentativo. Alla fine della prima unità è prevista una verifica formativa scritta e per la seconda una verifica formativa orale. Alla fine di ogni unità lo studente saprà riconoscere non meno del 80% dei nuovi vocaboli presentati, e utilizzarne almeno il 70%. DESCRITTORI Acquisisce informazioni da: quotidiani, settimanali, enciclopedie e internet (già in lingua inglese). Legge in modo estensivo, mirando a comprendere e collegare eventi storici e fatti di attualità. Coglie i dati essenziali e li colloca in una griglia. Comprende globalmente un video notiziario o un reportage prestando attenzione al body language e alle conoscenze già acquisite. Coglie i fatti principali e li riporta oralmente con l aiuto di una griglia. Relaziona sinteticamente per iscritto. Riconosce la tipologia testuale di: brani di libri di Storia, reportage, talk show, interviste a tema, interventi di esperti sull argomento di cui si tratta. Individua le caratteristiche strutturali del testo argomentativo. Comprende globalmente le informazioni contenute in testi orali e scritti di carattere argomentativo. Completa messaggi orali e scritti di tipo argomentativo. Riconosce non meno del 80% dei nuovi vocaboli presentati e ne utilizza almeno il 70%. Verifica sommativa per la certificazione delle competenze raggiunte a fine modulo: ore 2. Recupero/approfondimento: ore 2. 26 Griglia di valutazione dell abilità di writing (si veda nota 2). EVALUATION GRID (NOV. 2001) SKILL: WRITING CONTENT Ideas/information rich, complete 3 rich 2 adequate 1 limited or no personal elaboration 0 Organization of information clear, effective 2 - layout/pictures/text quite clear 1 (logical competence) confused 0 LANGUAGE Textual competence complex 2 simple 1 inadequate 0 Grammar accurate 2 some mistakes 1 big mistakes 0 Lexis rich, appropriate 2 correct 1 poor, limited 0 Spelling correct 1 mistakes 0 Style of promotion effective/ (slogan, use of nouns etc.) appropriate 1 missing/non appropriate 0 La somma del punteggio 1 costituisce la sufficienza. points marks n.c. 27 TITOLO: 11 SEPTEMBER 2001 (LA LINGUA NELLE TIPOLOGIE TESTUALI) PARTE SECONDA ABILITÀ: COMPRENSIONE E PRODUZIONE ORALE (SCRITTA FUNZIONALE ALLA VERIFICA DELLA COMPRENSIONE ORALE). TEMPO PREVISTO: ORE 14 PIÙ 2 ORE DI VERIFICA SOMMATIVA E 2 ORE DI RECUPERO/APPROFONDIMENTO. PREREQUISITI Sono compresi tutti i prerequisiti del modulo precedente del quale questo è la continuazione e quindi pure tutti i descrittori segnalati in uscita dal Modulo stesso. OBIETTIVI IN TERMINI DI COMPETENZE Al termine del modulo lo studente sarà in grado di: riconoscere la tipologia testuale all interno di un testo scritto o orale: film, brani di testi narrativi e di film di tipo storico, di azione, di denuncia sociale, razziale, ecc. in un contesto almeno parzialmente noto; comprendere il significato globale di testi orali e scritti di tipo narrativo, facendo uso delle conoscenze già acquisite, in particolare delle tecniche di previewing e di prereading, di lettura intensiva ed estensiva, alle informazioni implicite ed esplicite date dal testo o dagli elementi paraverbali ed extraverbali forniti dal film (facendo riferimento anche alle conoscenze acquisite in Tecniche della Comunicazione); cogliere i fatti principali e collocarli in una griglia temporale. rispondere a domande di tipo referenziale e inferenziale su quanto visto o letto; selezionare da quanto visto o letto i fatti o gli argomenti più significativi; creare un testo sulla base di quanto selezionato, riassumendo e rielaborando i dati acquisiti e gli argomenti principali (seguendo la tecnica delle Wh questions); riportare i fatti acquisiti -dal testo scritto o dal videooralmente anche con l ausilio di griglie. Verifica sommativa in laboratorio linguistico, registrando la produzione orale e facendo completare delle griglie di comprensione del testo (scritto o video). Saprà inoltre comprendere l 80% dei nuovi vocaboli e utilizzarne non meno del 70%. 28 UNITÀ DIDATTICA 1: IL TESTO NARRATIVO SCRITTO DURATA: 7 ORE Funzioni: interpersonale. Ambiti: mondo delle relazioni. Nozioni: spazio, tempo. Abilità: comprensione orale e scritta, produzione orale. Atti comunicativi: riconoscere la tipologia testuale di reportage, racconti, testi scritti di tipo narrativo; individuare le caratteristiche strutturali del testo narrativo; comprendere globalmente le informazioni contenute nel testo narrativo scritto; completare parte di testi di tipo narrativo o rispondere a domande a esso concernenti o a griglie per la ricerca di informazioni specifiche. UNITÀ DIDATTICA 2: IL TESTO NARRATIVO ORALE DURATA: 7 ORE Funzioni: interpersonale. Ambiti: mondo delle relazioni. Nozioni: spazio, tempo. Abilità: comprensione orale, produzione orale. Atti comunicativi: al termine del modulo lo studente sarà in grado di: riconoscere la tipologia testuale all interno di un testo orale (film e brani di film di tipo storico, d avventura, di azione, di denuncia sociale, razziale, ecc.) in un contesto almeno parzialmente noto; comprendere il significato globale di testi orali di tipo narrativo, facendo uso delle conoscenze già acquisite, in particolare delle tecniche di previewing, alle informazioni implicite ed esplicite date dal testo filmato o dagli elementi paraverbali ed extraverbali forniti dal film (facendo riferimento anche alle conoscenze acquisite in Tecniche della Comunicazione); cogliere i fatti principali, collocarli in una griglia temporale; rispondere a domande di tipo referenziale e inferenziale su quanto visto; riportare i fatti acquisiti -dal video- oralmente anche con l ausilio di griglie. Verifica sommativa: in laboratorio linguistico, registrando la produzione orale e facendo completare delle griglie di comprensione del testo filmico. Alla fine di ogni unità sono previste due verifiche di tipo formativo: una orale per l'ascolto e una scritta con esercizi di diverse tipologie per lo scritto. 29 DESCRITTORI Al termine del modulo lo studente: riconosce la tipologia testuale all interno di un testo scritto o orale (brani di testi narrativi, film e brani di film di tipo storico, d avventura, di azione, di denuncia sociale, razziale, ecc.) in un contesto parzialmente noto; comprende il significato globale di testi orali e scritti di tipo narrativo, facendo uso delle conoscenze già acquisite, in particolare delle tecniche di previewing e di prereading, di lettura intensiva ed estensiva, alle informazioni implicite ed esplicite date dal testo o dagli elementi paraverbali ed extraverbali forniti dal film (facendo riferimento anche alle conoscenze acquisite in Tecniche della Comunicazione); coglie i fatti principali e li colloca in una griglia temporale; risponde a domande di tipo referenziale e inferenziale su quanto visto o letto; interagisce in dialoghi concernenti quanto visto o letto e dà il proprio giudizio motivato; relaziona formalmente per iscritto su quanto visto e letto seguendo la tecnica delle Wh questions; riporta oralmente quanto detto per iscritto servendosi di griglie riassuntive (lucidi) per aiutarsi e aiutare quanti seguono nella decodifica dell esposizione. Test sommativo per la certificazione delle competenze previste nel modulo: 2 ore. Recupero/approfondimento: 2 ore. 30 Griglia di valutazione delle abilità orali (si veda nota 2). EVALUATION GRID (NOV. 2001) ORAL SKILLS PRESENTATION Revealing attitudinal tones effective 2 adequate 1 uneffective 0 Initiating, maintaining, terminating the discourse effective 2 adequate 1 uneffective 0 CONTENT Ideas/information rich 2 adequate 1 limited 0 Organization of ideas clear effective 2 (logical competence) quite clear 1 confused 0 LANGUAGE Textual competence complex 2 simple 1 Grammar accurate 2 some mistakes 1 big mistakes 0 Lexis rich, appropriate 2 correct 1 poor, limited 0 Pronunciation/intonation fluent, correct 2 suff. correct 1 many mistakes 0 La somma del punteggio 1 costituisce la sufficienza. points (no words) marks NOTE 1 Per l impianto modulare dell Autonomia si veda il sito della Scuola 2 È stata utilizzata la griglia elaborata dalla Prof.ssa A. Bassan, docente di lingua inglese nel nostro Istituto, e fa riferimento a parametri, standard e soglie di accettabilità concordati per le classi 3a, 4a e 5a. 3 A questo Modulo interdisciplinare hanno lavorato: la docente di Italiano e Storia della classe 5Bs e Tecnica delle Comunicazioni delle classi 4 e 5Bs Prof. D. Marzullo; la docente di Inglese delle classi 3a, 4a e 5a Bs, Prof.ssa M. Favero, con le madrelinguiste Y. Cestaro e M. Bernard e la docente di Spagnolo della classe 4Bs, Prof. Sorarù, con la madrelinguista M. Spinello e successivamente tutti i docenti della classe 5B Autonomia per l Area di Progetto, Proff. G. L. Pedone (T.I.T.), L. Maurizio (Legislazione Turistica), M. Gazzillo (Matematica), M. Cardone e A. Micke (Tedesco), M. Ramirez e M. Spinello (Spagnolo), M.G. Marcolongo (Religione), G. Dalla To
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks