Please download to get full document.

View again

of 18
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

ART.3 SCI ALPINO. Pagina 26 di [ 148 ]

Category:

Public Notices

Publish on:

Views: 20 | Pages: 18

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
ART.3 SCI ALPINO INDICE PER CAPITOLI ART.3 SCI ALPINO 3.0 NORME GENERALI FISI Giuria Disposizioni per omologazione percorsi Disposizioni particolari Gare nello stesso giorno 3.0.5
Transcript
ART.3 SCI ALPINO INDICE PER CAPITOLI ART.3 SCI ALPINO 3.0 NORME GENERALI FISI Giuria Disposizioni per omologazione percorsi Disposizioni particolari Gare nello stesso giorno Apripista Allenatori Atleti giovani tesserati nei GSNMS Casco ski-stopper paraschiena Pali Teli Gare di DH Ammissione alla gara 3.1 NORME PER LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ATLETI Norme generali Penalizzazione delle gare Punteggi all atleta Norme di applicazione Penalità Attribuzione punteggi per ogni specialità Riduzione della penalità al 50% Massima penalità applicabile Categorie allievi e ragazzi Cambio di comitato per la categoria allievi e ragazzi Formula per il calcolo dei punti fisi Tabella categorie Tabella categorie master Gare valide per l attribuzione dei punti fisi Dislivelli per i tracciati di gara Tabelle misure materiali fisi 3.2 GARE BABY - CUCCIOLI - ALLIEVI - RAGAZZI Norme particolari super gigante allievi/ragazzi Fase regionale indicativa Regionali di qualificazione allievi Campionato regionale Campionato italiano allievi/ragazzi Programmazione campionato Criteri di ammissione Iscrizioni Contingenti di partecipazione Gruppi di merito Riserve Tracciatori Ordini di partenza Penalizzazione Combinata Assegnazione del titolo Graduatorie dei CR Impianti di risalita Criterium interappenninico FIS children Trofeo topolino Trofeo pinocchio Specialità sperimentali Specialità atipiche Altre gare Contingenti regionali campionati italiani all/rag e trofeo topolino Contingenti provinciali fase nazionale trofeo pinocchio 3.3 GARE NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI Gare nazionali di qualificazione (NQ) Regionali di qualificazione giovani (RQ_G) Regionali di qualificazione senior (RQ_S) Gare di qualificazione giovani (Q_G) Gare di qualificazione senior (Q_S) Campionati regionali giovani (CR_G) Campionati regionali senior (CR_S) Criterium italiano a squadre per società (CRT_SQ) 3.4 GARE CITTADINI E UNIVERSITARI Requisiti per la qualifica di sciatore cittadino Sanzioni Gare universitarie Campionati regionali cittadini (CR_CIT) Gare regionali cittadini (CIT_R) Campionati regionali universitari (CR_UNI) Gare nazionali universitari (UNI_N) 3.5 GARE CIRCUITO BANCARI Partecipazione Tipologia delle gare Giuria Concorrenti Raggruppamenti e categorie Iscrizioni 3.6 TROFEO DELLE REGIONI Svolgimento fasi gare Date Partecipazione Ordine di partenza e classifiche Gruppi di merito Piste e percorsi Titoli Fase nazionale Contingente di società per comitati regionali Pagina 26 di [ 148 ] Contingenti di atleti per società 3.7 GARE MASTER Partenze, classifiche e premi Specialità e penalizzazione gare Campionato italiano master (CI_MAS) Misure e tabelle Coppa Italia master Coppa Italia master di specialità Master regionali 3.8 GARE INTERNAZIONALI Partecipazione Gare internazionali all estero (FIS) Gare internazionali in Italia (FIS) Ospitalità Impianti di risalita Ordini di partenza Gare internazionali giovani Partecipazione Iscrizioni Gare circuito istituzionale giovanile Graduatorie attività giovanile Gare fis junior regionali (NJR) Coppa Italia fis (FIS_CPI) Fase eliminatoria Fase finale di coppa Italia fis Premiazioni ad ogni gara Graduatorie individuali di specialità Classifica individuale Graduatoria per società Campionati italiani (NC) Campionati italiani assoluti maschili (NC) Combinata Campionati italiani assoluti femminili (NC) Campionati italiani giovani femminili (NJC) Campionato italiano giovani maschili (NJC) Combinata Campionato italiano aspiranti (NJC) Combinata Gare internazionali cittadini (CIT) Campionato italiano cittadini (FIS_NCC) Campionato italiano universitari (FIS_NCU) Criterium italiano a squadre per Società (CRT_SQ) Tabella contingenti fis junior m/f Tabella contingenti fis giovani m/f Tabella misure materiali gare fis Tabella misure gare fis Tabella dislivelli gare fis 3.0 NORME GENERALI FISI GIURIA Le Giurie delle gare Nazionali, Regionali e Provinciali saranno così composte: Giudice Arbitro (Delegato FISI). Giudice di Partenza. Direttore di Gara. La nomina del Giudice Arbitro e del Giudice di Partenza viene effettuata dalla FISI, secondo le modalità indicate nel Regolamento Giudici di Gara, mentre quella del Direttore di Gara e del Responsabile di Arrivo viene effettuata dalla Società Organizzatrice che dovrà designare persone competenti; per le gare Internazionali e Campionati Italiani anche il Responsabile di Arrivo sarà nominato dalla FISI. E facoltà delle Società Organizzatrici richiedere, se necessario, ai propri Comitati Regionali un Giudice di Gara quale Responsabile di Arrivo, che non fa parte della Giuria Tutti i componenti di Giuria, il Direttore di Pista e il Responsabile di Arrivo devono essere Tesserati FISI DISPOSIZIONI per OMOLOGAZIONE PERCORSI Vedere art. 2.9 Omologazione Piste . In particolare: - per le gare di DH Libera in 2 prove: omologazione Nazionale; - per le gare Allievi/Ragazzi di GS e SL: omologazione specifica Nazionale; - per le gare Regionali Indicative (RI): omologazione specifica Nazionale; - per le gare Cuccioli/Baby se effettuate su piste non omologate per queste categorie: certificazione di idoneità ai fini della sicurezza rilasciata da un omologatore e certificata dal Presidente del CR DISPOSIZIONI PARTICOLARI Nel caso che il programma della manifestazione preveda lo svolgimento di gare di diverse specialità, ma non sia possibile svolgere al completo il programma, possono partecipare alle gare che vengono effettuate solo ed esclusivamente gli atleti aventi diritto per punteggio. Tale norma non é applicata per le manifestazioni che prevedono gare di SL e GS. E data facoltà ai CR di effettuare gare di SL in una manche nelle gare Provinciali e Regionali. Pagina 27 di [ 148 ] E data facoltà ai CR di effettuare gare di GS in due manches nelle gare Provinciali e Regionali anche per le categorie Allievi/Ragazzi. Sono obbligatorie le due manches di GS e SL nelle gare di CR_GS / Q_GS / CR_CIT GARE NELLO STESSO GIORNO E possibile organizzare e partecipare a 2 gare nello stesso giorno attenendosi alle seguenti disposizioni : 2 gare in una manche (GS+GS / GS+SL / SG+SL / DH+SL) comprese in unica manifestazione. N.B.: Per la categoria Master solo GS+SL in una manche lo stesso giorno; 2 gare di cui una in notturna, non necessariamente in una manche. La società che organizza 2 gare lo stesso giorno in una sola manche, acquisirà il punteggio per l organizzazione (OR) come fosse una sola gara in relazione alla tipologia (codice) della stessa APRIPISTA Si precisa che gli apripista, oltre alle capacità tecniche, devono avere l'età compatibile con il dislivello della gara ALLENATORI Considerata l importanza dell attività agonistica Giovanile (addestramento, impostazione tecnica, tecnica di gara, ecc ) si rende di fatto obbligatorio alle Società affiliate di avvalersi per la propria attività agonistica di Allenatori qualificati dalla FISI-STF ATLETI GIOVANI TESSERATI nei GSNMS Gli atleti giovani, tesserati nei Gruppi Sportivi Nazionali Militari o di Stato che partecipano alle gare nazionali e internazionali inseriti nei contingenti delle squadre regionali, concorrono alla formazione del punteggio per i CR CASCO, SKI-STOPPER, PARASCHIENA In tutte le gare dei calendari nazionale, regionali e provinciali è obbligatorio l uso dello skistopper. Tutti gli atleti e gli apripista hanno l obbligo di indossare il casco conforme con le specifiche per l equipaggiamento da gara (vedi art. 1.17). E consigliato l uso del paraschiena PALI a) PALI SNODATI in gare di SL, GS, SG Obbligatori per tutte le categorie e tipi di gara esclusivamente sul palo di curva. I pali snodati con diametro 27 mm. sono consentiti per tutte le gare Internazionali, escluse quelle di Coppa del Mondo b) PALI LEGGERI (Categorie Allievi / Ragazzi / Cuccioli / Baby maschili e femminili) Sono considerati pali leggeri i pali con diametro uguale a 27 mm. L'uso dei pali leggeri , sia snodati che rigidi, è obbligatorio per le categorie Allievi, Ragazzi, Cuccioli e Baby maschili e femminili. c) PALO NANO Per palo nano si intende un palo di produzione, snodato di materiale gommoso, con altezza massima 50 cm. fuori neve. L'uso del palo nano per le gare di SL è obbligatorio nelle gare per la categoria Cuccioli e Baby m/f ed ai Campionati Italiani per la categoria Ragazzi m/f. E facoltativo nelle gare regionali ed intercircoscrizionali della categoria ragazzi m/f. Nella prima porta, nell ultima porta, nelle figure e nelle porte lunghe sono obbligatori entrambi i pali nani, interno ed esterno. Nelle altre porte il palo esterno è facoltativo TELI In tutte le gare sono obbligatori teli da GS, SG e DH omologati FIS, posizionati a circa 1 metro dalla neve facilmente sfilabili dal palo. Nelle gare FISI (Nazionali, Regionali e Provinciali) è consigliato il telo a strappo sulla porta di curva GARE di DH Possono essere effettuate gare in due prove. In questo caso il dislivello deve essere compreso tra minimo 350 m. e massimo 500 m. per ogni prova nelle gare nazionali e minimo 300m.e massimo 400 nelle gare regionali e provinciali. Prove cronometrate: Per TUTTE le gare di DH regionale l obbligo è di organizzare almeno 2 prove cronometrate, salvo diversa decisione della giuria. Ammissione alla gara: L ammissione alla gara (compresa la DH in due prove) è permessa ai concorrenti che hanno Pagina 28 di [ 148 ] preso il via ad almeno una prova d allenamento cronometrata. Nel caso in cui, per ragioni di accertata forza maggiore sia disputata una sola prova cronometrata, sono ammessi alla gara i concorrenti che vi hanno preso il via. PORTE Sia per i maschi che per le femmine sono di colore rosso. Possono essere di colore blu laddove sia necessaria distinzione con reti e teloni rossi. 3.1 NORME PER LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ATLETI NORME GENERALI La stagione agonistica inizia il 1 ottobre di ogni anno e termina il 30 aprile dell anno successivo. All inizio di ogni stagione agonistica viene redatta la 1 a Lista Punti FISI, riportante, per ogni atleta, in ogni specialità il miglior punteggio tra quello FISI, conseguito come più avanti descritto, e quello riportato nell ultima Lista FIS della stagione PENALIZZAZIONE delle GARE Giusto quanto riportato in tabella , alcune gare hanno penalizzazione fissa ed altre penalizzazione calcolata. Per queste ultime si procede come di seguito indicato: a) Tra i primi 10 classificati nella gara scegliere i migliori 5 punteggi FISI della Lista Punti in vigore, quindi sommarli fra loro. b) Scegliere fra tutti gli ATLETI PARTITI i 5 migliori punteggi FISI della Lista Punti in vigore, quindi sommarli fra loro. c) Sommare i due risultati di cui ai precedenti commi (a) e (b). d) Sommare i punti ottenuti nella gara dai 5 atleti considerati al precedente comma (a). e) Dal risultato ottenuto al comma, sottrarre il valore ottenuto al comma (d) e dividere per 10; il quoziente arrotondato al secondo decimale sarà la penalizzazione della gara. Tutte le operazioni vanno eseguite con DUE decimali. Tutte le gare effettuate con sorteggio e partenza unici dovranno avere classifica, penalizzazione e punteggi unici, ad eccezione del Trofeo delle Regioni e gare Master che hanno una regolamentazione specifica. Si procede al calcolo della penalizzazione anche se nei primi 10 classificati non ci sono atleti punteggiati assegnando agli NC 400 punti PUNTEGGI all ATLETA Il punteggio per ogni singola gara si ottiene sommando il punteggio ottenuto dall atleta (punti gara) alla penalizzazione della gara stessa. Vengono presi in considerazione solo punteggi sino a , pertanto nelle gare in cui l atleta ha conseguito un punteggio (compresa la penalizzazione) di ed oltre, lo stesso non avrà alcun valore agli effetti delle classificazioni NORME di APPLICAZIONE Le gare valide per l attribuzione dei punti FISI sono elencate nell apposita tabella purché vi siano almeno 5 (cinque) atleti classificati. Saranno iscritti nella LISTA PUNTI per l anno successivo tutti gli atleti, maschi e femmine, che in almeno una specialità hanno conseguito un punteggio entro i punti FISI PENALITA Per ogni specialità SEMPLICE Viene calcolata aumentando del 20% il punteggio, con i seguenti limiti: - penalità minima = 4.00 punti - penalità massima = punti DOPPIA Viene calcolata aumentando del 40% il punteggio, con i seguenti limiti: - penalità minima = 8.00 punti - penalità massima = punti ATTRIBUZIONE PUNTEGGI per ogni SPECIALITA a) atleta che ha ottenuto 2 o più risultati validi (entro i punti FISI): media dei 2 migliori punteggi; b) atleta che ha ottenuto 1 risultato valido: punteggio ottenuto + penalità semplice; c) atleta che non ha ottenuto alcun risultato valido: punteggio dell anno precedente + penalità doppia. Pagina 29 di [ 148 ] 3.1.7 RIDUZIONE della PENALITA al 50% È applicabile su richiesta qualora il mancato conseguimento di 1 o 2 punteggi utili sia dipeso da: - malattia - infortunio - gravidanza - allattamento (documentati da certificato medico) - servizio militare (documentato da dichiarazione della competente Autorità Militare) - studio all estero (documentato da certificato di frequenza o borsa di studio) - lavoro all estero (documentato da dichiarazione dell azienda) La certificazione degli impedimenti sopra menzionati deve pervenire alla FISI - Centro Elaborazione Dati - Via Piranesi, 44/B Milano - entro il termine perentorio del 30 aprile, pena decadimento dell eventuale beneficio, utilizzando l apposito Mod.50. Dove: P = Punti ottenuti nella gara. F = Fattore: DH = 1320 SL = 600 GS = 880 SG = 1060 SC = 1240 (Super Combinata) To = Miglior tempo in secondi. Tx = Tempo in secondi del concorrente in esame. Il risultato deve essere arrotondato alla seconda cifra decimale (da 0 a 4 millesimi per difetto, da 5 a 9 millesimi per eccesso) MASSIMA PENALITA APPLICABILE In ogni caso il punteggio assegnato all atleta non può essere superiore a quello della Lista Punti della stagione precedente più la penalità doppia CATEGORIE ALLIEVI e RAGAZZI Maschi e femmine Possono acquisire punti FISI solamente gli atleti/e Allievi dell ultimo anno e nelle specifiche gare indicate in tabella E sufficiente un solo risultato per avere classificazione in tutte le specialità CAMBIO DI COMITATO PER LA CATEGORIA ALLIEVI e RAGAZZI In caso di trasferimento da un comitato ad un altro, per la categoria Allievi e Ragazzi, è compito del comitato di appartenenza comunicare al comitato ospitante i punti fisi acquisiti dell atleta gare: RI_CHI RQ_ALL CR_CHI CI_CHI FORMULA per il CALCOLO dei PUNTI FISI La formula per il calcolo dei punti FISI prevede un fattore (F) per ognuna delle discipline in cui si articola lo Sci Alpino e cioè: DH - SL - GS - SG - SC (Super Combinata). P = [ ( F * Tx ) : To ] F Pagina 30 di [ 148 ] TABELLA CATEGORIE Gruppi M. / F. Anno di Nascita GS SL SG DH PULCINI Baby Cuccioli CHILDREN Ragazzi Allievi Aspiranti GIOVANI Juniores Giovani SENIORES Seniores 1988 e prec e prec e prec e prec TROFEO DELLE REGIONI E GARE MASTER Gruppo SENIORES dal 1988 al 1979 maschi e femmine Gruppo MASTER A Gruppo MASTER B Gruppo MASTER C Dal 1978 al 74 categ. A1 dal 1953 al 49 categ. B6 dal 1978 al 74 categ. C1 Dal 1973 al 69 categ. A2 dal 1948 al 44 categ. B7 dal 1973 al 69 categ. C2 Dal 1968 al 64 categ. A3 dal 1943 al 39 categ. B8 dal 1968 al 64 categ. C3 Dal 1963 al 59 categ. A4 dal 1938 al 34 categ. B9 dal 1963 al 59 categ. C4 Dal 1958 al 54 categ. A5 dal 1933 al 29 categ. B10 dal 1958 al 54 categ. C5 dal 1928 e prec. categ. B11 dal 1953 al 49 categ. C6 dal 1948 al 44 categ. C7 dal 1943 al 39 categ. C8 dal 1938 al 34 categ. C9 dal 1933 al 29 categ. C10 dal 1928 e prec. categ. C11 Pagina 31 di [ 148 ] GARE VALIDE per L ATTRIBUZIONE dei PUNTI FISI TIPO DI GARA PENALITA Descrizione Sigla Min. Max Fissa Tipo Campionati Italiani Allievi CI_CHI Fissa Campionati Regionali Allievi CR_CHI Fissa Crit. Interappenninico Allievi CRT_CHI Fissa Regionali di Qualif. Allievi RQ_ALL Fissa Regionali Indicative Allievi RI_CHI Fissa Gare Nazionali di qualificazione NQ 0,00 200, Calc. Criterium Italiano a Squadre Soc. CRT_SQ 0,00 200, Calc. Campionati Regionali Seniores CR_GS 0,00 200, Calc. Qualificazione Seniores/Giovani Q_GS 0,00 200, Calc. Regionali di Qualif. Seniores/Giovani RQ_GS , Calc. Campionati Prov. Seniores/Giovani CP_GS 40, Calc. Provinciali di Qualif. Seniores/Giovani PQ_GS 40, Calc. Gare Nazionali Cittadini CIT_N , Calc. Campionato Regionali Cittadini CR_CIT , Calc. Regionali Cittadini CIT_R 30,00 300, Calc. Campionati Provinciali Cittadini CP_CIT Calc. Gare Nazionali Universitari UNI_N , Calc. Campionati Regionali Universitari CR_UNI , Calc. Regionali Universitari UNI_R 40, Calc. Campionati Provinciali Universitari CP_UNI Calc. Campionati Italiani Master CI_MAS , Calc. Coppa Italia Master MAS_CpI 10,00 300, Calc. Gare Nazionali Master MAS_N 20,00 300, Calc. Campionati Regionali Master CR_MAS 30,00 300, Calc. Regionali Master MAS_R 40,00 300, Calc. Campionati Provinciali Master CP_MAS 50,00 300, Calc. Criterium Nazionale Bancari CRT_BAN , Calc. Gare Nazionali Bancari BAN_N , Calc. Campionato Regionale Bancari CR_BAN 40,00 300, Calc. Gare Regionali Bancari BAN_R Calc. Trofeo delle Regioni (Nazionale) FN Calc. Trofeo delle Regioni (Regionale) FR Calc. Trofeo delle Regioni (Provinciale) FP Calc. La partecipazione alle gare Regionali e Provinciali è libera salvo diverse disposizioni di ogni singolo Comitato Regionale. Categorie Allievi e Ragazzi (m/f) Possono acquisire punti FISI solamente gli atleti/e Allievi dell ultimo anno e nelle specifiche gare indicate in tabella. E sufficiente un solo risultato per avere classificazione in tutte le specialità. Note: a) Le gare di GS disputate indifferentemente in 1 o 2 manche acquisiscono la penalità calcolata fermo restando il limite stabilito per le varie tipologie di gara come esposto nella tabella. b) La società che organizza 2 gare lo stesso giorno in una sola manche, acquisirà il punteggio per l organizzazione (OR) come fosse una sola gara in relazione alla tipologia (codice) della stessa. Pagina 32 di [ 148 ] DISLIVELLI PER I TRACCIATI DELLE GARE TIPO GARA Sex DH SL N. Porte GS SG NAZIONALI Campionati Italiani Sen. / Giov. m 450/ /200 (*) 250/ /650 Campionati Italiani f 450/ /200 (*) 250/ /500 Altre gare calendario Nazionale m 500/ /180 (*) 250/ /600 Altre gare calendario Nazionale f 400/ /180 (*) 250/ /500 Gare di DH in 2 prove m/f 350/ Camp. Ita. Children I (Rag.) m/f max. 120 (*) 200/ /350 Camp. Ita. Children II (Allievi) m/f max. 160 (*) 200/ /400 Criterium e Gare Naz. Master m/f /180 (*) 250/ /400 REGIONALI / PROVINCIALI Q_GS / CR_GS m/f 400/ /200 (*) 250/ /500 RQ / CP / PQ Sen. e/o Giov. m/f 400/ /180 (*) 200/ /500 RQ / CP / PQ di DH in 2 prove m/f 300/ CR/RQ/RI Children I (Ragazzi) m/f /160 (*) 200/ /350 CR/RQ/RI Children II (Allievi) m/f /160 (*) 200/ /400 Trofeo delle Regioni m/f / Gare Cuccioli m/f max 30 max 180 max Gare Baby m/f max 30 max 180 max SLALOM SPECIALE Per tutte le gare, compresi i Children, il numero delle porte va inteso come cambi di direzione. Per le gare contrassegnate con asterisco (*) il numero dei cambi di direzione dev essere compreso tra il 30% e il 35% del dislivello. Tolleranza +/- 3. Per la categoria Cuccioli e Baby m/f le gare devono essere effettuate in una sola prova. SLALOM GIGANTE Per le categorie Cuccioli/Baby m/f il numero delle porte (cambi di direzione) deve essere compreso fra il 13% e il 18% del dislivello del percorso. Per categorie Allievi/Ragazzi m/f il numero delle porte (cambi di direzione) deve essere compreso fra il 13% e il 15% del dislivello del percorso. Per altre categorie m/f il numero delle porte (cambi di direzione) deve essere compreso fra l 11% e il 15% del dislivello del percorso. SUPER GIGANTE Il numero massimo di cambi di direzione dev essere pari al 10% del dislivello. Qualora il dislivello sia tra i 400 e i 500 mt., il numero minimo di cambi di direzione dev essere di 32. Nal caso in cui il dislivello sia tra i 500 e i 650 mt., dev essere stabilito un minimo di 35 cambi di direzione per gli uomini ed un minimo di 30 cambi
Similar documents
View more...
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks