Please download to get full document.

View again

of 12
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

Direzione Generale. Servizio Coordinamento delle Attività Territoriali del Lavoro e Formazione CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE PDF

Category:

Medicine, Science & Technology

Publish on:

Views: 16 | Pages: 12

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
Unione Europea Fondo Sociale Europeo Repubblica Italiana ASSESSORADU DE SU TRABALLU, FORMATZIONE PROFESSIONALE, COOPERATZIONE E SEGURÀNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE,COOPERAZIONE
Transcript
Unione Europea Fondo Sociale Europeo Repubblica Italiana ASSESSORADU DE SU TRABALLU, FORMATZIONE PROFESSIONALE, COOPERATZIONE E SEGURÀNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE,COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE Direzione Generale Servizio Coordinamento delle Attività Territoriali del Lavoro e Formazione CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE 2013 PROCEDURE DI GESTIONE DEI VOUCHER NORME DI FUNZIONAMENTO REGIONE SARDEGNA INDICE 1. Accettazione delle norme e delle procedure di gestione Adempimenti connessi all avvio del corso Adempimenti preliminari all avvio del corso Costo di iscrizione al corso Adempimenti preliminari all avvio del corso Duplicazione di edizione del corso Termini per l avvio delle attività Vidimazione dei registri Adempimenti durante la realizzazione del corso Registrazione della frequenza Adempimenti per la conclusione delle attività Gestione delle variazioni Variazione della sede Variazione date di avvio e termine Variazione del calendario on-line Variazione delle sedi e dei contenuti di stage Variazione dei docenti Altre variazioni Irregolarità e sanzioni Visite ispettive Perdita dei requisiti per la permanenza dell Agenzia formativa nel Catalogo Esclusione dell Agenzia formativa dal Catalogo interregionale Motivi si revoca del voucher Presentazione di eventuale ricorso per la riammissione dell Agenzia formativa al catalogo... 12 Con le presenti Norme di funzionamento si disciplinano obblighi e adempimenti in capo ai soggetti ammessi al Catalogo Interregionale Alta Formazione anno 2013, Agenzie formative/università, che di seguito vengono individuate univocamente come Agenzie formative/agenzie. 1. Accettazione delle norme e delle procedure di gestione Per la gestione e il funzionamento dei corsi ammessi al Catalogo Interregionale Alta Formazione l Agenzia formativa è tenuta all osservanza del Vademecum per l operatore 3.0 del 2010 ed al rispetto degli obblighi e degli adempimenti previsti dagli articoli 8 e 9 dell Avviso unico per la presentazione delle offerte formative al Catalogo Interregionale Alta Formazione - V Edizione - Anno 2013 Regione del Veneto. Inoltre gli Agenzie formative ammesse a Catalogo ai sensi dell Avviso pubblico della Regione Sardegna (ovvero le Agenzie formative i cui corsi prevedono la sede di svolgimento nel territorio regionale) sono tenute al rispetto degli ulteriori e specifici obblighi e adempimenti indicati nelle presenti Norme di funzionamento. Qualora tra i partecipanti al corso siano presenti beneficiari di voucher erogati da altre Regioni, l Agenzia formativa è tenuta a conoscere eventuali adempimenti ulteriori richiesti dalla Regione finanziatrice. Per i riferimenti alle procedure da eseguire attraverso il portale, l Agenzia formativa è tenuta a consultare la Guida interattiva a cui si accede direttamente dal portale 2. Adempimenti connessi all avvio del corso 2.1. Adempimenti preliminari all avvio del corso L Agenzia formativa iscritta al Catalogo ha l obbligo di verificare periodicamente i processi di assegnazione dei voucher consultando le graduatorie pubblicate sul portale e accedendo nell area personale di gestione dei corsi, ed è tenuta ad avviare il corso qualora ad essa sia assegnato un numero di voucher pari o superiore al numero minimo indicato in sede di offerta formativa. Al riguardo, entro 20 giorni dalla pubblicazione della graduatoria dei voucher l Agenzia formativa, utilizzando le procedure telematiche previste nel portale comunica la conferma della data prevista di avvio del corso - nel caso di corsi con un numero di voucher finanziati pari o superiore a quello minimo indicato; comunica l intenzione di attivare il corso, avvalendosi della facoltà di realizzare le attività anche con un numero di voucher assegnati inferiore al minimo, e conferma la data prevista di avvio del corso - nel caso di corsi con un numero di voucher assegnati inferiore a quello minimo indicato; dichiara che, per ciascun voucherista attivato e iscritto al corso, è stata effettuata la verifica dei requisiti e delle competenze in ingresso; indica per ciascun beneficiario l esito del procedimento di selezione; attiva l iscrizione dei voucheristi al corso. l Agenzia formativa che ha proceduto all attivazione di un edizione del corso è tenuta a far pervenire all Amministrazione regionale entro il 21 giorno d alla pubblicazione della graduatoria l originale 3/12 dell Autocertificazione sottoscritta dal legale rappresentante dell Agenzia, attestante l avvenuto accertamento sulla sede del rispetto della normativa tecnica sulla sicurezza e sull idoneità funzionale dei luoghi secondo la normativa europea e nazionale e le prescrizioni del modello regionale di accreditamento, unitamente al titolo d uso o documento attestante la disponibilità della sede indicata e alla planimetria della stessa, con evidenza degli spazi a disposizione (già allegate in formato elettronico tramite upload del file sul portale); Entro 20 giorni dalla pubblicazione della graduatoria l Agenzia ha la facoltà di rinunciare all attivazione del corso se, per effetto delle seguenti casistiche: rinuncia dei beneficiari a partecipare al corso; mancato perfezionamento delle iscrizioni; mancato superamento delle selezioni di ingresso; il numero di voucheristi scenda al di sotto di quello minimo indicato in sede di offerta, fermo restando la possibilità per l Agenzia formativa di avviare comunque il corso con un numero di beneficiari inferiore al minimo obbligatorio. La comunicazione di rinuncia ad attivare il corso (e parimenti la mancata comunicazione) entro 20 giorni dalla pubblicazione della graduatoria comporta l annullamento delle domande di partecipazione dei beneficiari dei voucher, ai quali, salvo non rinuncino al voucher, verrà data la possibilità di effettuare una seconda scelta. La scelta può essere fatta nel periodo che va dal 21 al 40 giorno dalla data di pubblicazione delle graduatorie, sui soli corsi per i quali sia stata confermata l intenzione di avvio, compatibilmente con le date previste di iscrizione e avvio del corso che le Agenzie hanno indicato. Per ciascuna edizione di corso, nel caso in cui il numero di voucher richiesti e finanziabili, da ciascuna Regione, sia superiore a 12, l Agenzia potrà richiedere, utilizzando le procedure telematiche previste nel portale la duplicazione dell edizione. La Regione potrà autorizzare una nuova edizione del corso a condizione che non sia apportata alcuna modifica all offerta formativa presentata e che i partecipanti siano concordi rispetto alla eventuale variazione di data di avvio. I beneficiari che non accettino di partecipare alla nuova edizione avranno diritto a effettuare una seconda scelta che potrà essere fatta, sui corsi attivi, dal 21 al 40 giorno dalla pubblicazione del la graduatoria. Nel caso l Agenzia non intenda procedere all attivazione di un ulteriore edizione del corso o questa non sia autorizzata, gli assegnatari in eccesso, avranno parimenti diritto, dal 21 al 40 giorno dall a pubblicazione della graduatoria, a effettuare la seconda scelta sui corsi attivi. L ordine degli aventi diritto alla frequenza del corso è determinato, da parte dell Agenzia formativa, sulla base degli esiti del procedimento di iscrizione al corso e della verifica dei requisiti di ingresso. Al termine della procedura di seconda scelta (entro 40 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie) le Agenzie titolari di corsi per i quali sia stata confermata l intenzione di avvio dovranno verificare sul portale sezione gestione corsi, l eventuale assegnazione di voucher aggiuntivi ed effettuare le operazioni sopra rappresentate. 4/12 Dopo il 20 giorno dalla pubblicazione della gradua toria e fino all avvio del corso, l Agenzia non può esercitare il diritto alla rinuncia alla realizzazione del corso, pena l applicazione dei provvedimenti di esclusione. E fatto salvo il caso di rinuncia formalizzata da parte dei beneficiari di voucher che porti il loro numero al di sotto del minimo indicato in sede di offerta o del numero di voucher con il quale l Agenzia aveva confermato l intenzione di avviare il corso. Anche nel caso di rinuncia dell Agenzia, successiva al 20 giorno dalla pubblicazione della graduatoria, è data la possibilità ai beneficiari dei voucher che hanno scelto tali corsi di effettuare la seconda scelta, sui soli corsi attivi, per un periodo di 20 giorni successivi alla data di rinuncia da parte dell Agenzia formativa Costo di iscrizione al corso Il costo di accesso e partecipazione al corso per gli allievi destinatari di voucher non deve essere superiore a quello previsto per eventuali altri utenti privati pena l applicazione dei provvedimenti previsti dal successivo paragrafo Esclusione dell Agenzia formativa dal Catalogo interregionale. È consentita la presenza in aula esclusivamente ai beneficiari di voucher o privati a cui sia richiesto il pagamento di un costo di iscrizione del medesimo importo previsto per i partecipanti beneficiari voucher. Il costo di accesso e partecipazione deve essere omnicomprensivo di tutte le spese per la frequenza all attività formativa, comprese quelle relative allo stage e per sostenere le eventuali prove finali e per imposte (compresa imposta di bollo) e tasse, se dovute. 3. Adempimenti preliminari all avvio del corso L Agenzia formativa è tenuta a rispettare i seguenti adempimenti entro la data prevista di avvio del corso: vidimare i registri di presenza allievi; inserire nel portale il numero complessivo dei partecipanti al corso, compresi partecipanti non beneficiari di voucher; il calendario delle attività formative e di stage impegnandosi ad aggiornarli periodicamente e in anticipo; stipulare un assicurazione a favore dei beneficiari di voucher; dichiarare che, per ciascun voucherista di successiva iscrizione al corso, è stata effettuata la verifica dei requisiti e delle competenze in ingresso. Entro il terzo giorno successivo all avvio del corso l Agenzia formativa deve inoltre effettuare la valutazione sommativa di edizione 1 sul gruppo aula, per ciascuna singola competenza oggetto del corso. 1 Per conoscere modalità e dettagli di inserimento delle valutazioni sommative si faccia riferimento alla Guida all uso delle funzionalità del portale (online) e alla Guida metodologica ad uso degli organismi di formazione, reperibile nella sezione Documenti. 5/12 3.1. Duplicazione di edizione del corso Nel caso in cui il numero di voucher richiesti e finanziabili sia superiore a 12, l Agenzia formativa può richiedere, tramite procedura a portale, la duplicazione dell edizione. La Regione Sardegna potrà autorizzare una nuova edizione del corso a condizione che non sia apportata alcuna modifica all offerta formativa presentata e che i partecipanti siano concordi rispetto alla eventuale variazione di data di avvio e che il numero di partecipanti previsti per sede nel progetto non venga modificato. Le eventuali variazioni di sede e/o di calendario della nuova edizione dovranno essere gestite secondo le indicazioni esplicitate nel successivo paragrafo Gestione delle variazioni. Indicazioni di richiesta/concessione di autorizzazione alla attivazione di ulteriori edizioni: la procedura di richiesta di duplicazione dell edizione si effettua tramite portale e deve essere autorizzata dall Amministrazione regionale; l Agenzia formativa richiede, successivamente alla pubblicazione delle graduatorie di assegnazione dei voucher ed entro i 20 giorni previsti per gli adempimenti connessi alla attivazione dei corsi, nuove edizioni dopo aver effettuato la verifica dei requisiti di ingresso in modo da determinare il numero esatto dei potenziali partecipanti; l Agenzia formativa dichiara che i beneficiari sono informati e concordi a partecipare alla nuova edizione (documento da tenere agli atti in caso di verifiche ispettive da parte dell Amministrazione regionale); i beneficiari che non accettino di partecipare alla nuova edizione, avranno diritto a effettuare una seconda scelta che potrà essere effettuata sui corsi attivi dal 21 al 40 giorno dalla pubblicazione della graduatoria. Nel caso l Agenzia formativa non intenda procedere all attivazione di un ulteriore edizione del corso o questa non sia autorizzata dall Amministrazione regionale, gli assegnatari in eccesso, avranno parimenti diritto, dal 21 al 40 giorno dalla pubb licazione della graduatoria, ad effettuare la seconda scelta sui corsi attivi. L ordine degli aventi diritto alla frequenza del corso è determinato, da parte dell Agenzia formativa, sulla base degli esiti del procedimento di iscrizione al corso e della verifica dei requisiti di ingresso Termini per l avvio delle attività I percorsi formativi dovranno avere inizio tra il 13 novembre 2013 e il 30 aprile Nel caso di master universitari la data di avvio può essere antecedente al 13 novembre Inoltre i termini di chiusura delle iscrizioni al corso e/o dell eventuale prova di ammissione/selezione non possono essere antecedenti alla prevista data di pubblicazione delle graduatorie dei voucher assegnati, a meno che l Agenzia formativa non si impegni a riaprire i suddetti termini per gli assegnatari del voucher. Tuttavia, nel caso in cui i posti disponibili per il corso siano esauriti prima della pubblicazione del Catalogo, le Agenzie formative sono tenute a comunicarlo tempestivamente affinché il corso possa essere escluso dalla pubblicazione. Tutte le attività formative dovranno concludersi entro il 30 marzo /12 3.3. Vidimazione dei registri Entro la data prevista di avvio del corso l Agenzia formativa è tenuta a far vidimare i registri di presenza allievi, il registro individuale per le attività di stage/pw e il registro tutor/docente se prevista attività di FAD. Per le attività presentate dalle Agenzie formative della Sardegna la vidimazione deve essere effettuata presso il Servizio coordinamento delle attività territoriali del lavoro e formazione dell Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale della Regione Sardegna. I registri delle attività devono essere conformi a quanto prescritto dal Vademecum operatore 2007/2013 Versione 3.0; Nel caso dei corsi localizzati presso Regioni non operative, ciascuna Amministrazione regionale finanziatrice di voucher vidimerà i registri individuali per ciascun voucher assegnato. 4. Adempimenti durante la realizzazione del corso Gli adempimenti previsti in fase di realizzazione del corso sono in particolare: registrare la frequenza, aula e altre attività (stage/pw, visite, outdoor, ); indicare, per singolo voucherista, il soggetto, tra quelli previsti nell accordo di partenariato, presso cui effettuare lo stage; garantire le competenze e le professionalità necessarie alla realizzazione del corso; rispettare in fase di erogazione le aree di contenuto e i contenuti specifici indicati in sede di presentazione dell offerta; erogare il corso presso la sede indicata e secondo quanto dichiarato nella scheda pubblicata sul portale relativamente alle modalità formative, al monte ore del corso, alla data di conclusione, ai costi e a tutti gli altri elementi in essa indicati; rispettare, nel caso di erogazione della formazione in modalità mista, gli standard prestabiliti per la FAD, lo stage, il project work e la formazione outdoor indicati nell offerta pubblicata; registrare nel portale gli eventuali abbandoni dei partecipanti; conservare tutta la documentazione contabile e di gestione del corso; conservare la richiesta dei voucheristi occupati per lo svolgimento del project work come attività sostitutiva allo stage Registrazione della frequenza È onere dell Agenzia formativa registrare la presenza degli allievi durante l attività e conservare i registri di presenza, atti a registrare e certificare l effettiva frequenza dei beneficiari nonchè l effettivo svolgimento delle attività didattiche, presso la sede di svolgimento delle attività. L originale dei medesimi dovrà essere consegnato in allegato alla richiesta di liquidazione del contributo. L Agenzia formativa è inoltre tenuta ad allertare il beneficiario nel caso il numero di assenze si approssimi al tetto massimo delle ore previsto il cui superamento imponga la revoca del contributo. Le attività dovranno essere registrate giornalmente, con evidenza delle assenze degli utilizzatori del voucher, specificando l indicazione della data dell intervento in corso e la firma in entrata degli 7/12 utilizzatori stessi. Non sono ammesse compilazioni anticipate rispetto allo svolgimento delle attività o successive alla giornata della lezione. Le firme degli stessi devono essere apposte all inizio e al termine di ogni lezione. Le firme dei docenti devono essere apposte alla fine di ogni lezione. In caso di inadempienza, verrà applicata una decurtazione del contributo pubblico corrispondente alle attività oggetto di violazione, fatti salvi i diritti del beneficiario del voucher. I registri di presenze e i fogli mobili vidimati costituiscono l unico documento valido ai fini del riconoscimento delle attività realizzate e sono a tutti gli effetti equiparati ad un atto pubblico. Tutti i soggetti interessati (Agenzia formativa, docenti, voucheristi, utenti privati) sono pertanto tenuti a prestare la massima cura nella compilazione degli stessi, evitando in ogni caso cancellazioni, abrasioni, omissioni o alterazioni che potrebbero costituire illeciti penali perseguibili a norma di legge. 5. Adempimenti per la conclusione delle attività Al termine del corso l Agenzia formativa dovrà, utilizzando le procedure telematiche previste nel portale inserire le date effettive per lo svolgimento delle prove d esame/verifiche finali; inserire le ore di frequenza per ciascun voucherista; effettuare la valutazione dei singoli voucheristi, indicando il livello formativo raggiunto per ciascuna singola competenza oggetto del corso e il conseguimento o meno del titolo nel caso di master universitari; inserire la data effettiva di conclusione del corso. L Agenzia formativa è tenuta a concludere il percorso formativo indipendentemente dal numero degli eventuali abbandoni da parte dei beneficiari dei voucher che dovessero avvenire successivamente alla data effettiva di avvio del corso. 6. Gestione delle variazioni 6.1. Variazione della sede La richiesta di variazione si effettua tramite portale e deve contenere: la dichiarazione/motivazione di necessità, l indicazione esplicita che la nuova sede è in regola con le vigenti norme di sicurezza e di idoneità dei locali nonché con le norme vigenti in materia di accreditamento e che la variazione della sede è stata accettata dai partecipanti al corso. L Agenzia formativa è preliminarmente tenuta ad allegare in formato elettronico - tramite upload del file sul portale - la seguente documentazione: Titolo d uso o documento attestante la disponibilità della sede indicata, idoneo a dimostrare termini e tempi di disponibilità, che dovrà coprire la durata del percorso formativo proposto, corredato della planimetria della stessa, con evidenza degli spazi a disposizione; Autocertificazione, sottoscritta dal legale rappresentante dell Organismo, attestante l avvenuto accertamento sulla sede del rispetto della normativa tecnica sulla sicurezza e sull idoneità funzionale dei luoghi secondo la normativa europea e nazionale e le prescrizioni del modello regionale di accreditamento; 8/12 che dovrà essere tempestivamente trasmessa in originale all Amministrazione regionale Servizio della Governance della formazione professionale, Settore gestione e accreditamento per le necessarie verifiche. La richiesta dovrà essere autorizzata dall Amministrazione - Servizio Coordinamento delle Attività Territoriali del Lavoro e Formazione tramite procedura on-line sul portale L Agenzia formativa è tenuta a conservare presso la propria sede la documentazione motivante la variazione, da esporre in caso di controllo da parte dell Amministrazione, come anche il documento da cui risulti l esplicita accettazione della
Similar documents
View more...
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks