Please download to get full document.

View again

of 66
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

GRUPPO CALTAGIRONE EDITORE

Category:

Sports

Publish on:

Views: 16 | Pages: 66

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
GRUPPO CALTAGIRONE EDITORE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA SITUAZIONE DEL GRUPPO E SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE AL 30 GIUGNO 2001 === INFORMAZIONI SULLA GESTIONE Al termine del primo
Transcript
GRUPPO CALTAGIRONE EDITORE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA SITUAZIONE DEL GRUPPO E SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE AL 30 GIUGNO 2001 === INFORMAZIONI SULLA GESTIONE Al termine del primo semestre dell esercizio 2001 i principali elementi di bilancio confermano l andamento positivo del Gruppo, che fa capo alla Caltagirone Editore S.p.A., che ha conseguito nel periodo un utile di 21,8 milioni di Euro (42,3 miliardi di Lire) e una produzione di 115,3 milioni di Euro (223,2 miliardi di lire). Il margine operativo lordo del periodo risulta pari a 24,7 milioni di Euro (47,8 miliardi di Lire). Il periodo in esame risulta caratterizzato da taluni elementi significativi. Sotto il profilo gestionale vanno segnalati gli accordi sui prepensionamenti e ristrutturazioni aziendali intervenuti tra il Messaggero, il Mattino e le organizzazioni sindacali. Altro dato rilevante l avvio e lo sviluppo del quotidiano nazionale a diffusione gratuita Leggo. Secondo il decreto del Ministero del Lavoro, che è seguito alla trattativa con le organizzazioni sindacali, le due società interessate potranno riassumere 55 unità a fronte dei 170 prepensionamenti ricorrendo alla terzializzazione per alcuni servizi. Questo comporterà a partire dall esercizio 2003 rilevanti economie. 1 Negli esercizi 2001 e 2002 si dovrà invece sostenere l onere relativo ai prepensionamenti. Tale costo nella situazione del primo semestre 2001 grava per 3,5 milioni di Euro (6,8 miliardi di Lire). Nel mese di marzo ha avuto inizio la diffusione di Leggo nella città di Roma e nel successivo mese di giugno nella città di Milano. Attualmente le copie distribuite giornalmente superano le E previsto per il mese di ottobre l avvio della distrib uzione nella città di Torino ed entro la fine dell anno nella città di Napoli. I primi risultati dell iniziativa sono stati lusinghieri. Tale iniziativa dovrebbe raggiungere il pareggio alla fine del 2002, mentre in questo esercizio e nel prossimo si sosterrà lo sforzo dei costi di avviamento, sostanzialmente spesati. Nel primo semestre 2001 tali oneri sono stati pari a 1,7 milioni di Euro (3,3 miliardi di Lire). Il primo semestre 2001 è stato altresì caratterizzato da due elementi congiunturali: l imprevista contrazione del mercato pubblicitario e l aumento del costo della carta. Per quanto riguarda il primo aspetto la contrazione è ascrivibile principalmente al raffreddamento degli investimenti pubblicitari nel settore finanziario, in quello delle telecomunicazioni ed in Internet. Contestualmente si è assistito al ridimensionamento delle potenzialità di sviluppo del mercato pubblicitario legate ad internet. Quanto sopra ha comportato, per il primo semestre 2001, un calo degli introiti provenienti dalla pubblicità. Per quanto riguarda il secondo aspetto, ovvero l incremento del costo della carta, questo è stato determinato dal lievitare dei prezzi internazionali. 2 Il prezzo unitario, a partire dal secondo semestre 2000 ha segnato un incremento costante sino a raggiungere un livello del 25% superiore a quello di partenza. Attualmente però è in corso una inversione di tendenza, con una riduzione del prezzo da Lire/kg a Lire/kg. Vengono di seguito riportati i principali valori raffrontati con quelli del corrispondente periodo dell esercizio MLN/LIT. 000/EURO CONTO ECONOMICO 30/06/01 30/06/00 30/06/01 30/06/00 PRODUZIONE DEL PERIODO RICAVI DA VENDITA RICAVI DA PUBBLICITA' RICAVI PER SERVIZI E INTERNET ALTRI RICAVI E PROVENTI MATERIE PRIME, SUSS., DI CONSUMO (35.168) (30.629) (18.163) (15.819) SERVIZI (59.451) (47.445) (30.704) (24.503) GODIMENTO BENI DI TERZI (3.050) (2.326) (1.575) (1.201) COSTO DEL LAVORO (76.258) (72.345) (39.383) (37.364) ONERI DIVERSI DI GESTIONE (1.522) (2.669) (786) (1.378) MARGINE OPERATIVO LORDO AMMORTAMENTI (19.755) (9.950) (10.202) (5.138) ALTRI COSTI/PROVENTI (2.720) (3.018) (1.405) (1.559) REDDITO OPERATIVO RICAVI FINANZIARI COSTI FINANZIARI (3.509) (3.299) (1.812) (1.704) RISULTATO GESTIONE FINANZIARIA (883) (456) RISULTATO LORDO SALDO GESTIONE STRAORDINARIA (7.197) 272 (3.717) 141 RISULTATO ANTE IMPOSTE QUOTA DELLE MINORANZE (1.868) (6.731) (965) (3.476) RISULTATO DI COMPETENZA DEL GRUPPO Nel confronto tra i dati esposti va rilevato che il risultato del primo semestre 2001 risente della quota di ammortamento degli oneri relativi al collocamento in Borsa della Capogruppo e dell avviamento di Caltanet, non presenti nel corrispondente periodo del 2000 (complessivamente 7,5 milioni di Euro pari a 14,5 miliardi di Lire). LE ATTIVITA DEL GRUPPO AL 30 GIUGNO EDITORIA Nei primi sei mesi dell esercizio 2001 il Messaggero ha migliorato il dato medio di diffusione conseguito nel corrispondente periodo del precedente esercizio. Meritano, al riguardo, particolare menzione i risultati ottenuti nella Regione Marche dove l incremento del dato diffusionale, rispetto al primo semestre del 2000, è risultato pari a circa il 40%. Il fatturato pubblicitario presenta una contrazione, pari a circa l 8,5%, rispetto al corrispondente periodo del 2000 (42,8 milioni di Euro nel 2001 contro 46,8 milioni di Euro nel 2000). Il margine operativo lordo si attesta al valore di 18,9 milioni di Euro (36,7 miliardi di Lire). Nel periodo in esame sono proseguite le attività di ampliamento delle rotative dello stabilimento di Roma che a partire dalla metà del mese di settembre consentirà una foliazione di 56 pagine, di cui 20 a colori. L Edi.Me Società Editrice de Il Mattino, ha conseguito un incremento, pari al 2,6%, del dato medio di diffusione. Il fatturato pubblicitario, registra una contrazione pari al 9,6% (15,6 milioni di Euro nel 2001 contro i 17,3 milioni di Euro nel 2000). 4 Il margine operativo si è attestato a 2,5 milioni di Euro (4,9 miliardi di Lire). La Sigma Editoriale S.p.A., che realizza e distribuisce il quotidiano a diffusione gratuita Leggo, dopo l avvio della distribuzione nella città di Roma, iniziata nel mese di marzo, ha avviato la diffusione del quotidiano, a partire dal mese di giugno, anche a Milano. Il margine operativo lordo dell iniziativa è negativo per 1,6 milioni di Euro (3,1 miliardi di Lire); va naturalmente tenuto conto che si è in fase di avvio. I dati di diffusione registrati nei primi mesi di attività risultano lusinghieri sia su Roma che su Milano. L intervenuta sottoscrizione di un accordo pluriennale con la società Grandi Stazioni permetterà la distribuzione in esclusiva del quotidiano nelle tredici principali stazioni ferroviarie italiane. 2. PUBBLICITA Dopo gli incrementi segnati nel corso del 2000 il mercato pubblicitario è entrato, già dagli ultimi mesi del precedente esercizio, in una fase di contrazione caratterizzata da minori investimenti nei settori delle telecomunicazioni, della finanza e di internet. Comunque, in tale contesto la Piemme S.p.A., Società concessionaria in esclusiva della pubblicità sulle testate del Gruppo e sul Quotidiano di Lecce, Brindisi e Taranto, ha confermato il suo ruolo di rilievo a livello nazionale, conseguendo un utile di 7,9 milioni di Euro (15,3 miliardi di Lire). 3. INTERNET Come noto il settore sta attraversando una fase di assestamento. Caltanet S.p.A. ha proseguito nell attuazione del suo programma di fornitura di servizi e prodotti destinati alla propria clientela. In tale ambito è stato tra l altro realizzato un restyling grafico e di struttura del portale. 5 Il risultato del periodo che risente ancora dei notevoli oneri sostenuti nella fase di avviamento presenta un margine operativo lordo negativo di 2,7 milioni di Euro (5,2 miliardi di Lire). Nel mese di luglio è stata costituita la B2Win S.p.A., dedicata alla fornitura di servizi di Customer Relationship Management. RAPPORTI CON IMPRESE CORRELATE Al fine di fornire una rappresentazione organica dei rapporti intervenuti con parti correlate, così come definite nella raccomandazione CONSOB n del vengono di seguito evidenziati i rapporti patrimoniali ed economici con società correlate. Per quanto riguarda i rapporti patrimoniali al 30 giugno 2001 tra i Crediti verso Altri sono presenti Lire 835 milioni nei confronti di società appartenenti al Gruppo Caltagirone S.p.A. Il saldo è composto principalmente dalla posizione creditoria per Lire 532 milioni de Il Messaggero S.p.A. nei confronti dell Alfa Editoriale S.r.l. Ulteriori rapporti esistenti sono di entità non significativa. Tra i Debiti verso Altri sono comprese posizioni debitorie nei confronti di società del gruppo Caltagirone S.p.A. per complessive Lire milioni. In particolare: - la Edi.Me. S.p.A. risulta debitrice verso la Vianini Lavori S.p.A. per lire 699 milioni in relazione all appalto per la realizzazione delle opere civili del proprio stabilimento di Caivano; - la Caltanet S.p.A. è debitrice nei confronti della Vianini Lavori S.p.A. per lire milioni per canoni dovuti per la locazione dell immobile adibito ad uffici in Roma e centro operativo sulla base di un contratto di locazione stipulato a condizioni di mercato; 6 - la Piemme S.p.A. è debitrice nei confronti dell Alfa Editoriale S.r.l., editrice de Il Quotidiano di Lecce, Brindisi e Taranto per lire milioni per acquisto di spazi pubblicitari. Il rapporto è regolato da un contratto a condizioni di mercato. I rapporti economici di rilievo intervenuti nel periodo tra il Gruppo e le Imprese oggetto del presente paragrafo sono i seguenti: - il Valore della Produzione include ricavi realizzati nei confronti di società del Gruppo Caltagirone S.p.A. per lire 754 milioni; maggiormente rappresentati dalla fornitura di carta da parte de Il Messaggero S.p.A. a Alfa Editoriale Srl; - i Costi della Produzione comprendono addebiti da società del Gruppo Caltagirone S.p.A. per lire milioni, dei quali circa lire milioni registrati da Piemme S.p.A. per acquisti di spazi pubblicitari sul Quotidiano di Lecce, Brindisi e Taranto edito da Alfa Editoriale Srl; - I Proventi verso Altri includono lire 87 milioni per interessi attivi addebitati da Edi.Me S.p.A. alla Vianini Industria S.p.A. per un finanziamento che al 30 giugno 2001 risulta completamente rimborsato. Il Messaggero S.p.A. utilizza l immobile adibito a propria sede legale a titolo gratuito fino al 31 dicembre 2003; in seguito la locazione verrà effettuata a condizioni di mercato. L immobile è di proprietà della SOGIM S.r.l., società del Gruppo Caltagirone. Ulteriori rapporti esistenti sono di entità non significativa. PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELLE ATTIVITA, STRATEGIE DEL GRUPPO E PREVISIONI SUI RISULTATI DELL ESERCIZIO Nel settore editoriale si profila un significativo mutamento di tendenza relativamente al prezzo internazionale della carta che, dopo una crescita di oltre il 25% nel primo semestre del 2001, 7 mostra i segni di un progressivo rallentamento che dovrebbe produrre effetti positivi sul volume dei costi sostenuti dalle testate del Gruppo. Il Messaggero, Il Mattino e Leggo proseguono nell impegno volto all acquisizione di sempre maggiori quote di mercato. In particolare, dopo l avvio della distribuzione del quotidiano Leggo nelle città di Roma e Milano è stata programmata la sua diffusione in quelle di Torino e Napoli, entro la fine del corrente esercizio. Nel settore pubblicitario va segnalato che dal mese di agosto, dopo il rallentamento verificatosi negli ultimi 6/7 mesi, si sta registrando una inversione di tendenza. Sotto tale profilo assumono rilievo sia le maggiori potenzialità di assorbimento della domanda pubblicitaria, conseguite da Il Mattino ed Il Messaggero attraverso il rinnovamento delle loro strutture produttive che permettono una maggiore foliazione, sia le possibilità di sviluppo legate alla diffusione del quotidiano Leggo. Sulla base degli indicatori attualmente disponibili si ritiene che il secondo semestre 2001 potrà segnare un miglioramento rispetto ai dati registrati al 30 giugno NOTE ESPLICATIVE E COMMENTO ALLE PRINCIPALI VOCI DELLO STATO PATRIMONIALE E DEL CONTO ECONOMICO CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2001 STRUTTURA E CONTENUTO La situazione patrimoniale ed economica consolidata al 30 giugno 2001 è stata redatta in conformità alla normativa vigente ed i criteri di valutazione sono quelli previsti dall art del codice civile, ispirandosi ai criteri generali della prudenza e della competenza, nella prospettiva della 8 continuazione dell attività ed in ogni caso senza modifiche rispetto a quelli adottati nella redazione del bilancio al 31 dicembre In particolare ci si è attenuti alle raccomandazioni contenute nella Deliberazione CONSOB n del 14 maggio 1999, modificata con Delibera n del 6 aprile Avvalendosi delle facoltà concesse in tali delibere, conformemente all impostazione seguita per la redazione della precedente situazione semestrale (rappresentante la prima del Gruppo), non sono state determinate le imposte correnti e differite (queste ultime sia attive che passive), in quanto si è ritenuto che solo in sede di chiusura dell esercizio possa essere correttamente valutato il carico fiscale gravante sulle società. Nella redazione dei prospetti contabili sono stati utilizzati gli schemi integrali di stato patrimoniale e di conto economico previsti dalla vigente normativa in materia di bilancio. I prospetti contabili vengono posti a confronto con le corrispondenti voci dell esercizio 2000 e del 30 giugno 2000 al fine di consentire una più immediata valutazione dei dati messi a confronto nei tre periodi in considerazione. Si precisa che i dati riportati nei prospetti contabili sono in milioni di lire. Per la Capogruppo Caltagirone Editore S.p.A. sono riportati i soli prospetti contabili come previsti dall art.81 c.2 lett. B) del Regolamento CONSOB citato. Sono infine allegati i prospetti di stato patrimoniale e conto economico espressi in Euro. Principi contabili e criteri di valutazione I principali criteri di valutazione sono i seguenti: Immobilizzazioni immateriali Sono iscritte al costo di acquisto o di produzione, inclusivo degli oneri accessori di diretta imputazione e sono ammortizzate sistematicamente per il periodo della loro prevista utilità futura. 9 I costi di impianto e di ampliamento, i costi di ricerca e sviluppo e i diritti per le concessioni, le licenze, i marchi e i diritti simili aventi utilità pluriennale sono stati iscritti all'attivo, previo consenso del collegio sindacale. Tali costi sono ammortizzati in un periodo che va da tre a cinque anni. I costi di pubblicità ed i costi promozionali in genere, quando non sono di utilità pluriennale, sono interamente imputati a conto economico nell esercizio di sostenimento. I costi di ristrutturazione su immobili di terzi sono ammortizzati sulla base della durata del diritto di residua utilizzazione. L avviamento corrisponde principalmente al maggior costo d acquisto delle partecipazioni rispetto alla quota di spettanza nel patrimonio netto alla data dell acquisto attribuito, nei limiti del valore di mercato, alle singole testate editoriali. Le testate sono ammortizzate in un periodo di trenta anni dalla data dell acquisto in funzione della loro residua possibilità di utilizzo. La differenza di consolidamento corrisponde all eccedenza del costo di acquisto rispetto alla quota parte del patrimonio netto contabile delle società controllate, non imputabile a specifiche voci dell attivo e del passivo delle società cui si riferisce. La differenza di consolidamento che, ancorché non attribuita in modo specifico, rappresenta l avviamento ed il valore delle testate delle società editoriali, è anch essa ammortizzata in un periodo di trenta anni dalla data di acquisto in funzione della residua possibilità di utilizzazione. Immobilizzazioni materiali Sono rilevate in base al costo di acquisto, comprensivo degli oneri accessori direttamente imputabili, incrementato delle rivalutazioni effettuate ai sensi di legge. Le immobilizzazioni sono sistematicamente ammortizzate in ogni esercizio a quote costanti, in base ad aliquote rappresentative della stimata vita utile dei cespiti. L ammortamento decorre dall entrata in funzione del bene ed è ridotto alla metà per il primo anno di utilizzo. 10 Nel caso in cui risulti una perdita durevole di valore, l immobilizzazione viene corrispondentemente svalutata; ove negli esercizi successivi vengano meno i presupposti della svalutazione viene ripristinato il valore originario, al netto degli ammortamenti. I costi di manutenzione aventi natura incrementativa sono attribuiti ai cespiti cui si riferiscono ed ammortizzati in relazione alle residue possibilità di utilizzo degli stessi. Le spese relative alle riparazioni e manutenzioni ordinarie sono addebitate nel conto economico dell esercizio in cui sono sostenute. nell esercizio. I beni di costo unitario inferiore al milione, vengono interamente ammortizzati Le aliquote utilizzate su base annua risultano essere le seguenti: Descrizione Aliquota Fabbricati destinati all industria 3% Costruzioni leggere 10% Macchinari operatori non automatici e impianti generici 10% Macchinari operatori automatici per operazioni di finitura 15,5% Rotative da stampa per carta in bobine 10% - 20% Sistemi elettronici di fotoriproduzione, fotocomposizione e simili 25% Impianti di climatizzazione 20% Attrezzatura varia e minuta 25% Mobili e macchine d ufficio 12% Macchine d ufficio elettromeccaniche ed elettroniche, compresi i computers ed i sistemi telefonici elettronici 20% Autoveicoli da trasporto 20% Autovetture, motoveicoli e simili 25% Archiviazione elettronica 20% Immobilizzazioni finanziarie Partecipazione e titoli Le partecipazioni in imprese controllate non consolidate, peraltro non significative, e in altre imprese sono valutate con il metodo del costo, ridotto per perdite durevoli di valore nel caso in 11 cui le partecipate abbiano sostenuto perdite e non siano prevedibili nell immediato futuro utili di entità tale da assorbire le perdite sostenute; il valore originario viene ripristinato negli esercizi successivi se vengono meno i motivi della svalutazione effettuata. I titoli di credito a reddito fisso sono valutati al costo di acquisto, previa rilevazione a ratei del premio o disaggio di emissione. I crediti consistenti in immobilizzazioni finanziarie sono iscritti al costo, ridotto per perdite durevoli di valore. Rimanenze Le rimanenze, costituite per la quasi totalità da carta, sono valutate al minor valore tra il costo di acquisto, calcolato con il metodo del costo medio ponderato, ed il valore desumibile dall andamento del mercato. Crediti I crediti sono iscritti al presumibile valore di realizzo, attraverso stanziamenti ad un apposito fondo svalutazione. Ratei e risconti I ratei e risconti sono relativi a proventi e costi di competenza dell esercizio ma esigibili in esercizi successivi e proventi e costi percepiti entro la chiusura dell esercizio ma di competenza di esercizi successivi, comuni a due o più esercizi, l entità dei quali varia in ragione del tempo. Fondi per rischi ed oneri I fondi per rischi ed oneri accolgono gli accantonamenti, non compresi tra quelli che hanno rettificato i valori dell attivo, destinati a coprire perdite o debiti di natura determinata, di 12 esistenza certa o probabile, dei quali alla chiusura dell esercizio non erano determinabili o l ammontare o la data di sopravvenienza. disposizione. Gli stanziamenti riflettono la miglior stima possibile sulla base degli elementi a Fondo trattamento fine rapporto di lavoro subordinato E accantonato in conformità alle leggi ed ai contratti di lavoro in vigore e riflette la passività maturata nei confronti di tutti i dipendenti alla data di bilancio, al netto delle anticipazioni corrisposte ai sensi di legge. Debiti I debiti sono iscritti al valore nominale. Impegni e garanzie Gli impegni e le garanzie sono evidenziati nei conti d ordine al loro valore contrattuale. Riconoscimento dei ricavi e dei costi I componenti positivi e negativi di reddito vengono rilevati in base al principio della prudenza e della competenza temporale. I ricavi per vendita di copie, i ricavi pubblicitari ed i costi ad essi associati sono rile
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks