Please download to get full document.

View again

of 24
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

Il lavoro sociale con i gruppi. Teresa Bertotti Università degli studi di Milano Bicocca

Category:

Art & Photos

Publish on:

Views: 21 | Pages: 24

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
Il lavoro sociale con i gruppi Teresa Bertotti Università degli studi di Milano Bicocca Esperienze di lavoro con i gruppi di utenti dal tirocinio? fam.adottive, Famiglie affidatarie pre-parto, educazione
Transcript
Il lavoro sociale con i gruppi Teresa Bertotti Università degli studi di Milano Bicocca Esperienze di lavoro con i gruppi di utenti dal tirocinio? fam.adottive, Famiglie affidatarie pre-parto, educazione affettività per adolescenti Ragazzi con problemi di dipendenze, Manganaro Genitori di ragazzi tossicodipendenti Persone con disturbo borderline Uditori di voce, (Sansone presenta) Adolescenti nel servizio tutela minori Massaggio infantile (consultorio) 2 Quesiti sul lavoro con i gruppi Come coinvolgere ogni persona, quanto spazio dare a ognuno, come gestire dinamiche interne Quale valore aggiunto rispetto al colloquio individuale Quale ruolo dell as Come gestire la privacy % di successo: grado di efficacia rispetto al lavoro sul singolo Come si conduce, chi, regole specifiche Ruolo dell as: quanto facilitatore, quanto trasmettitore di conoscenze Tipologia di utenza, dimensioni del gruppo, tempi, luoghi Si possono trattare tutte le problematiche? 3 Introduzione - temi della lezione introduttiva Il lavoro con i gruppi nel servizio sociale Storia Definizioni di gruppo - tipi di gruppi Il gruppo come risorsa nel lavoro dell AS Il ciclo di vita del gruppo Le fasi 4 Il gruppo nel servizio sociale Varie definizioni. i gruppi come un insieme di persone fra loro in interazione con continuità, secondo schemi relativamente stabili, le quali si definiscono membri del gruppo e sono definite come tali dagli altri (Merton, 1949) Gruppo some sistema, diverso dalla somma dei suoi membri Intedipendenza: il raggiungimento degli scopi di uno dipende dal fatto che ciascun altro si muove versoi propri scopi o li raggiunga. Lo scopo si raggiunge insieme dizionario di servizio sociale: Una necessità ineludibile.. una preziosa risorsa 5 Breve storia Inizialmente inteso come metodo professionale specifico degli AS, nasce degli Stati Uniti con principi ed obiettivi differenziati dalle altre metodologie (case work, group work, community work) 1934 National conference of social work creazione dell American Association of group workers Ora il servizio sociale ha un processo metodologico unitario, che supera la distinzione dei tre metodi. 6 Fasi di sviluppo del servizio sociale di gruppo (da dizionario di serv soc): dal dopoguerra ad anni 70 - mezzo di ri socializzazione e strumento del servizio sociale di comunità. Ha lo scopo di sostenere partecipazione a istanze collettive, sviluppo rapporti democratici e di collaborazione (riforma agraria,nuclei edilizia pubblica ) focus: micro AS unico operatore, con funzione di organizzazione e promozione e guida dei gruppi, fase di assimilazione metodologica USA e inizio di un elaborazione autonoma Anni gruppo per azione macro collettiva, luogo di coagulo di energie attorno ai problemi sociali (conferenza di servizio sociale di Fregene, 1961) AS passa da tecnico esperto nella conduzione a comnonente del gruppo in una posizione di corresponsabilità (soggetto politicizzato con capacità di mobilitazione) 7 III fase anni 80 Istituzione dei servizi territoriali gruppo di lavoro come emblema dell epoca. équipe come strumento di realizzazione del processo di deistituzionalizzazione e promozione della partecipazione servizi territoriali L AS non è più l unico professionista a gestire il gruppo IV fase da metà fine anni 80 l attenzione agli aspetti relazionali e all ambiente L emblema del periodo è il lavoro con i gruppi lavoro per progetti (coinvolgimento di gruppi di attori in progetti) e dell approccio di rete. Tratto dal Dizionario servizio sociale di gruppo F. Ferrario, È una proposta culturale e professionale Mira alla ricerca di soluzioni in modo partecipato Si fonda sui concetti di parità e socializzazione delle difficoltà È un luogo di confronto e di sviluppo delle conoscenze Tratto dal Dizionario servizio sociale di gruppo F. Ferrario, Quattro filoni culturali: Principi professionali - (principi umanistici, riconoscimento delle diversità, partecipazione) Attenzione al positivo e alle risorse Auto/mutuo aiuto - aiuto reciproco Empowerment Tratto dal Dizionario servizio sociale di gruppo F. Ferrario, Unicità e gruppalità Assunzione di responsabilità nei confronti di un gruppo Capacità di riflettere sul piano personale: percezione di sé e dell altro Consapevolezza della propria identità non monolitica L altro nel gruppo può essere oggetto di identificazioni (reciproche) Appartenenza al gruppo favorisce consapevolezza del prprio mondo interiore (i genogrammi personali) Tratto da Del Rio, Luppi (2010) 11 Le 5 W del giornalismo applicate al gruppo (Heap) Why - le ragioni di un gruppo Who - la composizione del gruppo e l assegnazione dei ruoli previsti What - i contenuti affettivi e di lavoro del gruppo Where - gli obiettivi del gruppo e la sua dimensione spaziale When - i diversi aspetti della dimensione temporale 12 Le buone ragioni del gruppo Il gruppo può essere un buon luogo di interazione se ciascun partecipante Capacità di relazione interpersonale sono/non sono adeguate Le difficoltà appartengono anche ad altri Il gruppo consente un sentimento di compassione Si possono mettere disposizione affetti e conoscenze Si può collaborare senza competere (cooperative learning - Atzei, 2003) 13 Una differenziazione: diverse funzioni Gruppi di lavoro Finalizzazione al compito, produttiva, Assunzione di decisioni funzionali, Realizzazione di obietttivi esterni al gruppo Sviluppa processi relazionali di lavoro Gruppi di aiuto Processi relazionali di crescita La dimensione di compito è legata alla funzione terapeutica in senso lato (sviluppo di processi di crescita) 14 classificazione Gruppi primari (piccoli, fondati su contenuti affettivi e molto personalizzati, centrati sulla soddisfazione dei bisogni sociali dei membri) e Gruppi secondari: più grandi in cui i membri contano per il loro ruolo, non tanto per la loro persona. Centrati su obiettivi specifici Gruppi formali (basari su norme esplicite, in vista di determinati scopi) e gruppi informali (spontanei, senza regole precise per il funzionamento 16 Proprietà Relative alla dimensione (qualità dell interazione e comunicazione) - la stella Strutturali (ruoli aspettative reciprocità) Confini: l appartenenza 17 dinamiche Relative alla formazione del gruppo Alla sua coesione Ai ruoli e alla leadership 18 Il gruppo, nell esperienza dell as, Versante programmatorio Dimensione organizzativa Favorisce lo sviluppo di comunità Accompagna partenariati e reti di progettazine partecipata Veicolo di formazione e informazione Strumento di prevenzione e promozione sociale Contestualizza la collaborazione interprofessionale È il presupposto metodologico del lavoro di rete È una forma di sostegno nella relazione di aiuto 19 Il gruppo ha un ciclo di vita Nasce - nel momento in cui viene pensato - chi lo pensa ne è parte Ha un esistenza - il movimento di individualità e insiemi a cui diamo il nostro contributo professionale Ha una fine - quando le interazioni organizzate e finalizzate tra i suoi membri vengono meno, in modo previsto o imprevisto Responsabilità del conduttore 20 Fasi di realizzazione del gruppo (Heap) Formazione e progettazione Chi?, verso dove (gli obiettivi)?, Perché agire così (le risorse)?, quanti?, cosa si offre?, come apparirà? La fase operativa: La prima riunione e la diagnosi La comunicazione La cultura del gruppo, L evoluzione del gruppo Uso di attività e conduzione collettiva La conclusione del lavoro di gruppo 21 Fasi e metodologia (Zini, Miodini) La rilevazione del bisogno Definizione obiettivi e scelta dei destinatari Individuazione delle risorse e elaborazione del progetto Selezione dei partecipanti Osservazione e ascolto Guida e gestione Conclusione Rif a De robertis 22 Riferimenti bibliografici sul gruppo Del Rio G., Luppi M., (2010) Gruppo e relazione di aiuto. Franco Angeli, Milano Heap K., 1985; la pratica del lavoro sociale con i gruppi, Astrolabio, Roma (testo per esame) Voce del Dizionario di servizio sociale, Servizio sociale con i gruppi (F. Ferrario) Zini, Miodini; (1999), il gruppo; uno strumento di intervento nel sociale, Carocci editore, Roma 23 Una ricognizione sui gruppi:.. Gruppi visti in tirocinio Gruppi di utenti Gruppi di famiglie in attesa di adozione e con adozione in corso (centro adozioni del consultorio) In un cps, gruppo del muretto in cui utenti passano del tempo libero..(non strutturato, forse un gruppo di amici - informale (?) Gruppo di auto mutuo aiuto per parenti di malati di alzheimer, per parenti di persone decedute in incidenti sul lavoro Gruppo massaggio mamma bambino (?) In cps, gruppo voci, delle persone che sentono le voci, (condotto da psic ed educ) Cps, gruppo di orientamento al lavoro (6 incontri condotti da infermiere e educatore) Gruppo di genitori di ragazzi disabili (as e psic) per diventare gruppo ama, per dopo di noi Serv tut minori (bollate) - gruppi di genitori separati e figli di gen separati (Psic ed educ), gruppi di genitori di figli adolescenti (psic e as) Sert (milano ) gruppo terapeutico condotto da psicologa per giocatori d azzardo Gruppo di AMA per genitori e fratelli di persone con pbl psichiatrici, 24 facilitato da uno psicologo
Similar documents
View more...
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks