Please download to get full document.

View again

of 7
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

Le immagini. L ed izione

Category:

Services

Publish on:

Views: 17 | Pages: 7

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
ETTORE CASTIGLIONI UNA VITA DI ALPINISMO ETTORE CASTIGLIONI Ultimo di cinque figli - una fanciulla - di una famiglia lombarda agiata e medio borghese, Ettore Castiglioni nacque a Ruffrè (TN)
Transcript
ETTORE CASTIGLIONI UNA VITA DI ALPINISMO ETTORE CASTIGLIONI Ultimo di cinque figli - una fanciulla - di una famiglia lombarda agiata e medio borghese, Ettore Castiglioni nacque a Ruffrè (TN) il 28 agosto 1908 ove la famiglia si trovava in vacanza. Alla montagna fu iniziato giovanissimo affrontando le prime esperienze alpinistiche con i fratelli Bruno e Manlio (soci SEM) e poi, a soli tredici anni, salì le Torri del Vajolet legato alla corda di Tita Piaz. Un importante incontro di Ettore Castiglioni fu con Vitale Bramani, quando approdò alla SEM nel 1926 al compimento del 18 anno come allora prevedeva lo statuto. La sua passione alpinistica si è sicuramente evoluta in SEM e la naturale maturazione non si fece attendere: presto si mise in evidenza nel mondo della montagna. Molte furono le sue prime e le varianti collezionate che si contano in quasi duecento, ben 34 solo nel Vitale Bramani fu il compagno più assiduo di Ettore Castiglioni anche se saltuariamente maturarono alcuni attriti e dissapori; rimanendo comunque sempre amici, i due si legarono in cordata per quindici anni collezionando così più di cinquanta prime ascensioni. Il suo compagno di cordata ideale poteva essere chi, come lui, era puro di stile e di vita. Virtù che trovò nel roveretano Celso Gilberti, quasi suo coetaneo, che conobbe al Politecnico di Milano e che diventò socio SEM. Con lui strinse un sodalizio che durò fino alla sua tragica scomparsa sulla Paganella nel Le immagini Sul 1 quarto di copertina il ritratto a penna di Fausto Cattaneo pubblicato su I cento anni del CAI edito da Tamari, (dalla Biblioteca Ettore Castiglioni CAI-SEM). In alto da sx: Ettore Castiglioni, Mario Zappa e Vitale Bramani - nel 1938 sulla Crète de Bosses - in scialpinismo al M. Bianco; A lato da sx: Vitale Bramani e Ettore Castiglioni nel 1937 ai Pizzi Gemelli. (Ove non indicato le immagini sono dell archivio della Famiglia Bozzoli Parasacchi.) L ed izione E una di quelle straordinarie de La Traccia notiziario della SEM Società Escursionisti Milanesi sezione del CAI (www.caisem.org), per la Mostra, Convegno ed Inaugurazione del Parco dedicato a Ettore Castiglioni a Parma, organizzato dalla locale Sezione del CAI e dal Comune di Parma, con la partecipazione di CAI SEM, di CAI Sezione Ettore Castiglioni Tregnago, di Enti e diverse altre Associazioni. I testi Sono di Gianfranco Fava (Jeff), che ha curato anche l elaborazione delle immagini e la redazione dell insieme. (Stampata in proprio in aprile 2016) Un altro alpinista con cui Ettore Castiglioni prediligeva legarsi in cordata fu Bruno Detassis ( 8 maggio 2008 a 97 anni), conosciuto al rifugio Pedrotti nel 1933, cercando un compagno per le ascensioni e le ricerche necessarie alla riedizione delle Guide dei Monti d'italia di cui il TCI e il CAI gli affidarono il coordinamento. Con lui esplorò il Gruppo del Brenta per verificare di persona il tracciato delle vie di salita, arrampicando in cordata su quelle più difficili e in solitaria su quelle con difficoltà fino al V grado. Ettore Castiglioni arrampicò assiduamente anche con gli altri esponenti dell'attività alpinistica in SEM e non: sia accademici, sia esperti ed ardimentosi, esplorando sempre il mondo alpinistico nel suo complesso che, per la sua preparazione, gli consentì di effettuare importanti ascensioni con alpinisti di grande e chiara fama la cui rassegna, anche se arida per l immaginario comune, viene proposta per rendere un immagine completa dell entità e della qualità delle imprese che lo hanno contraddistinto. Sicuramente, tra tutti i compagni di cordata preferiva quelli ai quali era pari tra i pari , sia per un senso di giusta fierezza e legittimo orgoglio, sia perché non poteva rinunciare di sentirsi partecipe all'impresa a tutti gli effetti. Ne è la prova l ntolleranza caratteriale del suo spirito libero alle spedizioni ed alle imprese di gruppo - Ande Patagoniche con il Conte Aldo Bonacossa - che talvolta comportavano decisioni non pienamente condivise da tutti i componenti. Nella SEM Ettore Castiglioni trovò un ambiente sereno e molto vicino al suo modo d'intendere la vita. Ma soprattutto, trovò gli uomini adatti al suo carattere particolare, al suo temperamento e al suo modo di pensare che frequentemente lo esponeva a confronti talora accaniti, anche con gli amici, senza lasciare però remore d'alcun genere per il prosieguo dei rapporti. Forse anche per questo dedicò alla SEM il suo ardore giovanile anche se, per carattere, rifuggiva dalla confusione delle gite sociali a quel tempo così numerose e frequentate, ma ne 1 riconosceva i meriti di un'importante opera di proselitismo esercitata dalla sezione attraverso le numerose iniziative per le quali era famosa. Non mancò di essere tra gli Istruttori - unitamente agli altri Accademici della SEM, a Gabriele Boccalatte e a Carletto Negri - del primo Corso di arrampicamento su granito che la SEM organizzò nel 1938 al Rifugio A. Omio, inaugurato l'anno precedente, plaudendo all'iniziativa intesa alla formazione ... di una vera e propria Scuola di Alpinismo, in cui gli Allievi erano portati a conoscere la vera montagna, attraverso una serie di ascensioni di difficoltà progressive... . Precisazione puntuale che prendeva le distanze dalle motivazioni delle già esistenti Scuole di palestra , deplorando le finalità di avvalersi della montagna come mezzo utilizzato solo per lo sfoggio atletico, riflessione antesignana di una filosofia affermatasi esattamente trent'anni dopo. Il risultato di questa passione fu l'edizione di cinque Guide dei Monti d'italia che portano il suo nome: le prime tre furono pubblicate dal 1936 al 1942 e postume le rimanenti due, grazie alla scrupolosa produzione di appunti, schizzi e relazioni preparatorie, redatte con moltissime ricognizioni sul terreno, più di un topografo di professione. Per poter frequentare la montagna in ogni stagione, Ettore Castiglioni praticò anche lo scialpinismo e spesso in solitaria, ebbe anche un incidente che gli provocò l'accorciamento di una gamba per un errore ortopedico, e ne curò l'edizione di ben seicento itinerari - di cui il 95% sono stati interamente percorsi da lui - compresi nella Guida sciistica delle Dolomiti e di un'altra relativa ai comprensori del Bondone, Paganella, Gruppo del Brenta e Presanella. Una vita che è il racconto immaginario delle sue montagne vissute, le cui pagine sono colme di emozioni, sentimenti, riflessioni ed anche relazioni, scritte con il medesimo fervore che pervade chi pensa all innamorata lontana ma sempre presente e vicina nell ispirazione. È parte di questo breve racconto anche la rassegna, che segue in dettaglio, delle notevoli imprese alpinistiche di Ettore Castiglioni stralciate dai Primati alpinistici conseguiti dai Soci negli ultimi quarant anni del tomo Cinquant anni di Vita della Società Escursionisti Milanesi - curato da Eugenio Fasana - al quale diede anche il suo contributo letterario. Lo stemma storico della SEM con il conio celebrativo dei suoi primi 50 anni di vita, che hanno segnato gloriosiamente la storia dell alpinismo italiano di cui Ettore Castiglioni ne fu protagonista con gli altri Accademici e Soci della SEM, ma non solo, e di quest ultimi furono più di 500 le prime ascensioni nella prima meta del secolo scorso. Abbreviazioni: p. a. ass. = Iª ascensione assoluta, p. a. = Iª ascensione, p. p. = I percorso d'una parete, d'una cresta, ecc. in discesa (o d'una cresta di collegamento), p. t. = Iª traversata (d'un monte, d'un colle, d'una cresta di colllegamento, n. v. =nuova via, v. = variante d'ascensione, p. i. = Iª ascensione italiana, p. s. g. = Iª ascensione senza guida PELMETTO, m (Gr. del Pelmo) p. parete O - p. a. (B. e E. Castiglioni) CIMERLO, m (Pale di S. Martino) - p. parete E - p. a. (E. e B. Castiglioni). SASS DA MUR, m (Alpi Feltrine) p. parete NO - p. a. (E. B. e M. Castiglioni) MOIAZZA m (Gr. della Civetta) dall'o - p. a. (E. e B. Castiglioni). GRAN VERNÈL, m (Gr. della Marmolada) dal N - p. a. (E. e B. Castiglioni). VEZZANA, m (Pale di S. Martino) diretta p. parete O - n. v. (Zagonel - Langes - Rossi - E. Castiglioni) PIZ DI SAGRÒN, m (Alpi Feltrine) p. parete N - p. a. (E. Castiglioni - Kahn) SPALLONE DEI MASSODI, m (Gr. di Brenta) dal S - p. a. (Agostini - E. Castiglioni - Kahn). CIMA MOLVENO, m (Gr. di Brenta) p. parete E - p. a. (E. Castiglioni - Kahn). TRIDENTE DI MOIAZZA, m (Gr. della Civetta) - p. a. ass. e p. t. (E. Castiglioni - Kahn). TORRI DEL CAMP, m (Gr. della Civetta) - p. a. ass. e p. t. (E. Castiglioni - Kahn) CAMPANIL BASSO, m (Gr. di Brenta) p. via Meade - p. i. (E. Castiglioni - E. Bozzoli - V. Bramani). TORRE CONEGLIANO E TORRE STORTA, (Gr. della Civetta) - p. a. ass. (E. Castiglioni - E. Bozzoli - Agostini - Burchiani - Kahn). TORRE TRIESTE, m (Gr. della Civetta) p. la gola O - p. a. (E. Castiglioni - Kahn). TORRE VENEZIA, m (Gr. della Civetta) p. parete O - p. a. (E. Castiglioni - Kahn). CIMA BARATIERI, m (Gr. di Brenta) p. parete S - p. a. (E. Castiglioni, solo). CROZZON DI BRENTA, m diretta per la parete NE - v. (E. Castiglioni - Conci) TORRE NINO, m e. (Gr. Camino Bagozza-Concarena) p. parete N - p. a. (V. Bramani - Forgiarini - E. Castiglioni). TORRE DI FORNI, (Monfalconi) - p. a. ass. (E. Castiglioni - C. Gilberti). TORRE GABRIELLA, (Gr. del Cridola) - p. a. ass. e p. t. (E. Castiglioni - C. Gilberti). PRESOLANA OCCIDENTALE, m (Pr. Bergamasche) p. spigolo N - p. a. (C. Gilberti - E. Castiglioni - V. Bramani). CADIN DI VEDORCIA, m (Spalti di Toro) p. spigolo O - p. a. (C. Gilberti - E. Castiglioni). TORRE SPINOTTI, (Gr. del Cridola) - p. a. ass. e p. t. (C. Gilberti - E. Castiglioni) CIMA GRANDE DI LAVAREDO, m p. via Stosser - p. i. (Carlesso - E. Castiglioni - Granzotto). ZUCCONE DI CAMPELLI, m (Alpi Orobie) p. parete O - n. v. (E. e M. Castiglioni - R. Asti). SORAPÌS, m diretta p. parete N - p. n. (E. Castiglioni - Ravà). TORRE SIORPAÈS, m (Cadini di Misurina) p. spigolo N - p. a. (E. Castiglioni - Ravà). CRODA DEI TÓNI DI MEZZO, m p. spigolo NO - p. a. (E. Castiglioni - V. Bramani). CIMA BAGNI, m (Gr. Popera) p. parete E - p. a. (E. Castiglioni - V. Bramani - L. Gasparotto). CRODA PIAN DI CENGIA (Gr. Popera) p. parete E - p. a. diretta (E. Castiglioni - V. Bramani - L. Gasparotto). CRODA DEL PASSAPORTO, m (Gr. del Paterno) p. parete E - p. a. (E. Castiglioni - V. Bramani). GUGLIA ANGELINA, m (Grigna) p. parete O - p. a. (E. Castiglioni - R. Asti). PUNTA FIAMMES, m c. (Dol. d'ampezzo) diretta p. spigolo S - v. (E. Castiglioni - C. Gilberti). MANGART, m (A. Giulie) direttissima parete N - p. a. (C. Gilberti - E. Castiglioni - L. Gasparotto). PICCOLO MANGART, m (A. Giulie) p. spigolo N - p. a. (C. Gilberti - E. Castiglioni - Granzotto), CIMA VÉUNZA, m (A. Giulie) p. parete N - p. a. (C. Gilberti - E. Castiglioni). BUSAZZA, m (Gr. della Civetta) direttissima parete O - p. a. (C. Gilberti - E. Castiglioni) CIMA BACCHETTA, m (Concarena) p. cresta N - p. a. (V. Bramani - E. Castiglioni - E. Bozzoli - L. Gasparotto). CORNI BRUCIATI, (Punta Centrale) m p. trav. per cresta alla p.ta NE - (V. Bramani - E. Castilgioni) CORNI BRUCIATI, (Punta Centrale) m p. asc. per la cresta Sud - (V. Bramani - E. Castilgioni) CIMA DELLE FONTANE FREDDE, (Gr. di Brenta) diretta p. parete NE - n. v. (Giordani - E. Castiglioni). PUNTA IOLANDA, m (Gr. di Brenta) p. spigolo SE - p. a. (E. Castiglioni - Friederichsen). DOS DI DAIÙM, m (Gr. di Brenta) p. parete N - p. a. (B. Detassis - E. Castiglioni). CROZZON DI BRENTA, m p. parete O - p. a. (B. Detassis - E. Castiglioni). CIMA TOSA, m (Gr. di Brenta) p. parete SO - p. a. (B. Detassis - E. Castiglioni). CIMA TOSA, (Gr. di Brenta) direttissima per la parete N - n. v. (E. Castiglioni - B. Detassis). TORRE GILBERTI, (Gr. di Brenta) - p. a. ass. (E. Castiglioni - B. Detassis). CAMPANILI DEI FRACINGLI, (Gr. di Brenta) - p. a. ass. e p. t. (E. Castiglioni - Kahn). PIZ GLÜSCIAINT m (Gr. del Bernina) diretta p. parete E - n. v. (V. Bramani - E. Castiglioni). CORNI BRUCIATI, m e m (Gr. Disgrazia) p. cresta SO p. n. e p. t. - p. parete O (discesa) p. p. (V. 2 3 Bramani - E. Castiglioni). CIMA DELL'AVERTA, m (Gr. Disgrazia) p. parte SE p. a. - p. parete O (in discesa) p. p. (V. Bramani - E. Castiglioni). PIZZO VICIMA, m (Gr. Disgrazia) p. parete N - p. a. (V. Bramani - E, Castiglioni). GEMELLI, m (Cadini di Misurina) p. spigolo SE - p. a. (E. Castiglioni - Zoia). TORRE DI FANIS, m (Gr. di Panis) p. spigolo S - p. a. (E. Castiglioni - Pisoni) SASSO D'ORTIGA, m (Pale di S. Martino) p. parete N - p. a. (Stauderi - E. Castiglioni). CIMA d'oltro, m (Pale di S. Martino) p. spigolo NO - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). PALA DEL RIFUGIO, (Pale di S. Martino) p. spigolo NO - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). CIMA WILMA, m (Pale di S. Martino) p. spigolo SO - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). CIMA CANALI, m (Pale di S. Martino) p. parete S - p. a. (B. Detassis - E. Castiglioni). CAMPANILE DI PRADIDALI, m (Pale di S. Martino) p. parete E - p. a. (E. Castiglioni - M. Bardelli - B. Detassis - S. Saglio). SASS MAÒR m (Pale di S. Martino) p. spigolo SE - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). CIMA DI RODA, m (Pale di S. Martino) p. parete O - p. a. (E. Castiglioni - Battisti). LE ZIRÒCCOLE, m (Pale di S. Martino) p. spigolo S - p. a. (E. Castiglioni - Battisti). FOCOBÒN, m (Pale di S. Martino) p. parete N - p. a. (E. Castiglioni - Battisti). TORCIA DI VALGRANDE, (Pale di S. Martino) - p. a. ass. (E. Castiglioni). PALA DI S. MARTINO, m diretta p. spigolo SE - n. v. (E. Castiglioni - V. Bramani). CIMA IMMINK, m (Pale di S. Martino) p. parete NE - p. a. (E. Castiglioni - V. Bramani). CIMA DELLE COMELLE,m (Pale di S. Martino) p. parete N p. a. - p. parete S (in disc.) p. p. (E. Castiglioni - V. Bramani). PIZ LONG, m (Pale di S. Martino) p. parete N - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). PIZZOCCO, m (Alpi Feltrine) p. parete NE - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis - A. Zoia). PRESOLANA CENTRALE, m p. spigolo SSO - p. a. (E. Castiglioni - E. Bozzoli). CIMA DEL COMEDÒN, m (Alpi Feltrine) p. parete S - p. a. (B. Detassis - E. Castiglioni). SASSO LARGO, m (Alpi Feltrine) p. parete NE - p. a. (B. Detassis - E. Castiglioni). CIMA d'angheràz, m (Pale di S. Martino) - p. a. ass. e p. t. (E. Castiglioni - V. Bramani - B. Detassis). TORRI DEL CIMERLO, (Pale di S. Martino) p. a. ass. e p. t. (E. Castiglioni - B. Detassis). POLLICE, CIMA LARGA, NANO E TORRE DI FERÙC, m (Gr. dei Ferùc) - p. a. ass. e p. t. delle 4 cime (E. Castiglioni - B. Detassis - Stauderi - G. e M. Brunner). PUNTA CEREDA m (Alpi Feltrine) p. parete N - p. a. (E. Castiglioni - Corti). SASSO DELLE UNDICI, m (Alpi Feltrine) dal N - p. a. (E. Castiglioni - Stauderi). CAMPANILE D'OSTIO, m (Pale di S. Martino) p. spigolo O - p. a. (B. Detassis - E. Castiglioni - Corti - Stauderi). È in quest anno che il Ministro Angelo Manaresi Reggente del Centro Alpinistico Italiano (ex ed attuale Club Alpino Italiano) propose l assegnazione ad Ettore Castiglioni della medaglia d'oro al valore atletico , un riconoscimento tipico di una cultura legata ad un'epoca, ma anche lo sfruttamento opportunistico di un'immagine a scopo propagandistico. La sua riluttanza a questa iniziativa è ben espressa nel suo diario inedito del 1934: ...Ora ho anche la seccatura della medaglia che mi tocca accettare per non offendere chi me l'ha assegnata, credendo di farmi piacere e mi toccherà di andare alla cerimonia in mio onore e pigliar le congratulazioni per le mie ascensioni. Cosa c'entrano tutti loro? Le mie ascensioni le ho fatte per me, e per me solo, e sono e resteranno soltanto mie e non potranno essere infangate da tutto l'oro del mondo... SCIORA DI FUORI, m (Gr. Albigna) p. spigolo NO - p. ; . (V. Bramani - E. Castiglioni). M. FORNÈL, m (Gr. dei Ferùc) - p. a. ass. e p. i. (E. Castiglioni - V. Bramani). TORRE del MONT'ALTO m (Gr. dei Ferùc) - p. a. ass. e p. t. (E. Castiglioni V. Bramani). PIZZOCCO, m (Alpi Feltrine) p. cresta O - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). CIMA DEL MARMOR, m (Pale di S. Martino) p. cresta N - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis - A. Zoia). SASSO BIANCO, m (Gr. della Marmolada) p. parete N - p. a. (B. Detassis - E. Castiglioni - A. Zoia). CAMP. BASSO DI MESDÌ, m (Gr. di Sella) p. parete N - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). GRAN VERNÈL m (Gr. della Marmolada) p. cresta O - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). TORRE DEL PISSADÙ, m (Gr. di Sella) p. parte NE - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). SASSO DELLE NOVE, m (Gr. di Sella) diretta per i camini E - n. v. (E. Castiglioni - B. Detassis). PIZ da LEC de BOÈ, m (Gr. di Sella) p. parete SE - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). SASSO delle DIECI, m (Gr. di Sella) diretta p. parete SE n. v. - p. parete S (in disc.) p. p. (E. Castiglioni - B. Detassis). TORRE DEL BOÈ, m (Gr. di Sella) p. parete NO - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). SPIZ DELLA LASTÌA, m (Pale di S. Martino) p. parete NO - p. a. (E. Castiglioni - B. Detassis). PUNTA RASICA, m (Gr. dell'albigna) p. parete S - p. a. (E. Castiglioni - A. Bonacossa). SASSO DELLE NOVE, m (Gr. di Sella) p. parete NO - p. a. (E. Castiglioni - E. Fasana). TORRE DI ROCES, m (Gr. di Sella) - p. a. ass. e p. t, (E. Castiglioni - V. Bramani). BEC de MESDÌ, m (Gr. di Sella) p. parete SE - p. a. (E. Castiglioni - V. Bramani). PICCOLA FERMEDA, m (Gr. delle Odie) p. parete NO - p. a. (E. Castiglioni - V. Bramani). PIZ de CIAVAZES m (Gr. di Sella) direttissima p. parete S - p. a. (Micheluzzi - E. Castiglioni). TORRE DI BOCCIOLETO (Val Sesia) - p. a. ass. senza lancio di corda (E. Castiglioni - C. Negri) MARMOLADA DI ROCCA, m p. parete S - p. a. (Vinatzer - E. Castiglioni). ROCCA CASTELLO, (Val Maira) p. parete O - p. a. (E. Castiglioni - V. Bramani - E. Bozzoli). ROCCA CASTELLO, (Val Maira) p. parete S - p. a. (E. Castiglioni - V. Bramani). ORONAYE, m (Val Maira) p. cresta NE - p. a. (E. Castiglioni - A. Bonacossa). GUGLIE d'enchiàusa (Val Maira) - p. t. (E. Castiglioni - A. Bonacossa) PIZZI GEMELLI, m (Gr. Albigna) p. cresta NN0 - p. i. (V. Bramani - E. Bozzoli - E. Castiglioni). CERRO DOBLADO, m (Ande della Patagonia) - p. a. ass. (T. Gilberti - E. Castiglioni - Dubosc). TORRONE OCCIDENTALE, m (Gr. dell'albigna) p. parete O - p. a. (V. Bramani - E. Castiglioni - E. Bozzoli). M. GRUETTA, m (Gr. del M. Bianco) p. parete N - p. a, (G. Boccalatte - E. Castiglioni - T. Gilberti). PIZZO BADILE, m (Gr. dell'albigna) p. parete NO - p. a. (E. Castiglioni - V. Bramani). GRANDE VERGINE, (Alpi Giulie) diretta p. parete NO - n. v. (E. Castiglioni - Soravito). CRETA della CIANEVATE, m (Alpi Carniche) p. parete SO - p. a. (E. Castiglioni - Soravito). CEDA BASSA, m (Gr. di Brenta) p. parete SO - p. a. (E. Castiglioni - V. Bramani - G. Boccalatte). COGLIANS, m (A. Carniche) p. pilastro N - p. i. (E. Castiglioni - R. Barzaghi - E. Bozzoli) CIMA del LAGO (A. Carniche) - p. i. (E. Castiglioni - R. Barzaghi - E. Bozzoli). BRENTONI, m (Alpi Carniche) p. spigolo S p. a. - p. cresta SE (in discesa) p. p. (E. Castiglioni - B. Detassis). CRODA CASARO, m (Alpi Carniche) diretta p. parete NE n. v. - p. cresta NO (discesa) p. p. (E. Castiglioni - Soravito). CAMPANILI d'elbel, m (Alpi Carniche) - p. a. ass. (E. Castiglioni - Soravito). CRODA dei LONGELÌN, m (Alpi Carniche) p. parete N - p. a. (E. Castiglioni - Pisoni). TERZA GRANDE, m (Alpi Carniche) p. parete NO - p. a. (E. Castiglioni - Pisoni). CRISSÌN, m (Alpi Carniche) p. parete NE - p. a. (E. Castiglioni - Pisoni). CRETON dell ARCO (Alpi Carniche) p. fessura NO - p. a. (E. Castiglioni - Pisoni). CAMPANILE LUISA, (Alpi Carniche) p. spigolo N - p. a. (Pisoni - E. Castiglioni). TRE CAMPANILI del RINALDO (Alpi Carniche) p. t. (Pisoni - E. Castiglioni). BIEGENKOPF NORD, m (Alpi Carniche) p. parete E - p. a. (E. Castiglioni - Soravito - Sancristoforo) CIMA WILMA, m (Pale di S. Martino) p. camino O - p. a. (Buffa - E. Castiglioni) CRESTA D'AJERON, m c. (Gr. Marmarole) - p. p. compl. (E. Castiglioni - S. Tutino - A. Vinco). CIMA di VALTANA, m (Gr. Marmarole) p. parete S - p.
Similar documents
View more...
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks