Please download to get full document.

View again

of 12
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

n. 1 In questo numero: Anno 6 Marzo 2006 La Carnia nel cuore Un cuore d oro per il Friuli Poesie friulane per la Carnia Le ricette del cuore

Category:

Internet

Publish on:

Views: 33 | Pages: 12

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
Anno 6 Marzo 2006 n. 1 Lega friulana per il Cuore Spedizione in abbonamento postale comma 20/C legge 662/96 DCI - Udine ORGANO UFFICIALE Tariffa associazioni Senza Fini di Lucro ex Tabella C Autorizzazione
Transcript
Anno 6 Marzo 2006 n. 1 Lega friulana per il Cuore Spedizione in abbonamento postale comma 20/C legge 662/96 DCI - Udine ORGANO UFFICIALE Tariffa associazioni Senza Fini di Lucro ex Tabella C Autorizzazione Tribunale di Udine N. 6/2001 DEL 14/02/2001 In questo numero: Carnia, primi del 900. (Foto: Touring Club Italiano) La Carnia nel cuore Un cuore d oro per il Friuli Poesie friulane per la Carnia Le ricette del cuore Sommario Pubblicazione edita con il sostegno della Il sogno del Friuli nel Cuore: iniziamo con La Carnia nel Cuore 3 Professionisti e Volontari per il Cuore 4 Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone La Carnia nel Cuore 5 Un Cuore d Oro per il Friuli 8 La Pagjne furlane 9 La Posta del Cuore 10 Il gusto del Progetto 3C 11 Organo ufficiale della Lega per il Cuore Iscrizione al Tribunale di Udine n. 6 del Direttore Pietro Villotta Capo Redattore Responsabile Diego Vanuzzo Comitato di Redazione Cav. Fausto Borghi Dott. Ezio Alberti Dott.ssa Maria Grazia Baldin A.S.V. Donatella Bellotti A.S.V. Daniela Del Fabro Dott. Paolo Maria Fioretti Dott. Ugolino Livi A.S.V. Fabiola Mattiussi Dott. Lucio Mos Redazione artistica Aldo Civaschi Redazione Spazio Giovani Elisabetta Borghi Daniele Musig Antonio Vanuzzo Direzione, redazione e amministrazione Via Savorgnana, Udine Tel. /Fax 0432/ Orario segreteria dalle 10,00 alle 12,00 Tel. 0432/ Fax 0432/ Membri Consiglio Direttivo Fausto Borghi (Presidente) Milena Broglia (Vice-presidente) Elisabetta Borghi (Assistente di segreteria) Odette Boschi Aurelio Burba Rosanna Cumaro Romano De Paoli Paolo Maria Fioretti Luciano Fornasari Mario Martina Duilio Tuniz Diego Vanuzzo (Segretario) Responsabile Amministrativo Rag. Eugenio Nobile Impaginazione e stampa Grafiche Civaschi - Povoletto pag.2 La parola al Presidente Il sogno del Friuli nel Cuore: iniziamo con La Carnia nel Cuore di Fausto Borghi Cari Amici, se ci avete seguito nel 2005 avete sicuramente notato il grande impulso che la nostra Associazione ha dato alla promozione della cultura preventiva, in particolare cardiovascolare, con numerosissime iniziative, tra le quali spiccano il Progetto 3C Cuore, Comunità, Comune di Povoletto, le serate sanitarie in moltissimi comuni friulani, la produzione di materiale di informazione ed educazione sanitaria, il sostegno concreto alle strutture cardiologiche e cardiochirurgiche della Provincia di Udine. Chi ci legge per la prima volta può chiedere alla nostra Segreteria i numeri arretrati de Il battito 2005, in cui diamo puntualmente ragione di quanto fatto. Il merito di questi risultati non è solo nostro, ma di tutti voi, che ci seguite, aderite all Associazione o rinnovate l iscrizione, partecipate alle iniziative, fate concrete donazioni. Nel volontariato è particolarmente vero il paradosso, riportato in molte religioni e culture, compresa quella cristiana, che a chi ha sarà dato : se voi ci aiutate, date, ciascuno secondo la propria possibilità e sensibilità (quale bel dono regalare l iscrizione ad un amico!), la Lega Friulana per il Cuore acquisterà risorse importanti per dare al Friuli, che ne ha tanto bisogno, più prevenzione. E questo il sogno mio e di tutti i più diretti collaboratori, dal Consiglio Direttivo, al Comitato Tecnico- Scientifico, al Comitato di Redazione di questa Rivista: ridurre le malattie cardiovascolari in Friuli ben al di sotto della media nazionale. Lo abbiamo chiamato il sogno del Friuli nel cuore e vi chiediamo di condividerlo con noi, come fanno istituzioni prestigiose come la Fondazione CRUP, che ci assicura il suo sostegno per questa pubblicazione e come fanno generosi donatori, per i quali, se accettano una testimonianza pubblica, abbiamo deciso di pubblicare la rubrica Un cuore d oro per il Friuli. Altri invece preferiscono maggiore riservatezza, ma sono encomiabili per l altruismo. I sogni comunque devono tradursi in realtà per avere senso: per questo abbiamo deciso di cominciare con l iniziativa La Carnia nel cuore, che troverete descritta nelle pagine successive: la scelta non è casuale, perchè in questa zona del Friuli le malattie cardiovascolari colpiscono più pesantemente, anche in relazione a stili di vita meno salutari. Nel ringraziare i protagonisti, - li troverete nelle prossime pagine confido in una grande partecipazione delle genti carniche alle manifestazioni: una Carnia con meno infarti, meno ictus, meno morti cardiovascolari è possibile: diamoci da fare! n. 1 - Marzo 2006 pag.3 Editoriale Professionisti e Volontari per il Cuore Dr. Ezio Alberti e Dr. Diego Vanuzzo per il Comitato Tecnico-Scientifi co della Lega Friulana per il Cuore: Dr. Paolo M. Fioretti (coordinatore),,dr.ssa Maria Grazia Baldin, Dr. Ugolino Livi, Dr. Lucio Mos, Dr. Duilio Tuniz (segretario). Cari Amici e Soci della Lega Friulana per il Cuore, non spetta a noi fare un bilancio del nostro ruolo di tecnici a supporto delle azioni che la nostra Associazione ha realizzato nel 2005, in particolare con il Progetto 3C, Cuore, Comunità e Comune di Povoletto, ma i commenti sono stati lusinghieri e ci spronano ad andare avanti. Il nostro essere volontari, cioè investire gratuitamente parte del nostro tempo libero con voi e per voi, deriva proprio dal fatto che lavoriamo professionalmente nelle strutture cardiologiche e cardiochirurgiche della Provincia di Udine, di cui abbiamo la responsabilità. Operando ogni giorno con le devastazioni delle malattie cardiovascolari, cercando attivamente, nel rapporto indispensabile con i Medici di Medicina Generale, di prevenirne le ricadute o l insorgenza in coloro che sono ad alto rischio, ci rendiamo conto che la cultura della prevenzione non è ancora così diffusa per consentirci maggiori successi. Ci è difficile far capire che, superato un infarto, un angioplastica coronarica, un by-pass, lo stile di vita non può essere quello tradizionale friulano; lo stesso dicasi per chi ha l ipertensione, il diabete, elevati livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Purtroppo non abbiamo molto tempo per parlare, spiegare, sostenere. Ecco perché siamo insieme, tra noi e con voi, nelle iniziative della Lega Friulana per il Cuore: investendo parte del nostro tempo libero confidiamo che la promozione di un sano stile di vita diventi cultura vissuta di tutti, evitando le malattie che combattiamo e rendendo più efficaci le cure e le procedure che proponiamo a chi ne è affetto. Il nostro primo impegno per il 2006 è La Carnia nel cuore, fortemente proposta da uno di noi (Dr. Ezio Alberti), con il sostegno di tutti e del Consiglio Direttivo della Lega Friulana per il Cuore. Il Programma è in ultima di copertina. Non si tratta solo di tre incontri, ma di un modo nuovo di rapportarsi tra cardiologi, volontari, Istituzioni, Associazioni della comunità, cittadini. Ringraziamo qui il dinamismo del nostro Presidente Borghi che crea alleanze e sinergie per le realizzazioni concrete di quanto proponiamo, ma anche l opera meno evidente, ma preziosissima, degli altri volontari. Ringraziamo anche noi l ASCOM e le Istituzioni, i Comuni di Tolmezzo, Arta Terme, Ovaro, e, in particolare l alta Direzione dell ASS 3 Alto Friuli che ci hanno concesso il patrocinio. Quello che speriamo è di ritrovarci in tanti a parlare di cuore e di prevenzione, anche senza camice: la nostra esperienza ed anche quella internazionale ci dicono che se operiamo insieme, professionalmente e nel volontariato, c è più salute. pag.4 Una nuova iniziativa per informare e prevenire La Carnia nel Cuore A cura del Comitato di Redazione Cuore e Salute La prima nuova iniziativa del 2006 della Lega Friulana per il Cuore ha un titolo significativo: La Carnia nel cuore. Immaginiamo i sentimenti di tantissimi emigranti da questo lembo di Friuli, bello ed aspro, ma fino a pochi anni fa povero di opportunità di lavoro e sviluppo: sicuramente nel freddo e grigio della Germania, della Svizzera e di altri paesi del Nord e Centro Europa questi nostri lavoratori si portavano la Carnia nel cuore, pensando al calore della famiglia, degli amici, alla bellezza mozzafiato della loro terra nelle stagioni del risveglio e della maturità della vita naturale. Anche noi della Lega Friulana per il Cuore vogliamo far nostro questo modo di sentire, ma traducendolo in azione, affinché sempre più carnici possano godere della bellezza, dell arte, della cultura della loro terra, nella pienezza del dono maggiore per ogni essere umano, la salute. Il nostro Presidente, nel suo editoriale, ci parla di un sogno, ridurre Lega Friulana per il Cuore La Carnia nel Cuore Malattie cardiovascolari e prevenzione in Carnia le malattie cardiovascolari, perché dai dati di cui disponiamo sappiamo che la Regione Friuli-Venezia Giulia e la Carnia in particolare sono gravate da un eccesso di malattie cardiovascolari e tumori, anche nelle età di mezzo della vita, non solo negli anziani. E un prezzo troppo alto da pagare, che strappa alle famiglie o rende invalide persone ancora nel pieno dell attività lavorativa o agli inizi del meritato riposo con la pensione, con costi sociali ed economici rilevanti. I cardiologi ed i cardiochirurghi del nostro Comitato Tecnico-Scientifico, molti con ruoli di rilievo nelle società scientifiche internazionali e nazionali, ci spiegano che questo eccesso di malattie cardiocircolatorie in Carnia ed in Friuli in generale, non è dovuto a particolari caratteristiche genetiche od alla scarsità di strutture sanitarie, ma allo stile di vita medio della popolazione. Un modo di comportarsi ancorato a tradizioni forse imposte dalla necessità, in anni di miseria e duro lavoro fisico, ma certamente superate dal tenore di vita attuale che fortunatamente è migliorato in Carnia ed Friuli, in particolare dopo la grande ricostruzione postterremoto. In Carnia ed in Friuli i principali responsabili di questa vera e propria epidemia di malattie cardiovascolari e tumori (si parla n. 1 - Marzo 2006 pag.5 Cuore e Salute di epidemie quando ci sono troppi casi nella popolazione, non solo per le malattie da contagio), sono l alimentazione scorretta, la scarsa attività fisica ed il fumo di sigaretta. E lo stress, molti si chiedono? Sì, ha un ruolo anch esso, ma non senza le condizioni elencate, anche perché è intuitivo che chi è stressato molto spesso non cura l alimentazione, beve più alcolici, se fumatore aumenta il numero di sigarette al giorno, non ha il tempo o la forza per una regolare attività fisica... Altri si chiedono, e i geni, il modo con cui i genitori ci hanno fatto? Certamente questo ha un ruolo, in particolare in chi, in relazione a questo stile di vita non salutare, sviluppa un elevata pressione del sangue, valori anormali di colesterolo e trigliceridi del sangue, iperglicemia e diabete, tutte condizioni che per anni possono non dare disturbi ma danneggiare i vasi del corpo. E chiaro che tali condizioni vadano attivamente indagate, soprattutto negli adulti ed in coloro i cui consanguinei di primo grado (genitori, fratelli, figli), abbiano sofferto di malattie coronariche o ictus precocemente, cioè prima dei 55 anni nei congiunti uomini e prima dei 65 anni nelle congiunte donne (tale condizione si definisce familiarità precoce ). Ormai più di cinquant anni di ricerca scientifica hanno dimostrato che con stili di vita salutari e con l identificazione ed il trattamento sistematici delle condizioni citate, definite fattori di rischio cardiovascolare, molti eventi coronarici o cerebrovascolari possono essere evitati. Ci si può chiedere ancora: ma se si sanno queste cose, come mai non si interviene, perché le Autorità Sanitarie non prendono provvedimenti? In realtà ci sono piani nazionali e regionali per la prevenzione del rischio cardiovascolare, che impegnano le Aziende Sanitarie, il loro personale ed i Medici di Famiglia a valutare il rischio cardiovascolare dei cittadini ed a correggerlo, ma siamo sicuri che pochi ne sono a conoscenza (il Piano Nazionale è stato varato a metà 2005, quello del Friuli-Venezia Giulia il 7 Novembre dello stesso anno con Delibera della Giunta Regionale N 2862, scaricabile online dal sito della Regione: Come Presidente Provinciale di Confcommercio e carnico DOC, ho accettato con piacere di mettere a disposizione dell iniziativa La Carnia nel Cuore l entusiasmo e la capacità organizzativa dell Associazione che ho l onore di presiedere, ed in particolare della sua sezione carnica, coordinata dal Sig. Domenico Fumi. Nell editoriale della nostra rivista Oggi impresa FVG del gennaio 2006 scrivevo: Fiducia, ottimismo, impegno. Le prospettive, per quanto non ancora suffragate da dati economici in netta crescita, sono interessanti. Potranno anche riguardare la sfera psicologica, ma contribuiscono ad ingenerare sensazioni inverse rispetto al recente passato. E concludevo: Il 2006 vivrà un giro di boa... nel senso di un nuovo modo di guardare all economia. Le dinamiche sono veloci, la concorrenza è agguerrita, gli spazi si restringono. Ma ci deve essere la consapevolezza, da parte di tutti, che le cose possono mutare in meglio. Estendo questo auspicio alla sfera della salute. Anche qui, con fiducia, ottimismo, impegno, possiamo cambiare le cose in meglio, ridurre le malattie cardiovascolari. Auguri, Carnia! Dr. Giovanni Da Pozzo pag.6 Cuore e Salute delibere.htm). Le ragioni della mancata consapevolezza di quanto è previsto per la prevenzione cardiovascolari sono molteplici, sicuramente la principale è dovuta al fatto che questi processi sono necessariamente graduali e contestualizzati alle altre necessità sanitarie regionali: se a tutti i cittadini adulti venissero richiesti contemporaneamente i sia pur pochi esami di laboratorio necessari, Come Responsabile dell Associazione Commercianti (ASCOM) della Carnia, mi associo al Presidente Provinciale Giovanni Da Pozzo nell esprimere il mio compiacimento per l avvio dell iniziativa La Carnia nel cuore. Vorrei sottolineare due punti importanti del percorso che ha portato al suo lancio. Il primo è la sensibilità al volontariato della nostra Associazione, in particolare alle proposte della Lega Friulana per il Cuore. Certo, qui siamo fortunati, perchè il Presidente della Lega, Cav. Fausto Borghi è anche Vice-presidente vicario degli Agenti di Commercio, aderenti all ASCOM e in Associazione e nella sua rivista sono ben note le sue iniziative per la prevenzione cardiovascolare anche nei commercianti. Il secondo è l aspetto peculiare che i nostri Associati possono dare all iniziativa. Per loro non si tratta solo di esporre le locandine in negozi/punti di servizio e di incoraggiare la partecipazione dei clienti. Il lavoro del commerciante, per sua natura, prevede una relazione di fiducia con altre persone e spesso, soprattutto nei negozi delle piccole comunità, si parla anche di altro, del vissuto della gente. Mi piace pensare che i commercianti mettano a disposizione questo loro patrimonio di umanità per la prevenzione cardiovascolare. Certo, dovremo impararla anche noi, assieme alla nostra gente. La Carnia nel cuore è il primo passo di un cammino di salute per tutti. Domenico Fumi insieme ad alcune semplici misure da farsi presso il proprio medico, il sistema sanitario si paralizzerebbe. Ecco perché la Regione ha previsto una tabella di marcia scientificamente corretta: la valutazione di chi ha già subito un evento cardiovascolare, poi di chi ha alterazioni genetico-familiari dei grassi circolanti (definite scientificamente dislipidemie ), successivamente sono valutati i diabetici ed infine gli altri adulti dai 35 ai 69 anni, incominciando da chi ha una familiarità precoce per malattie cardiovascolari. La Regione ha previsto corsi di formazione per gli operatori sanitari, inclusi i Medici di Medicina Generale. Mentre queste parti del Piano Regionale di Prevenzione del Rischio Cardiovascolare si sviluppano, non è bene che la gente se ne stia passiva ad aspettare. Qui il ruolo del volontariato cardiovascolare è fondamentale: lavorare insieme a tutti coloro che sono disponibili per diffondere la cultura della promozione della salute cardiovascolare. Oggi si può raggiungere un sano stile di vita, si possono conoscere i valori ottimali di peso, pressione, colesterolo e glicemia, se alterati e trattati dal medico si possono monitorare con regolarità, ma per fare tutto ciò bisogna conoscere alcuni aspetti fondamentali di questi problemi. Da questa esigenza di conoscenza e approfondimento, che può fare la differenza, le conferenzedibattito pubbliche dell iniziativa La Carnia nel cuore. Il loro calendario è nell ultima di copertina, i protagonisti vi parlano da queste pagine. Più carnici parteciperanno, più il sogno di una Carnia con più salute si avvera. n. 1 - Marzo 2006 pag.7 Il dr. Alessandro Calligaris Un Cuore d oro per il Friuli A cura del Comitato di Redazione Il dr. Calligaris con il cav. Borghi nella sede dell Azienda a Manzano. Recentemente il Magnifico Rettore dell Università degli Studi di Trieste ha conferito la laurea ad honorem in Ingegneria gestionale e logistica integrata al sig. Alessandro Calligaris, noto imprenditore del Distretto industriale della Sedia di Manzano. Il riconoscimento è stato fortemente motivato dalle sue doti eccezionali di tipo ingegneristico, dalle sue conoscenze vaste e profonde nel settore del mobile ed arredo e dalle sue competenze nei processi di lavorazione e produzione e in quelli della gestione e della logistica industriale e distributiva esterna. Lo scorso Dicembre, il Dr. Alessando Calligaris ha ricevuto il Presidente della Lega Friulana per il Cuore Cav. Fausto Borghi ed il Segretario Dr. Diego Vanuzzo nella bella sede della sua azienda di Manzano. Nel congratularsi vivamente con lui, il Cav. Borghi ha illustrato gli scopi e le iniziative dell Associazione, tese a ridurre l eccesso di malattie cardiovascolari in Friuli. Il Dr. Vanuzzo ha presentato gli strumenti per il calcolo del rischio cardiovascolare globale, derivati anche da studi eseguiti in Friuli, ed ha donato al Dr. Calligaris un piccolo calcolatore per eseguire queste stime. Il Dr. Alessandro Calligaris, da parte sua, ha molto apprezzato questa filosofia d azione ed ha assicurato il suo fattivo sostegno alle iniziative della Lega Friulana per il Cuore, in particolare quelle di sostegno alle strutture cardiologiche pubbliche dell Udinese. L imprenditore ha riconfermato così la sua nota sensibilità alla promozione della salute, che da molti anni si manifesta nel supporto allo sport friulano. Un esempio di cuore d oro, da imitare. pag.8 la Pagjne furlane RAVEO Un paisût nett e tant bôn odôr di bîscot. Un bosch tant biel generôs di foncs, generôs di ciclamins. Un prât vert cun tantis cuviartutis tiesudis dai ragnus je poiade, lisere, le rosade di perlis, luminosis come il diamant. Un riûl di aghe simpri legre, al ciante. Une biele gleseute fate cresi dai alpîns, poiade sul trôi stret e i pins i fasin ombrene. Gleseute biele, tu mi lassis polsà, durmì e spietà Carlo, cul zei dai foncs tra poc, al sarà culì. LAUCO Un paisut tal miez dai nûi, il soreli ogni tant... nus cimie, Vin voe di la fûr, di ciaminà di fa une ciantose, sentaz sul prât Duc insieme, cun ligrie ciapà su rosis ciaminant, ma al plûf... al plûf tant. I fruz, lis frutis, si ciatin ben, metint tal dismenteadôr qualchi sunsùr, qualchi scosse di terremot, par nuie gradide, bisugne di, che cheste compagnie e sta ben insieme unide dall amor pal Signôr, e iê, si sint, - Glesie vive - A malincûr si saludin; une grande bussade a Teresine che iê le nestre floride, simpatiche Regine i disin con dût il nestri ben, che al ven dal cur: Ariviodisi culì chest an che al ven! La Signora Armellina, autrice di queste poesie, combatte da anni con problemi di cuore e circolazione, che le hanno provocato gravi sofferenze, colpendola anche al cervello. Ma la sua tenacia, la sua fiducia, la sua gioia di vivere hanno vinto. Ella ha ritrovato la sua integrità, fragile, ma sicura, bella e sensibile come le parole che scrive e che regala ai cardiologi che la seguono e che ci ha concesso di condividere. Le poesie sono ded
Similar documents
View more...
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks