Please download to get full document.

View again

of 5
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

Rammarico per l inondazione dell area archeologica di Sibari e sollecitazione alla prevenzione

Category:

Medicine, Science & Technology

Publish on:

Views: 16 | Pages: 5

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
Rammarico per l inondazione dell area archeologica di Sibari e sollecitazione alla prevenzione IL Centrum Latinitatis Europae di Rende si associa al grido di dolore, levato dall Associazione culturale
Transcript
Rammarico per l inondazione dell area archeologica di Sibari e sollecitazione alla prevenzione IL Centrum Latinitatis Europae di Rende si associa al grido di dolore, levato dall Associazione culturale Ars Enotria,per l inondazione degli scavi di Sibari e per lo stato di abbandono in cui versa il patrimonio archeologico e artistico della Calabria. L incuria verso i beni culturali è una delle cause del mancato decollo civile, sociale ed economico della regione, pur ricca di eccellenti risorse umane. Ars Enotria è attivamente operante sul territorio calabrese nazionale ed internazionale, fortemente impegnata anche a difendere ed a diffondere il patrimonio culturale calabrese in Italia e nel mondo. Il CLE di Rende è onorato della collaborazione con Ars Enotria, pertanto fa sue le parole della Prof.ssa Angela Martire Cirigliano, Presidente di Ars Enotria e membro attivo del CLE di Rende, espresse nella lettera aperta che segue. LETTERA APERTA 27 gennaio Giorno della Memoria. L Italia intera ricorda l Olocausto per evitare che si ripetano altre tragedie e che, su tanto orrore, possa cadere l oblio. Un altro Olocausto sta avvenendo in Italia, il disastro dei beni culturali. L Italia, ove si concentra il 70% del patrimonio storico, artistico e architettonico mondiale, un Paese di antiche tradizioni, che ha prodotto musica straordinaria, grande letteratura, eccezionali scoperte e invenzioni uniche, dove sta precipitando? Pompei, il Colosseo e i disastri ambientali ovunque. L insensibilità del potere politico stupisce e fa inorridire: non vede, né custodisce per il futuro i nostri beni più preziosi. Venerdì 18 gennaio Il Parco Archeologico di Sibari, patrimonio inestimabile di rilevanza mondiale, è inondato dalla furia del Crati. La Storia si ripete. Nel 510 a. C. Sybaris è annientata dallo stesso fiume: allora a causa dell odio della vicina Crotone, ora a causa dell incuria e indifferenza delle Istituzioni. Un brivido ci percorre. La storia di Sybaris, faro di civiltà nel mondo, ha affascinato intellettuali e studiosi e non solo. Gli stranieri, che numerosi la visitano, ora sono costernati. L Associazione culturale Ars Enotria è fortemente indignata. Scorrono scene desolanti e sentiamo più forte il ricordo di una serata memorabile: in una notte di agosto, era il 2006, sotto un manto di stelle, risuonavano melodie, canti d altri tempi versione classica e moderna. in In quel meraviglioso Parco Archeologico, fra gli antichi resti, si era creata un atmosfera magica, sembrava che il passato desse la mano al presente. Era l Ars Enotria Ensemble (formazione cameristica nata nell ambito dell Associazione) a creare quella magia con il concerto Armonie Mediterranee suscitando in tutto il pubblico, eterogeneo per nazionalità ed età, entusiasmo e partecipazione. L allagamento di Sybaris vanifica, così, il lavoro appassionato di tutta una vita svolto da Umberto Zanotti Bianco, archeologo che per primo ha portato alla luce il sito dell antica Sybaris, e di quanti vi hanno speso energie e professionalità. Questo disastro, purtroppo, è solo l ultimo di una serie di eventi negativi dovuti all incuria e all uso spregiudicato dei beni naturali. Ars Enotria, che s impegna da più di un decennio a promuovere cultura in ogni sua forma ed espressione, a far conoscere i nostri luoghi storici, a far emergere il pensiero sempre attuale dei nostri grandi uomini del passato, auspica che il rinnovamento morale, politico e civile dell Italia intera inizi e si propaghi dal Sud, dove non mancano talenti che, se ben indirizzati e sostenuti, potranno cambiare il corso della storia, il volto dell Italia e del mondo. La cultura è alla base del progresso socio-economico, malgrado opinioni contrarie. La Calabria è, sì, problematica e sofferente ma pensante, critica e desiderosa di ricostruire il proprio futuro. Sibari stessa ne è l esempio: organi istituzionali e volontari hanno iniziato a liberare i reperti storici dal fango, nella speranza che i lavori possano continuare per portare alla luce l intero sito. Pertanto la nostra solidarietà va al Sindaco di Cassano, dott. Gianni Papasso; alla dottoressa Silvana Luppino, Direttore del Museo e degli Scavi, alla dottoressa Anna Lucia Casolaro, Responsabile dei servizi educativi, all architetto Alessandro D Alessio, Archeologo e Responsabile tutela; a tutto il personale che lavora con varie competenze. Siamo convinti che bisogna portare avanti una politica di prevenzione per evitare che altri disastri avvengano. Ci appelliamo alla Costituzione: Art.1- L Italia è una Repubblica democratica,fondata sul lavoro. Art.9 - La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. Patrimonio costituito dai beni culturali: un patrimonio nostro, inalienabile, che ci appartiene, non frazionabile, testamento di generazioni che ci hanno preceduto. Ars Enotria, pertanto, per la Calabria chiede agli Uomini di Governo e alle varie Istituzioni competenti una politica civile ed economica che ponga stabilmente al centro: - il patrimonio artistico e monumentale della Calabria, -la cultura scientifica e la ricerca, -la tutela del paesaggio e la promozione turistica, -il rilancio dell agricoltura sana, -la rivalutazione della cultura in ogni sua forma ed espressione. Solo attuando queste politiche, si potrà risolvere l endemico problema della disoccupazione e potranno essere investite le forze lavoro, soprattutto quelle giovanili e qualificate, nel recupero e nella salvaguardia dei beni culturali. Angela Martire Cirigliano Rende, 27 gennaio 2013
Similar documents
View more...
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks