Please download to get full document.

View again

of 34
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

Report del mercato del lavoro in provincia di Brescia Anno PDF

Category:

Study Guides, Notes, & Quizzes

Publish on:

Views: 18 | Pages: 34

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
PROVINCIA DI BRESCIA AREA SVILUPPO ECONOMICO Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Brescia Report del mercato del lavoro in provincia di Brescia Anno 2013 Gennaio CAPITOLO I COMPOSIZIONE
Transcript
PROVINCIA DI BRESCIA AREA SVILUPPO ECONOMICO Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Brescia Report del mercato del lavoro in provincia di Brescia Anno 2013 Gennaio CAPITOLO I COMPOSIZIONE DELLA BANCA DATI PROVINCIALE... 3 Par. 1.1 Iscritti disoccupati e inoccupati dato di stock... 3 Par Iscritti per cittadinanza... 3 Par Persone in cerca di lavoro al 31 dicembre 2013 per anno d iscrizione al Centri per l Impiego della Provincia di Brescia... 4 Par Iscritti in mobilità... 5 Par Iscritti per area territoriale... 5 Par. 1.2 Flusso delle persone in cerca di lavoro (DID)... 5 Par Flusso delle persone in cerca di lavoro per area territoriale... 6 Par Flusso delle persone in cerca di lavoro per classi d età... 6 CAPITOLO II ANALISI DEI FLUSSI DELLE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE... 7 Par. 2.1 Avviamenti... 7 Par Avviamenti per settore economico... 7 Par Avviamenti per tipologia contrattuale... 7 Par Avviamenti per Centro per l Impiego... 8 Par Avviamenti per fasce d età... 8 Par Avviamenti per titolo di studio... 9 Par Avviamenti per cittadinanza... 9 Par Lavoratori avviati Par Lavoratori avviati per fascia di età Par Lavoratori avviati per cittadinanza Par. 2.2 Cessazioni Par Cessazioni per causa Par Cessazioni per settore economico Par Cessazioni per Centro per l Impiego Par Cessazioni per fasce d età Par Cessazioni per titoli di studio Par Cessazioni per nazionalità Par 2.3 Saldo avviamenti cessazioni Par Saldo per settore di attività Par Saldo avviamenti cessazioni per Centro per l Impiego (CPI) Par 2.4 Distribuzione territoriale avviamenti, cessazioni, did e avviati Par Avviamenti per Comune sede aziendale Par Cessazioni per Comune sede aziendale Par DID per domicilio lavoratore Par Lavoratori avviati domiciliati in provincia di Brescia CAPITOLO I COMPOSIZIONE DELLA BANCA DATI PROVINCIALE Par. 1.1 Iscritti disoccupati e inoccupati dato di stock Al 31 dicembre 2013 le persone in stato di disoccupazione, disponibili ai Servizi per il Lavoro, in Provincia di Brescia, sono di cui circa il 51% di genere femminile. I disoccupati, cioè coloro che hanno maturato precedenti esperienze lavorative, costituiscono la componente maggiormente rappresentativa della banca dati, con una percentuale pari al 91,9%, mentre le persone alla ricerca del primo impiego sono solo l 8,1% Rispetto al 31/12/2012, la variazione sul totale degli iscritti è pari al 19,9%. Tabella 1 Lavoratori iscritti Dato di stock Confronto 2013 vs 2012 iscritti al 31/12/2012 iscritti al 31/12/2013 Variazione Classe stato occupazionale maschi femmine totali % maschi femmine totali % % disoccupati ,1% ,9% 19,7% inoccupati ,9% ,1% 21,6% Totali % % 19,9% Percentuali 48,92% 51,08% 100% 49,21% 50,79% 100% Par Iscritti per cittadinanza La presenza di lavoratori stranieri (extracomunitari e comunitari) in stato disoccupato e inoccupato è pari al 34,27% del totale degli iscritti. Mentre i lavoratori italiani ammontano al circa il 65,73% Tabella 2 Lavoratori iscritti per cittadinanza dato di stock al 31/12/2013 Cittadinanza totale iscritti al 31/12/2013 maschi femmine totali % italiana ,73% straniera ,27% Totali Par Persone in cerca di lavoro al 31 dicembre 2013 per anno d iscrizione al Centri per l Impiego della Provincia di Brescia Stato lavoratore Conservazione disocc. per reddito Ante 2007 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 F M Totale F M Totale F M Totale F M Totale F M Totale F M Totale F M Totale F M Totale Disoccupati Inoccupati senza precedenti lavorativi In sospensione dell'anziani ex art. 4 D.L Altro Totale al Totale Percentuale 6,3% 4,2% 4,5% 6,4% 7,1% 9,3% 18,9% 43,3% 100% Il numero di persone in cerca di lavoro che risultano al 31/12/20013 registrate presso i Centri per l impiego della Provincia di Brescia ha raggiunto un livello mai raggiunto negli ultimi decenni; il dato è certamente sovrastimato per effetto delle mancate cancellazioni delle persone che si sono iscritte, ma non sono più alla ricerca attiva di un lavoro per cause oggettive (es: decesso, pensionamento, trasferimento extra provinciali non comunicati ai CPI) oppure per decisioni soggettive (es: abbandono della ricerca attiva di un lavoro); la presenza di un numero significativo di persone che risultano iscritte da più di cinque anni senza essere mai state avviate anche per periodi limitati possono nascondere situazioni riconducibili alla casistica sopra elencata. Rimane, tuttavia, evidente un ulteriore peggioramento del mercato del lavoro nel 2013 dopo che nel corso del 2012 il livello di disoccupazione aveva subito un accelerazione preoccupante anche se in parte prevista, infatti la crescita delle persone disoccupate era il risultato del forte rallentamento degli avviamenti al lavoro a fronte di una lieve flessione delle cessazioni (vedi tabella 31 relativa al saldo avviamenti - cessazioni). Nel 2013 si registra una significativa ripresa degli avviamenti al lavoro, ma non ancora sufficiente a compensare le cessazioni che pur ad un ritmo più lento rispetto agli scorsi anni sono aumentate e rimangono complessivamente ( cessazioni) su un livello nettamente superiore agli avviamenti ( avviamenti). 4 Par Iscritti in mobilità Sono pari a i lavoratori iscritti nelle liste di mobilità, di cui oltre il 41,3% risulta percettore del relativo trattamento di indennità di mobilità. Il 63% dei lavoratori in mobilità è di genere maschile. Il forte calo dei lavoratori rispetto al dato del precedente anno, - 31,5%, è dovuto alla mancata proroga delle iscrizioni ex L. 236/93 contenuta nella Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012). In particolare risultano in crescita di oltre il 24% gli iscritti alla lista di mobilità indennizzata (L. 223/91), mentre gli iscritti alla mobilità non indennizzata (L. 236/93) sono diminuiti di circa il 48%. Tabella 3 Lavoratori iscritti in lista di mobilità Dato di stock Confronto 2013 vs 2012 totale iscritti al 31/12/2012 totale iscritti al 31/12/2013 Variazioni Mobilità maschi femmine totale % maschi femmine totale % % L ,8% ,3% 24,0% L ,1% ,6% -47,9% Altri ,1% ,1% 0,0% Totali ,5% Percentuali 64,6% 35,4% 100% 63,0% 37,0% 100% Par Iscritti per area territoriale La distribuzione territoriale delle persone iscritte ai Centri per l Impiego è cosi ripartita: il 27,8% Brescia - 12,5% Iseo - 12,2% Orzinuovi 12,1% Desenzano del Garda 9,5% Salò 9,2% Breno 9,1% Leno e 7,5% Sarezzo. Tabella 4 Lavoratori iscritti per Centro Impiego di appartenenza dato di stock al 31/12/2013 ISCRITTI AL 31/12/2013 VARIAZIONE % CENTRO PER RISPETTO AL L'IMPIEGO Disoccupati Inoccupati Totali % 31/12/2012 maschi femmine Totale maschi femmine Totale BRENO ,2% 21,0% BRESCIA ,8% 21,8% DESENZANO DEL GARDA ,1% 18,8% ISEO ,5% 18,7% LENO ,1% 17,7% ORZINUOVI ,2% 19,9% SALO' ,5% 18,3% SAREZZO ,5% 20,0% Totale % 19,9% Par. 1.2 Flusso delle persone in cerca di lavoro (DID) 1 Nel corso del 2013, risultano le dichiarazioni di immediata disponibilità al lavoro (DID) rilasciate da persone alla ricerca di nuova o prima occupazione presso i Centri per l Impiego provinciale, con una crescita tendenziale pari ad + 5,2% rispetto allo stesso periodo del Tabella 5 Flusso delle persone in cerca di lavoro Confronto 2013 vs 2012 DID anno 2012 DID anno 2013 Variazione % maschi % femmine % totale maschi % femmine % totale maschi femmine totale ,26% ,74% ,52% ,48% ,7% 6,9% 5,2% 1 Il dato rappresenta il numero delle persone conteggiate una sola volta indipendentemente dal numero totale delle DID a loro abbinate 5 Par Flusso delle persone in cerca di lavoro per area territoriale La distribuzione delle persone che si sono rivolte ai Centri per l Impiego nel 2013 è così ripartita: Brescia 26% - Orzinuovi 13,3% - Iseo 13,1% - Desenzano d/g 12,6% - Salò 10,8% - Breno 8,8% - Leno 8,0% e Sarezzo 7,3%. Tabella 6 Flusso delle persone in cerca di lavoro per Centro Impiego di appartenenza confronto anno 2013 vs 2012 Centro per l'impiego DID per Centri per l'impiego anno 2012 DID per Centri per l'impiego anno 2013 Variazione % maschi femmine totale % maschi femmine totale % Brescia ,0% ,0% 5,1% Orzinuovi ,7% ,3% 2,8% Iseo ,3% ,1% 4,0% Desenzano d/g ,3% ,6% 8,1% Leno ,0% ,0% -6,3% Breno ,5% ,8% 8,9% Salò ,5% ,8% 8,7% Sarezzo ,8% ,3% 12,8% Totali % % 5,2% Percentuale 53,26% 46,74% 100% 52,52% 47,48% 100% Par Flusso delle persone in cerca di lavoro per classi d età La distribuzione del flusso dei nuovi iscritti per classe d età è abbastanza omogenea. Le classi più rappresentative sono tra i 35 ed i 39 anni con circa il 16% e quella fra i 30 ed i 34 con il 15% Tabella 7 Flusso delle persone in cerca di lavoro per classi di età Confronto 2013 vs 2012 Fasce d' età DID per fascia d'età 2012 DID per fascia d'età 2013 Variazione maschi femmine Totale % maschi femmine Totale % % da 35 a 39 anni ,13% ,66% 3,5% da 30 a 34 anni ,98% ,82% -1,1% da 40 a 44 anni ,86% ,17% 2,2% da 25 a 29 anni ,22% ,90% 5,2% da 20 a 24 anni ,38% ,01% 14,3% da 45 a 49 anni ,22% ,98% 6,8% da 50 a 54 anni ,40% ,71% 3,7% oltre 55 anni ,25% ,91% 9,1% fino a 19 anni ,57% ,06% 10,7% Totali ,2% Percentuali 53,3% 46,7% 100% 52,5% 47,5% 100% 6 CAPITOLO II ANALISI DEI FLUSSI DELLE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE Par. 2.1 Avviamenti Le comunicazioni obbligatorie (COB) riferite al 2013 hanno registrato complessivamente avviamenti, di cui il 53,4% riferite a personale di genere maschile ed il 46,6% a personale di genere femminile. Rispetto allo stesso periodo del 2012 vi è stata un aumento delle comunicazioni di avviamento pari ad un +9,6%. Tabella 8 Avviamenti - Confronto 2013 vs 2012 Avviamenti anno 2012 Avviamenti anno 2013 Variazione % maschi % femmine % totale maschi % femmine % totale maschi femmine totale ,4% ,6% ,4% ,6% ,9% 19,9% 9,6% Par Avviamenti per settore economico In base all analisi per settori, il terziario (commercio e servizi) e l industria sono quelli con il maggior numero di avviamenti (rispettivamente il 62,8% e il 24,1% del totale), con una differenza sostanziale: i primi (terziario) sono stati interessati da un aumento delle comunicazioni obbligatorie rispetto al 2012 (+21,3%) mentre i secondi (industria) segnano una contrazione in relazione al 2012 pari al -3,5%. Il trend positivo del terziario è altresì dimostrato dalla crescita in percentuale rispetto all anno prima (si passa dal 56,7% al 62,8%) a conferma della tendenza alla terziarizzazione dell economia già consolidata in altri paesi europei. La crisi del comparto edile è ancora forte infatti registriamo un -15,4% di avviamenti rispetto al Il settore agricolo che nel suo complesso sembrava aver reagito meglio alla recessione in atto segna un calo del -2,3% rispetto al Percentualmente si passa dal 6,4% del 2012 al 5,7% del Tabella 9 Avviamenti per settore economico di attività - Confronto 2013 vs 2012 Settore di attività Avviamenti anno 2012 Avviamenti anno 2013 Variazione % maschi femmine totale % maschi femmine totale % Agricoltura ,4% ,7% -2,3% Industria ,4% ,1% -3,5% Costruzioni ,8% ,8% -15,4% Terziario ,7% ,8% 21,3% dato mancante ,7% ,6% -2,6% Totali % % 9,6% Percentuali 57,41% 42,59% 100% 53,40% 46,60% 100% Par Avviamenti per tipologia contrattuale Prendendo in considerazione la tipologia contrattuale solo il 14,5 % degli avviamenti è un tempo indeterminato, mentre il 67,4% dei rapporti avviati è a tempo determinato. Di questi ultimi circa il 20% sono rapporti di somministrazione. Rispetto al 2012 abbiamo un aumento percentuale del tempo determinato (dal 62,8% al 67,4%), un calo percentuale del tempo indeterminato (dal 17,8% al 14,5%), dell apprendistato (dal 4,1% al 3,1%) e del lavoro intermittente che passa dal 10,8% del 2012 al 4,2% del 2013 Tabella 10 Avviamenti per tipologia contrattuale - anno 2013 AVVIAMENTI PER TIPOLOGIA DI CONTRATTO ANNO 2013 RAPPORTO DI LAVORO M F Totale % TEMPO INDETERMINATO ,5% TEMPO DETERMINATO (*) ,4% APPRENDISTATO ,1% LAVORO INTERMITTENTE ,2% LAVORO A PROGETTO / COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA ,3% ALTRO ATIPICO ,0% 7 AVVIAMENTI PER TIPOLOGIA DI CONTRATTO ANNO 2013 RAPPORTO DI LAVORO M F Totale % TIROCINIO ,0% LAVORO O ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILE (LSU - ASU) ,6% Totali % (*) di cui in somministrazione Par Avviamenti per Centro per l Impiego La distribuzione territoriale degli avviamenti per CPI della sede aziendale è la seguente: Brescia 36,5% - Iseo 13,5% - Desenzano del Garda 12,8% - Salò 8,8% - Orzinuovi 8,3% - Leno 7,1% - Breno 6,6% e Sarezzo 6,3%. Tabella 11 Avviamenti per Centri per l Impiego anno 2013 Centro per l'impiego Avviamenti per Centro per l'impiego anno 2013 maschi % femmine % totale % BRENO ,4% ,6% ,6% BRESCIA ,4% ,6% ,5% DESENZANO DEL GARDA ,7% ,3% ,8% ISEO ,1% ,9% ,5% LENO ,7% ,3% ,1% ORZINUOVI ,9% ,1% ,3% SALO' ,0% ,0% ,8% SAREZZO ,1% ,9% ,3% Totali ,4% ,6% % Il confronto per Centri per l Impiego della sede aziendale con lo stesso periodo dell anno precedente evidenzia un trend positivo delle comunicazioni di avviamento: Brescia (+17,7%), Sarezzo (+16,5%), Leno (+11,1%), Orzinuovi (+5,0%), Desenzano del Garda (+3,9%), Salo e Breno (+3,6%) e Iseo (+1,5%). Tabella 12 Avviamenti per Centro per l Impiego Confronto anno 2013 vs 2012 Centri per l impiego Avviamenti per Centro per l'impiego Avviamenti per Centro per l'impiego Variazione anno 2012 anno 2013 % m f totale % m f totale % BRENO ,0% ,6% 3,6% BRESCIA ,0% ,5% 17,7% DESENZANO d/g ,5% ,8% 3,9% ISEO ,5% ,5% 1,5% LENO ,0% ,1% 11,1% ORZINUOVI ,7% ,3% 5,0% SALO' ,3% ,8% 3,6% SAREZZO ,0% ,3% 16,5% Totali % % 9,6% Par Avviamenti per fasce d età Per quanto riguarda le fasce d età gli avviamenti sono diminuiti in misura maggiore per i giovani fino a 19 anni di età (- 37,4% rispetto al 2012) e per quelli compresi nella fascia tra i 20 e i 24 anni (-4,7% rispetto al 2012) Sul totale degli avviamenti le comunicazioni che riguardano i giovani under 35 passano dal 54% del 2012 al 49,4% del 2013 confermando anche nel nostro territorio le difficoltà occupazionali per questa fascia di lavoratori. 8 Tabella 13 Avviamenti per fasce d età Confronto anno 2013 vs 2012 Fasce d'età Avviamenti anno 2012 Avviamenti anno 2013 Variazione % m f Totali % m f Totali % fino a 19 anni ,7% ,26% -37,4% da 20 a 24 anni ,8% ,47% -4,7% da 25 a 29 anni ,9% ,41% 6,4% da 30 a 34 anni ,1% ,42% 11,7% da 35 a 39 anni ,5% ,77% 11,6% da 40 a 44 anni ,9% ,65% 16,7% da 45 a 49 anni ,7% ,23% 28,2% da 50 a 54 anni ,1% ,49% 38,9% oltre 55 anni ,2% ,29% 31,6% dato mancante ,0% % Totali % % 9,6% Tabella 14 Avviamenti per titolo di studio Confronto anno 2012 vs 2013 Par Avviamenti per titolo di studio Titolo di studio Avviamenti 2012 Avviamenti 2013 m f Totali % m f Totali % Variazione % Altro tipo di formazione ,8% ,3% 41,7% Altro tipo di master ,1% ,2% 60,3% Diploma di istituto professionale Diploma universario vecchio ordinamento ,7% ,3% 16,2% ,1% ,2% 215% Dottorato di ricerca ,1% ,4% 86,7% Fino a scuola secondaria di 1 grado (scuola media) Formazione professionale di base Istruzione professionale triennale Laurea (vecchio ordinamento) ,9% ,7% -14,3% ,9% ,1% -1,5% ,7% ,4% -15,9% ,6% ,8% 33,0% Master certificato ,1% ,1% 54,0% Titolo non specificato ,8% ,8% 10,2% dato mancante ,1% ,7% 60,1% Totali % % 9,6% Tabella 15 Avviamenti per cittadinanza Confronto anno 2013 vs 2012 Par Avviamenti per cittadinanza Cittadinanza Avviamenti 2012 Avviamenti 2013 Variazione % m % f % Totali % m % f % Totali % Extracomunitari ,9% ,1% ,4% ,5% ,5% ,3% 0,7% Comunitari ,1% ,9% ,6% ,5% ,5% ,1% 2,9% Italiani ,4% ,6% ,0% ,3% ,7% ,9% 14,6% dato mancante ,9% ,1% ,0% ,1% ,9% ,8% Totali ,4% ,6% % ,4% ,6% % 9,6% 9 Par Lavoratori avviati Sono i lavoratori domiciliati nella nostra Provincia interessati da una o più comunicazioni di avviamento e quindi da uno o più rapporti di lavoro nel corso del Rispetto al 2012 si registra un aumento percentuale dell 8,2%, pari a persone. Tabella 16 Lavoratori avviati Confronto 2013 vs 2012 Lavoratori avviati 2012 Lavoratori avviati 2013 Variazione % maschi % femmine % totale maschi % femmine % totale maschi femmine totale ,9% ,1% ,1% ,9% ,9% 13,0% 8,2% Par Lavoratori avviati per fascia di età Gli avviati per fasce d età si distribuiscono prevalentemente, per circa il 35,6% nella classe di età fra i 19 ed i 29 anni; la percentuale scende a circa il 28% e a circa il 22% rispettivamente nella fascia dai 30 ai 39 anni e nella fascia dai 40 ai 49 anni Tabella 17 Lavoratori avviati per fasce d età Anno 2013 Fasce età Avviati 2013 maschi femmine totale % fino a 19 anni ,1% da 20 a 24 anni ,8% da 25 a 29 anni ,7% da 30 a 34 anni ,4% da 35 a 39 anni ,0% da 40 a 44 anni ,2% da 45 a 49 anni ,9% da 50 a 54 anni ,5% oltre 55 anni ,4% Totali ,0% Tabella 18 Lavoratori avviati cittadinanza Anno 2013 Par Lavoratori avviati per cittadinanza Cittadinanza AVVIATI 2013 maschi femmine totale % italiani ,3 % extracomunitari ,3 % comunitari ,5 % dato mancante ,8 % Totali % Percentuali 58,9 % 41,1 % 100% 10 Par. 2.2 Cessazioni Le comunicazioni obbligatorie nel 2013 hanno registrato complessivamente cessazioni, di cui il 53,5% riferite al personale di genere maschile ed il 46,5% a personale di genere femminile Rispetto al 2012 vi è stato un aumento delle comunicazioni di cessazione pari al +2,5%. Tabella 19 Cessazioni Confronto 2013 vs Cessazioni 2012 Cessazioni 2013 Variazione % maschi % femmine % totale maschi % femmine % totale maschi femmine totale ,9% ,1% ,5% ,5% ,4% 13,2% 2,5% Par Cessazioni per causa L analisi delle cause di cessazione rivela che il 19,79% delle cessazioni avviene per dimissioni, ma anche che il 52,8% dei rapporti di lavoro si interrompe per mancato rinnovo del contratto Tra le altre cause, ben rappresentato è il licenziamento per giustificato motivo oggettivo (7% delle tipologie), che rispetto al 2012 è aumentato del +4%. Nel complesso sono i licenziamenti per cessata attività aziendale, i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo, i licenziamenti per giusta causa, i licenziamenti collettivi e 444 i licenziamenti per giustificato motivo soggettivo. Tabella 20 Cessazioni per causa - Confronto 2013 vs 2012 Causa cessazione Cessazioni 2012 Cessazioni 2013 m f totale % m f totale % Variazione % CESSAZIONE ATTIVITA' ,7% ,2% -24,0% DECADENZA DEL SERVIZIO ,7% ,6% -5,9% DIMISSIONE DURANTE IL PERIODO DI PROVA ,4% ,4% 0,8% DIMISSIONI ,9% ,7% -7,4% DIMISSIONI GIUSTA CAUSA ,3% ,5% 52,8% FINE RAPPORTO A TERMINE ,9% ,0% 8,8% LICENZIAMENTO COLLETTIVO ,9% ,2% 0,12% LICENZIAMENTO GIUSTA CAUSA ,7% ,8% 12,7% LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO SOGGETTIVO MANCATO SUPERAMENTO DEL PERIODO DI PROVA MODIFICA DEL TERMINE INIZIALMENTE FISSATO ,0% ,1% 4% ,3% ,2% -23% ,6% ,0% 29,2% ,9% ,9% 8,2% PENSIONAMENTO ,0% ,5% -49,2% RISOLUZIONE CONSENSUALE ,2% ,0% -20,4% ALTRO ,5% ,8% -4,4% Totali % % 2,5% 11 Par Cessazioni per settore economico Le cessazioni di rapporto di lavoro sono cresciute maggiormente nel terziario (+14,1%) rispetto al I restanti settori segnano, sempre confrontati con il 2012 un calo: agricoltura (-18,1%) industria ( 6,9%) e costruzioni (-21%). Tabella 21 Cessazioni per settore di attività Confronto 2013 vs 2012 Settore di attività Cessazioni anno 2012 Cessazioni anno 2013 maschi femmine totale % maschi femmine totale % Variazione % Agricoltura ,7% ,7% -18,1% Industria ,0% ,1% -6,9% Costruzioni ,6% ,4% -21,0% Terziario ,7% ,4% 14,1% Dato mancante ,9% ,8% Totali % % 2,5% Percentuali 57,9% 42,1% 100% 53,6% 46,4% 100% Tabella 22 Cessazioni per Centro per l Impiego confronto 2013 vs 2012 Centro per l Impiego Par Cessazioni per Centro per l Impiego Anno 2012 Anno 2013 Variazione % m f totale % m f totale % BRENO ,1% ,1% 2,1% BRESCIA ,3% ,9% 10,3% DESENZANO d/g ,2% ,4% -3,2% ISEO ,4% ,5% -4,5% LENO ,0% ,9% -0,2% ORZINUOVI ,2% ,5% -5,4% SALO' ,8% ,5% -1,3% SAREZZO ,0% ,3% 8,2% Totali % % 2,5% Tabella 23 Cessazioni per fasce d età confronto 2013 vs 2012 Par Cessazioni per fasce d età Fasce d'età Cessazioni anno 2012 Cessazioni anno 2013 m f Totali % m f Totali % Variazione % fino a 19 anni ,4% ,2% -65,0% da 20 a 24 anni ,1% ,6% -17,5% da 25 a 29 anni ,3% ,4% -3,1% da 30 a 34 anni
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks