Please download to get full document.

View again

of 7
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

Soluzioni per la sicurezza e la gestione ambientale

Category:

Music & Video

Publish on:

Views: 11 | Pages: 7

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
sulla SICUREZZA & SALUTE dei loghi di lavoro ATTREZZATURE IN ESTETICA: IN VIGORE DAL 12 GENNAIO 2016 IL NUOVO DECRETO RELATIVO AGLI APPARECCHI ELETTROMECCANICI UTILIZZATI PER L ATTIVITÀ DI ESTETISTA Sulla
Transcript
sulla SICUREZZA & SALUTE dei loghi di lavoro ATTREZZATURE IN ESTETICA: IN VIGORE DAL 12 GENNAIO 2016 IL NUOVO DECRETO RELATIVO AGLI APPARECCHI ELETTROMECCANICI UTILIZZATI PER L ATTIVITÀ DI ESTETISTA Sulla Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2015 è stato pubblicato il Decreto Interministeriale n. 206 del 15 ottobre 2015, che modifica il decreto del 12 maggio 2011, n. 110 relativo agli apparecchi elettromeccanici utilizzati per l attività di estetista. Le modifiche contenute in detto provvedimento, entrato in vigore il 12 gennaio scorso, sono state individuate dal Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministero della Salute. La modifica degli allegati al decreto 12 maggio 2011 nascono da una Sentenza del Consiglio di Stato del 2014, le principali modifiche introdotte le seguenti: scheda n. 12 (Attrezzature per manicure e pedicure) ovvero l esclusione dal corredo delle sgorbie e l inclusione di tronchesi e pinzette scheda n. 13 (apparecchi per il trattamento di calore totale o parziale) che ha invece meglio puntualizzato e definito le indicazioni relative alle modalità di applicazione, di esercizio e cautele d uso. scheda n. 16 lettera c. (apparecchiatura elettronica ad impulsi luminosi per fotodepilazione) contiene le seguenti modifiche : in luogo dei 10 C previsti per il raffreddamento della pelle è stato istituito un range che va dai 5 C ai 15 C, mentre le lunghezze d onda emesse devono essere comprese tra 600 e nanometri (in luogo dei 1100 precedentemente previsti). Rispetto alle schede oggetto di rilievi da parte del Consiglio di Stato, nulla è cambiato per: la scheda n. 21b (laser per la depilazione estetica), nessuna disposizione è stata introdotta con riferimento agli stimolatori a ultrasuoni a bassa frequenza per il trattamento della adiposità localizzata (sulla cui esclusione il Consiglio di Stato aveva chiesto chiarimenti ai Ministeri compenti) L elenco degli apparecchi elettromeccanici per uso estetico è inoltre stato integrato con: la scheda n. 23, relativa al Dermografo per micropigmentazione, il cui inserimento era stato oggetto di confronto nell ambito del tavolo tecnico a suo tempo istituito. Dermografo per micropigmentazione Rispetto all utilizzo di tale apparecchiatura, si sottolineano le disposizioni previste dal Decreto relativamente alle cautele d uso ed alle modalità di esercizio ed in particolare l obbligatoria osservanza delle indicazioni contenute nelle Linee Guida del Ministero della Sanità, Circolare del n. 2.9/156 e Circolare del n. 2.8/633 e successive normative vigenti, nonché quanto stabilito con riferimento alla formazione degli operatori, come di seguito riportato: Il trattamento deve essere effettuato da operatori estetici che abbiano ricevuto dal fabbricante o dal suo mandatario o da altro ente competente adeguata formazione, sia per gli aspetti di sicurezza (come richiamati dal manuale d uso) sia per gli aspetti tecnici, igienici ed estetici dei trattamenti stessi. La formazione è certificata dal soggetto formatore per mezzo di una dichiarazione contenente le proprie generalità, le generalità di chi ha fruito della formazione, la durata in ore, l argomento e le generalità dei docenti dei moduli formativi. FORMALDEIDE: È ENTRATO IN VIGORE IL REGOLAMENTO (UE) 605/2014 CHE MODIFICA LA CLASSIFICAZIONE DI ALCUNE SOSTANZE CHIMICHE Il 1 gennaio 2016 è entrato in vigore il Regolamento (UE) 605/2014 che dispone l adeguamento al progresso tecnico e scientifico, del regolamento (CE) n. 1272/2008. Sono dunque ufficialmente modificate la classificazioni di alcune sostanze di largo impiego quali, a titolo di esempio: FORMALDEIDE, con nuova classificazione: cancerogena accertata (Carc. 1B; H350); STIRENE, con nuova classificazione: anche H361d (sospettato di nuocere al feto); ETILBENZENE, con nuova classificazione: anche H304 (può essere letale in caso di ingestione e di penetrazione nelle vie respiratorie). sul AMBIENTE MODULO DENUNCIA ANNUALE SCARICO ACQUE REFLUE INDUSTRIALI Vi ricordiamo che entro il 28 febbraio 2016 deve essere presentata, a Idroservice S.r.l., la denuncia contenente gli elementi necessari alla definitiva determinazione della tariffa per i servizi di raccolta, allontanamento, depurazione e scarico delle acque reflue industriali relativi all anno Tale denuncia deve essere effettuata su apposito modulo: Pratiche-e-moduli/Denuncia_degli_elementi-rev01_ pdf Il modello è disponibile anche nel nostro sito, nella pagina DOCUMENTI, sezione Testi ambientali: Modulo Denuncia degli elementi da compilare e consegnare entro il 28 febbraio di ogni anno. sul ANTINCENDIO sul FORMAZIONE NESSUNA IN MERITO Con il nuovo anno lo studio Calvi Barbara si trasferisce da Via Giulio Fiocchi n 44 a Lecco a Via Carlo Cattaneo n 70 sempre a LECCO. Nella nuova sede verranno effettuati anche i corsi di formazione, come per esempio: Le cco 18/01/2016 LETTER n 002 Soluzioni per la sicurezza e la gestione ambie nta le Se siete interessati a ricevere in omaggio un file di gestione della formazione in azienda o per avere delle indicazioni su date e costi dei corsi scrivete a Cellulare Telefono oppure +39 (0) SCADENZE Mese: Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Gennaio 2016 Sett. Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom Descrizione dettagliata: Venerdì 1 gennaio 2016 nuove norme sul trasporto transfrontaliero di rifiuti Data Attività in scadenza Trasporto transfrontalierro CONAI La formaldeide passa cancerogena Relazione per attività in AIA Invio registro per le società abilitate alle verifiche periodiche Dichiarazione POLIECO AMIANTO CONAI Tributo smaltimento in discarica Venerdì 1/1/ CONAI richiesta plafond esportatore Dal 1 gennaio fino al 31 marzo, l esportatore (di imballaggi) in procedura semplificata può fare richiesta di plafond. L esportatore determina la quota di imballaggi che ipotizza saranno destinati all esportazione nel 2016 e su questa quota, che viene definita plafond, richiede l esenzione dal contributo ambientale. Comunica il Plafond di esenzione, al CONAI e ai propri fornitori/produttori. L esenzione dal Contributo, nei limiti del Plafond dichiarato, scatta dall invio della documentazione. Anche se il termine massimo di è il 31 marzo vi consigliamo di inviare la comunicazione prima possibile. Venerdì 1/1/ CONAI - Profumatori ambiente e articoli per confezionamento camicie Da questa data si applicano le regole definite dalle circolari del 29 e 30 giugno 2015 ai profumatori d'ambiente (costituiti generalmente da liquidi, gel, perle, tessuto impregnante, tavolette igienizzanti, ecc.) e agli articoli per confezionamento camicie o di altri capi di abbigliamento quali girocolli, farfalline, clips, spilli, pettorali, carta velina e similari. Il CONAI infatti ha chiarito per questi articoli la natura o meno di imballaggio e ha fornito le istruzioni per l'applicazione del contributo ambientale. In sintesi: - i profumatori d'ambiente sono imballaggi quando il contenitore resta vuoto al termine del processo graduale di erogazione del profumatore e il contenitore non è ricaribile; - gli articoli per il confezionamento di camicie o di altri capi di abbigliamento sono imballaggi quando sono impiegati come accessori nel processo di confezionamento. In entrambi i casi, quando viene riconosciuta la natura di imballaggio, il contributo si applica al momento della prima cessione e segue le regole generali. Venerdì 1/1/ CONAI - riduzione del contributo ambientale per gli imballaggi in vetro dal 1/1/2016 Dal 1 gennaio di quest anno il contributo ambientale per gli imballaggi in vetro passa da 19,30 Euro/t a 17,30 Euro/t. Venerdì 1/1/2016 Entra in vigore la classificazione della formaldeide come cancerogena: Con il regolamento (UE) 2015/491 del 23 marzo 2015 che modifica il regolamento 605/2014 si proroga l'entrata in vigore di quest'ultimo dal 1 maggio 2015 al 1 gennaio 2016, data limite entro la quale occorre riclassificare la Formaldeide. Entro il 1 gennaio 2016, la Formaldeide e le miscele che la contengono in percentuale sopra lo 0.1%, vengono classificate come Carc. 1B H350. (sostanza cancerogena, può provocare il cancro). Alla luce della nuova classificazione, ogni azienda è chiamata a verificare se la Formaldeide entra nel proprio ciclo produttivo. In caso affermativo dovrà distinguere se entra nel ciclo produttivo come materia prima o come prodotto secondario di reazione. Se entra come materia prima gli operatori sono esposti al rischio cancerogeno e quindi l azienda dovrà: 1. informare il medico 2. istituire un registro degli esposti, 3. fare formazione e informazione almeno ogni 5 anni, 4. valutare i rischi almeno ogni 3 anni 5. obbligo di assoggettare gli addetti a sorveglianza sanitaria obbligatoria. Se invece la formaldeide entra in un ciclo produttivo come prodotto di reazione o sottoprodotto: 1. Informate il medico 2. Fate informazione e formazione 3. Effettuate un analisi indoor La Formaldeide è un inquinante ubiquitario, occorre anche tenere in considerazione i valori di fondo ambientale; dati di letteratura definiscono fondo ambientale valori indoor compresi tra 1 e 50 µg/m 3. Se i livelli ambientali superano questa soglia o se comunque superano il 10 % del TLV/TWA (Limite ponderato sulle 8 ore d esposizione) che per la Formaldeide è fissato in 0,25 mg/m 3, un azienda NON può essere ritenuta esente da un rischio espositivo ad agenti cancerogeni; quindi dovrà: 1. informare il medico 2. istituire un registro degli esposti, 3. fare formazione e informazione almeno ogni 5 anni, 4. valutare i rischi almeno ogni 3 anni 5. obbligo di assoggettare gli addetti a sorveglianza sanitaria obbligatoria. Giovedì 7/1/ Impianti sottoposti ad AIA statale: presentazione relazione di riferimento Gli impianti e le attività sottoposte ad Autorizzazione Integrata Ambientale di competenza statale, ad eccezione degli impianti di combustione con potenza termica di almeno 300 MW alimentati esclusivamente a gas naturale per i quali era necessario presentare la verifica preliminare entro il 07/04/2015 dovranno presentare la relazione di riferimento entro il 07/01/2016. Venerdì 15/1/ Invio registro informatizzato verifiche periodiche attrezzature periodo ottobre - gennaio Entro il 15 gennaio di ogni anno, i soggetti abilitati alle verifiche periodiche delle attrezzature elencate nell'allegato VII del D.Lgs. 81/08 e, successive modifiche ed integrazioni devono inviare al Portale soggetti abilitati istituito da INAIL il registro delle verifiche effettuate nel periodo 15 ottobre dell'anno precedente / 15 gennaio Venerdì 15/1/ Polieco - Dichiarazione periodica semestrale Scadono i termini per il versamento del contributo ambientale e per l invio della dichiarazione periodica semestrale al Polieco. Rientrano in tale scadenza le imprese che effettuano la produzione e l importazione di beni a base di polietilene (categoria A). Sabato 16/1/2016 Regione Lombardia: bonifica amianto Riguarda l'obbligo di provvedere alla bonifica di manufatti in amianto entro il Tale notizia era stata ripresa da alcuni siti ancora oggi on-line (www.amianto.lombardia.it/ piuttosto che e numerosi altri) che confermano l'esistenza di questa scadenza che sarebbe stata fissata da Regione Lombardia attraverso l'approvazione del Piano Regionale Amianto Lombardia (P.R.A.L.). Poiché alcune persone avevano sollevato dubbi riguardo questa notizia, si è provveduto ad approfondire l'argomento contattando direttamente alcune ASL del territorio: Lecco, Sondrio, Como e Milano. Tutte hanno concordato sul fatto che la Regione Lombardia avesse chiarito che: ...si conferma che il termine individuato dalla deliberazione della Giunta regionale n. VIII/1526 del di approvazione del PRAL era da riferirsi ad obiettivo strategico, senza effetto sul cittadino: la deliberazione sotto il profilo amministrativo non determina alcun obbligo; ad oggi, non sussiste profilo sanzionatorio in capo ai proprietari che non rimuovano entro detto termine. L'obbligo di rimozione in capo al proprietario di manufatti in amianto discende esclusivamente dalla valutazione, dal medesimo condotta, del suo stato di conservazione (fatti salvi i casi di esposti sui quali il Sindaco con Ordinanza può intervenire). Mercoledì 20/1/ CONAI - Schema riepilogativo compensazione import-export L importatore / esportatore di imballaggi, alla fine dell anno (31.12) predispone uno schema riepilogativo delle quantità importate ed esportate, nell anno trascorso che invia al CONAI entro il 20 gennaio dell'anno successivo in allegato alla dichiarazione mod Mercoledì 20/1/ CONAI - Dichiarazione periodica mensile Termine entro il quale: - i produttori di imballaggi (mod. 6.1) - gli importatori di imballaggi (mod. 6.2) - i soggetti che hanno adottato la compensazione per import/export di imballaggi (mod. 6.10), devono presentare al CONAI la denuncia mensile con la quale viene definita l'entità del contributo ambientale, che dovrà essere versato dopo il ricevimento della relativa fattura da parte di CONAI. La Dichiarazione va presentata con cadenza mensile se nell'anno precedente il contributo ambientale complessivo, dovuto per singolo materiale, è superiore a ,00 euro. Mercoledì 20/1/ CONAI - dichiarazione periodica annuale Termine entro il quale: - i produttori di imballaggi (mod. 6.1) - gli importatori di imballaggi (mod. 6.2) - i soggetti che hanno adottato la compensazione per import/export di imballaggi (mod. 6.10), - i soggetti che hanno imballaggi riutilizzabili impiegati in sistemi puntualmente controllati, certificati/verificabili (tipo noleggio o forme analoghe non di traslazione della proprietà) (mod. 6.20), devono presentare al CONAI la dichiarazione periodica annuale con la quale viene definita l'entità del contributo ambientale, che dovrà essere versato dopo il ricevimento della relativa fattura da parte di CONAI. La Dichiarazione va presentata con cadenza annuale se nell'anno precedente il contributo ambientale complessivo, dovuto per singolo materiale, è stato di importo inferiore a 310,00 Euro. Esiste una fascia di esenzione dalla dichiarazione annuale e dal relativo versamento del contributo: - per produttori o importatori che, nell'anno precedente, abbiano un contributo ambientale complessivo, dovuto per singolo materiale, inferiore a 26 Euro; - per importatori che, adottando una procedura semplificata, nell'anno precedente abbiano un contributo ambientale complessivo riferito al totale degli imballaggi inferiore a 52 Euro. Mercoledì 20/1/ CONAI - Dichiarazione periodica trimestrale Termine entro il quale: - i produttori di imballaggi (mod. 6.1) - gli importatori di imballaggi (mod. 6.2) - i soggetti che hanno adottato la compensazione per import/export di imballaggi (mod. 6.10), devono presentare al CONAI la dichiarazione periodica mensile ed effettuare la liquidazione del contributo ambientale, che dovrà essere versato dopo il ricevimento della relativa fattura da parte del CONAI. La Dichiarazione va presentata con cadenza mensile se nell'anno precedente il contributo ambientale complessivo dovuto per singolo materiale è superiore a ,00 Euro. Domenica 31/1/ Tributo speciale rifiuti smaltiti in discarica Termine per il versamento alla Regione del tributo speciale istituito dalla Legge 549/95 per i rifiuti smaltiti nel trimestre ottobre/dicembre. Per gli scarti e i sovvalli di impianti di selezione automatica, riciclaggio e compostaggio, nonché per i fanghi anche palabili il tributo è dovuto nella misura del 20%. Nessuno APPROFONDIMENTO INFORMAZIONI IMPORTANTI SULLO STUDIO IMPORTANTE: È attivo il sito internet Rimangono confermate le collaborazioni con: per l acquisto dispositivi di primo soccorso antinfortunistico per l acquisto di cartellonistica e materiale Cordiali Saluti
Similar documents
View more...
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks