Please download to get full document.

View again

of 8
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

FONDO IMMOBILIARE PER L HOUSING SOCIALE DELLA REGIONE SARDEGNA

Category:

Fashion & Beauty

Publish on:

Views: 9 | Pages: 8

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
FONDO IMMOBILIARE PER L HOUSING SOCIALE DELLA REGIONE SARDEGNA * SECONDO AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA POSSIBILE REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI HOUSING SOCIALE
Transcript
FONDO IMMOBILIARE PER L HOUSING SOCIALE DELLA REGIONE SARDEGNA * SECONDO AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA POSSIBILE REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI HOUSING SOCIALE * Il Fondo Immobiliare per l Housing Sociale della Regione Sardegna (il Fondo ) - istituito in attuazione dell art. 11 del D. L. n. 112/2008, del D.P.C.M. 16 luglio 2009, nonché delle deliberazioni di Giunta Regionale del 6 luglio 2010, n. 26/38 e del 19 maggio 2011, n. 25/58 - secondo quanto previsto nel regolamento di gestione, investe nel territorio regionale in iniziative immobiliari, con elevati standard energetici e di sostenibilità ambientale, autonomamente funzionali ad incrementare la dotazione di Alloggi Sociali (come definiti dal D.M. 22 aprile 2008). La gestione del Fondo è stata affidata a Torre S.G.R. S.p.A. ( Torre ) all esito di una procedura di evidenza pubblica esperita dalla Regione Sardegna. Il Fondo è partecipato dal Fondo Investimenti per l Abitare gestito da Cassa Depositi e Prestiti Investimenti SGR, Regione Autonoma della Sardegna, Fondazione di Sardegna e Confidi Sardegna. In base a quanto stabilito dal regolamento di gestione (il Regolamento ), il Fondo potrà investire - qualora Torre li ritenga meritevoli di attuazione - nei progetti pilota individuati con deliberazione di giunta Regionale 19 maggio 2011, n. 25/58, nonché in altre autonome iniziative individuate, in conformità al Regolamento, da Torre. Torre - al fine di assicurare la più ampia partecipazione nella fase di scelta dei progetti di sviluppo - tra i mesi di giugno e luglio 2015, attraverso l Avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse per la possibile realizzazione di progetti di housing sociale (il Primo Avviso ), ha avviato una selezione di progetti che potessero trovare attuazione e realizzazione per mezzo del Fondo, limitando l indagine ai soli Comuni che presentassero maggiori dimensioni avendo una popolazione residente superiore ai abitanti. La fattibilità delle manifestazioni di interesse ricevute in risposta al Primo Avviso, nonché la loro coerenza con gli obiettivi perseguiti dal Fondo, sono stati valutati da Torre, che ne ha selezionato taluni da inserire all interno del business plan del Fondo. Torre, a fronte della analisi condotte con l ausilio di Fondazione Housing Sociale, ha riscontrato la necessità di verificare la sussistenza di nuove potenziali iniziative di housing sociale, con specifico riferimento alla Città Metropolitana di Cagliari 1 e al Comune di Sassari, quali poli con particolare tensione abitativa. Pertanto, al fine di valutare ulteriori opportunità, Torre, in qualità di gestore del Fondo, ritiene opportuno pubblicare il presente secondo avviso pubblico, nel quale sono riportate le modalità e i termini dell effettuazione della selezione. A codesto avviso non è ammessa la presentazione delle manifestazioni di interesse presentate a seguito del Primo Avviso, salvo siano intervenuti importanti aggiornamenti urbanistico/procedurali rispetto alla precedente partecipazione. * 1 Fanno parte della città metropolitana, oltre al Comune di Cagliari, i seguenti comuni: Assemini, Capoterra, Elmas, Monserrato, Quartu Sant'Elena, Quartucciu, Selargius, Sestu, Decimomannu, Maracalagonis, Pula, Sarroch, Settimo San Pietro, Sinnai, Villa San Pietro, Uta. 1 ART. 1 OBIETTIVI E FINALITÀ 1.1 Con il presente avviso Torre, in qualità di società di gestione del Fondo, intende individuare nuove potenziali iniziative di housing sociale da realizzarsi nel territorio della Città Metropolitana di Cagliari e del Comune di Sassari. 1.2 Il presente avviso ha il solo scopo di individuare possibili iniziative per la realizzazione, da parte del Fondo, di interventi di housing sociale. A tal fine si intende selezionare, nell'ambito dei territori di cui al precedente paragrafo, un complesso di iniziative immobiliari fattibili ed idonee per lo sviluppo di programmi di housing sociale ed in particolare: (a) (b) (c) beni immobili da realizzare ex novo, in corso di realizzazione o già realizzati, nonché beni immobili da assoggettare a riqualificazione urbana o da sottoporre ad interventi straordinari quali il restauro, il risanamento conservativo, la ristrutturazione edilizia, la sostituzione edilizia, la demolizione e la successiva ricostruzione, la manutenzione, la valorizzazione o il cambio di destinazione d'uso; aree edificabili e/o suscettibili di riqualificazione urbana; diritti reali di godimento sui beni di cui alle lettera a) e b) che precedono. Data la natura del presente avviso pubblico volto a selezionare progetti idonei, Torre - in qualità di gestore del Fondo valuterà: (i) (ii) sia immobili e/o aree oggetto di permesso di costruire, concessione edilizia, denuncia d'inizio di attività o provvedimento equipollente per le quali è ammesso l insediamento di edifici residenziali da destinarsi anche ad Alloggi Sociali ; che iniziative per le quali non siano stati rilasciati/approvati i provvedimenti sub (i), a condizione che, comunque, tali iniziative abbiano ad oggetto aree (ovvero immobili da completare e/o ristrutturare) per le quali è ammesso l insediamento di edifici residenziali da destinarsi anche ad Alloggi Sociali senza l esperimento di alcuna procedura di variante urbanistica e/o cambio di destinazione d uso, e qualora ricadenti in area soggetta a pianificazione attuativa (piano di lottizzazione, attuativo o di recupero comunque denominato), il relativo piano sia stato quantomeno - approvato dal Comune. Torre si riserva di valutare anche iniziative non rientranti tra quelle indicate sub (i) e (ii), fermo restando che le stesse dovranno avere comunque una destinazione urbanistica prevalentemente residenziale. 1.3 Il presente avviso non costituisce offerta al pubblico ma mera modalità di selezione di proposte di iniziative immobiliari di housing sociale potenzialmente idonee allo sviluppo per mezzo del Fondo e, pertanto, non è in alcun caso - impegnativo per il Fondo. Nulla sarà dovuto dal Fondo, neppure a titolo di rimborso spese, ai soggetti proponenti. La ricezione delle proposte, quali manifestazioni di interesse, non costituirà in ogni caso approvazione della proposta di intervento, la cui effettiva realizzabilità e attuabilità è condizionata alla positiva conclusione dell intera procedura prevista dal Regolamento. 2 2. SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE MANIFESTAZIONE D'INTERESSE 2.1 Possono presentare proposte in riscontro al presente avviso di manifestazione d'interesse i seguenti soggetti titolari di iniziative rientranti nelle categorie sopra descritte: - pubbliche amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del D. Lgs. n. 165/2001, nonché alle pubbliche amministrazioni inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione, come individuate dall'istituto nazionale di statistica (ISTAT) ai sensi dell'articolo 1, comma 2, della Legge n. 196/2009, operanti nel territorio della Regione Sardegna; - società commerciali, imprese anche di costruzione e loro consorzi; - società cooperative e loro consorzi; - fondazioni; - soggetti o enti, privati o pubblici, incluse imprese di costruzione, associazioni imprenditoriali, intermediari finanziari. 2.2 Ai fini del presente avviso pubblico, per poter presentare una proposta di housing sociale è necessario dimostrare (i) con titolo idoneo, la disponibilità dell immobile (o area) interessato dal progetto, ovvero, l esistenza di un valido vincolo preordinato all esproprio per pubblica utilità e (ii) che l intervento proposto sia idoneo a sviluppare un progetto avente destinazione edilizia di tipo residenziale / housing sociale e un numero di alloggi pari almeno a 25 unità immobiliari. 2.3 Non possono presentare proposte di manifestazione di interesse i soggetti privati (persone fisiche o giuridiche) : a. nei cui confronti è pendente procedimento per l applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all articolo 3 della Legge n. 1423/1956 (ora articolo 6 del D.Lgs. n. 159/2001) o di una delle cause ostative previste dall'articolo 10 della Legge n. 575/1965 (ora articoli 67 del D.Lgs. n. 159/2001); tale divieto opera se la pendenza del procedimento riguarda il titolare o il direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; i soci o il direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, i soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice, gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o il socio unico persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, se si tratta di altro tipo di società; b. nei cui confronti è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale; è comunque causa di esclusione la condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio; l esclusione e il divieto operano se la sentenza o il decreto sono stati emessi nei confronti: - del titolare o del direttore tecnico se si tratta di impresa individuale; - dei soci o del direttore tecnico, se si tratta di società in nome collettivo; - dei soci accomandatari o del direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice; - degli amministratori muniti di potere di rappresentanza o del direttore tecnico o del socio unico 3 persona fisica, ovvero del socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, se si tratta di altro tipo di società o consorzio. In ogni caso l esclusione e il divieto operano anche nei confronti dei soggetti cessati dalla carica nell anno antecedente la data di pubblicazione dell avviso, qualora la società non dimostri che vi sia stata completa ed effettiva dissociazione della condotta penalmente sanzionata; l esclusione e il divieto in ogni caso non operano quando il reato è stato depenalizzato ovvero quando è intervenuta la riabilitazione ovvero quando il reato è stato dichiarato estinto dopo la condanna ovvero in caso di revoca della condanna medesima; c. che hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti; d. nei cui confronti è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2, lettera c), del D. Lgs. n. 231/2001. I proponenti attestano il possesso dei requisiti mediante apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà. L assenza di tali condizioni sarà verificata da Torre prima di procedere alla stipulazione di qualsiasi contratto relativo all oggetto del presente avviso. 3. MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE 3.1 La proposta - completa della documentazione di seguito indicata - dovrà essere redatta in lingua italiana, presentata in due copie, una in formato cartaceo ed una in formato elettronico. La proposte dovranno effettivamente pervenire - in plico sigillato recante all esterno, oltre agli estremi del destinatario, l indicazione SECONDO AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA POSSIBILE REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI HOUSING SOCIALE FONDO IMMOBILIARE PER L HOUSING SOCIALE DELLA REGIONE SARDEGNA - a mano, a mezzo posta o mediante corriere, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 30 giugno 2017, presso Torre SGR S.p.A., via Mario Carucci Roma. Data la natura del presente avviso pubblico, Torre - in qualità di gestore del Fondo - si riserva di valutare anche proposte che siano pervenute successivamente al suddetto termine. 3.2 Ogni soggetto proponente potrà richiedere al Fondo eventuali chiarimenti e/o formulare quesiti sia di natura procedurale-amministrativa secondo le modalità di cui al successivo articolo Il plico dovrà contenere: A. richiesta di adesione all avviso pubblico; B. descrizione della proposta di iniziativa. Più specificamente e fermo quanto previsto al punto 2.3 che precede: A. la richiesta di adesione all avviso pubblico (Documento A) deve essere sottoscritta dal soggetto proponente (nel caso di persone giuridiche, dal legale rappresentante) e deve contenere: 1) i dati anagrafici e fiscali del sottoscrittore e/o del soggetto rappresentato (ove distinti); 2) la richiesta di partecipazione al presente avviso pubblico; 4 3) la dichiarazione in ordine alla disponibilità degli immobili, alla loro provenienza ed agli estremi dell atto 4) la dichiarazione di accettazione integrale e senza riserva dei contenuti del presente avviso, a pena di esclusione; B. la descrizione della proposta di iniziativa (Documento B) dovrà contenere a titolo esemplificativo: 1) descrizione sommaria in forma di relazione scritto-grafica dello stato di fatto dell area/immobile proporzionata alla dimensione e condizione dei medesimi, contenente descrizione dello stato dei luoghi e degli (eventuali) edifici esistenti, con riguardo agli elementi paesaggistici, idro-geologici, urbanistici, edilizi, funzionali e ambientali; 2) localizzazione dell intervento su base aero-fotogrammetrica, con rilievo fotografico ed aerofotografico del contesto e dell area/immobile; 3) individuazione delle aree/immobili interessati dalla proposta di iniziativa, su base catastale, comprensiva delle pertinenze fondiarie ed edilizie, unitamente all individuazione scritto-grafica anche delle proprietà limitrofe; 4) rilievo planimetrico dei fabbricati esistenti, con quantificazione della SLP misurata ai sensi delle norme di piano applicabili; 5) indicazione dei titoli abilitativi rilasciati per le costruzioni esistenti, ordinari o in sanatoria, istanze di condono non concluse ed autorizzazioni d esercizio in corso; 6) in caso di aree edificabili, descrizione dello status urbanistico dell iniziativa, indicante dettagliatamente i titoli edilizi già ottenuti e quelli, eventualmente, ancora da richiedere o ottenere; 7) indicazione su rilievo planimetrico dell area e/o degli immobili, dei pesi, dei limiti, diritti reali o obbligatori in favore di terzi, costituiti in forza di legge, sentenza o contratto, riportando le caratteristiche, estremi degli atti costitutivi e scadenze dei medesimi; 8) inquadramento urbanistico della proposta rispetto alla normativa urbanistica (PRG, NTA, piani attuativi, ecc.), al sistema insediativo, infrastrutturale, ambientale, paesaggistico, evidenziando il sistema di accessibilità e i servizi esistenti nel contesto (specificati nella tipologia dei servizi urbani e locali); 9) schema di assetto della proposta di intervento, su base aerofotogrammetrica, in scala 1:1.000 o con sviluppo planovolumetrico degli edifici e distinzione tra superfici fondiarie, standard urbanistici, viabilità interna, eventuali connessioni viarie esterne, profili altimetrici; 10) indicazione planimetrica delle opere di urbanizzazione proposte e degli allacci ai pubblici servizi; 11) computo delle superfici di progetto calcolate in termini di SLP e c.d. superficie commerciale (utilizzando il foglio elettronico di cui all Allegato 1); 12) calcolo degli standard urbanistici dovuti, reperiti, a scomputo e monetizzati, con indicazione inoltre del calcolo presuntivo del contributo sul costo di costruzione, degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, dell importo di monetizzazione degli standard urbanistici non reperiti; 13) ove disponibile, progetto di trasformazione degli immobili in scala 1:200, con planimetrie degli 5 alloggi ai vari livelli; 14) proposta economica del valore di compravendita dell immobile. A titolo puramente rappresentativo si indicano, nella tabella qui di seguito, i range dei valori di acquisto orientativi che il Fondo, in base alle analisi preliminarmente condotte, al fine di perseguire le strategie richieste dal Regolamento ed al fine di realizzare interventi da destinare a vendita e locazione a prezzi e canoni calmierati, potrà sostenere. Comune di Cagliari Comune di Sassari Area Immobile completato Area Immobile completato edificabile (**) edificabile (**) Prezzo di acquisto ( /mq*) 240/ / / /1.450 Prezzo di acquisto ( /mc) 90/ /570 40/60 510/530 (*) mq commerciali sviluppati/sviluppabili (**) valori relativi all acquisto di immobili in ottimo stato di conservazione che non richiedono manutenzioni preliminari alla commercializzazione 4. VERIFICA DEI CRITERI DI INVESTIMENTO DA PARTE DEL FONDO 4.1 Successivamente al ricevimento delle manifestazioni di interesse, Torre - per conto del Fondo - valuterà le iniziative proposte in completa libertà contrattuale e autonomia gestionale, tenuto conto degli obiettivi di investimento del Fondo e senza alcun obbligo di acquisizione delle manifestazioni d interesse pervenute. 4.2 La valutazione tecnico economica delle iniziative si baserà sui seguenti criteri oggettivi di seguito riportati a titolo esemplificativo: Elementi essenziali: a) capacità di promuovere mix sociale di funzioni e di offerta abitativa al fine di realizzare alloggi sociali destinati preferibilmente alla locazione a canoni calmierati ed anche alla vendita a valori convenzionati per una quota non inferiore al 51%, con particolare riguardo alle esigenze dei soggetti di cui al comma 2 dell art. 11 del D.L. n. 112/2008, convertito con modificazioni, dalla Legge n. 133/2008 (ossia quelle categorie di soggetti che, pur avendo livelli di reddito troppo alti per accedere alle assegnazioni di alloggi di edilizia pubblica, non riescono a soddisfare sul libero mercato le proprie esigenze abitative o per ragioni economiche o per assenza di un offerta adeguata -, quali nuclei familiari e giovani coppie a basso reddito; anziani in condizioni sociali o economiche svantaggiate; studenti fuori sede; immigrati regolari a basso reddito, ecc.); c) dimensione significativa degli interventi (congruo numero di alloggi sociali), da realizzare in un unico ambito territoriale oppure in più aree di un medesimo comune o anche in aree ubicate in comuni diversi uniti tra loro); d) grado di fattibilità amministrativa (disponibilità delle aree e/o degli immobili, conformità degli interventi con gli strumenti urbanistici vigenti o almeno adottati, verifica di eventuali vincoli di tutela idrogeologica, culturale, paesaggistica, ecc). 6 Elementi qualificanti: a) apporto di risorse private e/o risorse pubbliche aggiuntive rispetto alle risorse del fondo, sia nella fase di investimento sia nella fase di gestione e organizzazione delle attività; b) integrazione con politiche pubbliche locali di sostegno, verificando che l intervento previsto sia effettivamente connesso ad altre infrastrutture e altri servizi (anche di nuova realizzazione) atti ad amplificare l efficacia del progetto; c) minimizzazione del c.d. consumo del territorio a favore di interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio esistente; d) qualità edilizia e ambientale; e) attuazione sulla base di modelli di cooperazione istituzionale che prevedano il concorso dei diversi soggetti istituzionali competenti ai vari livelli; f) partenariato e coinvolgimento delle comunità locali anche al fine della valorizzazione del capitale umano locale; g) caratteri innovativi e di replicabilità e trasferibilità in altri contesti territoriali; h) massimizzazione del soddisfacimento della domanda di alloggi sociali nelle aree ad alto fabbisogno abitativo. 5. ESITI DELLA MANIFESTAZIONE D'INTERESSE 5.1 Le manifestazioni di interesse pervenute, corredate dalla prevista documentazione, saranno preventivamente esaminate da una commissione tecnica di verifica i cui componenti saranno nominati da Torre a suo insindacabile giudizio. 5.2 Qualora lo ritenesse opportuno, Torre potrà richiedere integrazioni documentali necessarie per lo svolgimento delle analisi di cui al punto precedente. 5.3 Successivamente, Torre c
Similar documents
View more...
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks