Please download to get full document.

View again

of 42
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

Sommario. Piano Strategico Comune di Monserrato INTRODUZIONE GENERALE L APPROCCIO METODOLOGICO AGENDA STRATEGICA QUADRO CONOSCITIVO SCENARI E VISIONI

Category:

Services

Publish on:

Views: 12 | Pages: 42

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
COMUNE DI MONSERRATO piano strategico secondo report intermedio luglio 2006 Sommario INTRODUZIONE GENERALE L APPROCCIO METODOLOGICO AGENDA STRATEGICA QUADRO CONOSCITIVO SCENARI E VISIONI REPERTORIO DELLA
Transcript
COMUNE DI MONSERRATO piano strategico secondo report intermedio luglio 2006 Sommario INTRODUZIONE GENERALE L APPROCCIO METODOLOGICO AGENDA STRATEGICA QUADRO CONOSCITIVO SCENARI E VISIONI REPERTORIO DELLA PROGETTUALITÀ I TEMI E LE LINEE STRATEGICHE DEL PIANO LA PROMOZIONE E COMUNICAZIONE DEL PIANO LA GESTIONE DEL PROCESSO DEL PIANO STRATEGICO Secondo Report Intermedio 2 INTRODUZIONE GENERALE L Amministrazione comunale di Monserrato, secondo quanto disposto dalle Linee Guida regionali per la pianificazione strategica, ha redatto il presente Secondo report intermedio per il Piano Strategico Comunale quale sintesi del processo avviato. L'avvio del Piano Strategico Comunale ed Intercomunale Nei mesi di Ottobre e di Dicembre 2005 sono stati elaborati i piani metodologici per la pianificazione strategica comunale ed intercomunale con l'obiettivo di delineare un percorso metodologico ed operativo per la definizione di una visione futura del Comune di Monserrato sia nella sua dimensione locale che in quella sovralocale, dimensioni che trovano forti sovrapposizioni ed integrazioni, vista la sua collocazione all interno dell area vasta cagliaritana, sia in termini spaziali che funzionali con alcuni temi strategici emersi da altri comuni coinvolti nel processo di pianificazione. Coerentemente con gli indirizzi della Commissione Europea per il ciclo programmatorio , il piano strategico dovrà inoltre consentire la definizione di un quadro di coerenza e di coordinamento all'interno del quale prefigurare la progettualità di valenza strategica a medio-lungo termine. Il presente documento contiene una sintesi del lavoro svolto per la elaborazione del piano Strategico Comunale di Monserrato con l'obiettivo di documentare le attività, le fasi di elaborazione e i primi risultati, utili per programmare la prosecuzione del lavoro nei prossimi mesi, in riferimento al percorso delineato nel Piano Metodologico Operativo redatto dall'amministrazione comunale. Viene inoltre fornito uno stato d'avanzamento del procedimento tecnico-amministrativo riguardante delle risorse assegnate. Il report contiene alcuni allegati che illustrano in maggior dettaglio le attività svolte e i primi prodotti del piano, quale esito fondamentale del processo avviato. La programmazione delle diverse attività e le modalità di svolgimento sono state organizzate in riferimento al Piano Metodologico Operativo. In questa seconda fase di lavoro, in relazione a quanto previsto all interno del primo report intermedio, è stato aggiornato e approfondito il cronoprogramma delle attività, anche in riferimento alle attività di pianificazione strategica intercomunale ed alla tempistica delle amministrative comunali avvenute a maggio scorso. Secondo Report Intermedio 3 La Pianificazione strategica L APPROCCIO METODOLOGICO Gli Orientamenti del Tavolo Inter-istituzionale per la Riserva Aree Urbane del FAS per il periodo per i piani strategici per le città e le aree metropolitane descrivono il piano strategico come uno strumento di pianificazione territoriale tramite il quale le città si dotano di strategie per assolvere al loro ruolo di nodi di eccellenza delle reti materiali ed immateriali nei territori di riferimento, considerando i fattori, le funzioni e le interrelazioni metropolitane ed extra-regionali e, se pertinenti, internazionali. Il contesto politico-amministrativo Dalla prassi consolidata, la pianificazione strategica si caratterizzata per la sua natura politicoprogrammatoria che consente ad una comunità di definire, attraverso la condivisione di un'idea della propria città, una visione futura in grado di orientare le politiche locali e di mettere a sistema azioni e progetti promossi dai diversi attori, promuovendo sinergie intersettoriali, locali e sovralocali. Gli orientamenti emersi dal Tavolo Inter-istituzionale rivelano che la struttura, i contenuti, gli organismi di governo e le modalità di costruzione e di gestione dei piani strategici non possono essere aprioristicamente codificati in via prescrittiva, trattandosi, per loro stessa natura e definizione, di strumenti necessariamente flessibili e adattativi. Spetta alle amministrazioni locali declinare i loro piani in funzione delle peculiarità e delle potenzialità territoriali per aprirli poi alla verifica ed al contributo degli attori locali. Il momento di riorganizzazione politico-amministrativo attualmente in corso offre un'opportunità di riflessione e dialogo collettivo sul futuro della città di Monserrato utile a stimolare ed orientare le attività di Pianificazione Strategica, come metodo e processo a supporto delle attività future dell Amministrazione Comunale. Il percorso metodologico Il percorso per l elaborazione del Piano Strategico Comunale è stato definito all interno del piano metodologico per la pianificazione strategica comunale consegnato nel mese di dicembre 2005 all Amministrazione Regionale e prevede, in sintesi, i seguenti ambiti di lavoro: Costruzione del patrimonio informativo per l elaborazione del piano L obiettivo di questa attività è quello di costruire il patrimonio di documentazione, informazione e conoscenza utile al processo di pianificazione, in funzione dei temi di interesse per il piano strategico, individuando contestualmente gli attori coinvolti nel processo di piano. Elaborazione della visione condivisa del piano L obiettivo è quello di elaborare e condividere immagini e scenari che consentano di ripensare il futuro della città attraverso l interpretazione delle tendenze dei processi territoriali in atto e l elaborazione di linee strategiche riferite ad un orizzonte temporale definito. Risulta particolarmente rilevante la definizione di immagini e scenari al futuro che considerino la dimensione territoriale dell'area vasta e il posizionamento strategico del Comune di Monserrato nell'area vasta di Cagliari. Quadro strutturato della progettualità Secondo Report Intermedio 4 L obiettivo in questo caso è quello di mettere in rete, sostenere e accompagnare la progettualità in itinere e già avviate, ripensandole in una prospettiva strategica attraverso l elaborazione e la redazione di un quadro strutturato dei progetti basato sulla selezione di temi di rilevanza strategica che consentirà di promuovere con maggior efficacia azioni di stimolo alla progettualità e azioni finalizzate alla messa in rete dei progetti esistenti o in fase di attivazione. Definizione e condivisione delle priorità in termini di linee d azione e progetti strategici Questa attività prevede la definizione e selezione di alcuni temi e obiettivi e di un numero limitato di progetti, programmi e azioni ad elevato contenuto strategico e simbolico, come esito fondamentale del processo di pianificazione strategica. In questa fase si prevede la predisposizione del Documento del Piano Strategico comunale corredato dagli eventuali accordi formali tra l Amministrazione comunale e i partner pubblici e privati. Secondo Report Intermedio 5 I TEMI E LE LINEE STRATEGICHE DEL PIANO Il Comune di Monserrato, attraverso il piano strategico, intende rafforzare il proprio ruolo all interno dell area vasta cagliaritana come centro di riferimento per alcuni servizi rari, quali servizi dell alta istruzione e della sanità, impianti sportivi e per l offerta di residenza di qualità, ponendosi come nodo di connessione tra il capoluogo ed il settore orientale dell'area vasta. Alla scala comunale la visione strategica dello sviluppo di Monserrato intende porre a sistema le opportunità e le potenzialità peculiari del comune e del suo territorio, soprattutto per quanto riguarda il suo capitale sociale ed ambientale. Il piano affronta temi come il rapporto con l'università, la qualità urbana e dei servizi culturali e sociali con particolare attenzione alla popolazione anziana, giovane e con particolari problematiche sociali; la qualità urbana del centro storico e del suo immediato intorno; le potenzialità delle zone agricole; le problematiche legate alla mobilità e traffico. Il Piano Strategico di Monserrato concentra l attenzione in riferimento alle seguenti aree tematiche così sinteticamente descritte. Monserrato e l Università La presenza nel comune di Monserrato della Cittadella Universitaria, del Policlinico Universitario e della popolazione universitaria (6,600 studenti iscritti alle facoltà presenti a Monserrato) rappresentano per la città una risorsa determinante. Il piano strategico fornisce una cornice all interno del quale esplorare nuove sinergie tra Università e comune di Monserrato. Sono già in corso importanti iniziative in questo senso con il Policlinico Universitario, tramite l accordo di programma per la ristrutturazione dell ex istituto CRIES, con il Dipartimento di Fisica per il potenziamento del museo universitario. Si prospettano inoltre le condizioni per un insediamento a Monserrato di un Centro di Medicina dello Sport, in cui svolgere attività di ricerca, didattica e promozione della salute e della cultura sportiva, anche legata alla localizzazione dei nuovi impianti sportivi. All interno delle attività di pianificazione strategica sono previste specifiche azioni orientate a indagare maggiormente ulteriori sinergie attivabili direttamente o indirettamente con l Università affinché diventi uno dei principali fattori di sviluppo per il territorio e i suoi abitanti. In particolare esplorando: la possibilità di favorire la creazione di una nuova economia locale legata ai servizi per la comunità degli studenti e dei docenti presenti a Monserrato (attività commerciali, residenziali, ristorazione, attività ricreative, ecc); la possibilità di promuovere nuova imprenditorialità, anche in riferimento a programmi di Sviluppo e Ricerca per PMI, all interno del tessuto socio-economico monserratino; iniziative volte ad avvicinare la Cittadella Universitaria alla città attraverso il potenziamento dei collegamenti per facilitare la mobilità e l accessibilità tra le parti della città separate dalla SS 554; modalità di diffusione e condivisione della conoscenza tra Università e Comune. Inoltre, la realizzazione di un Polo scientifico ed ambientale sito nell ex polveriera di Cuccuru Angius, tra Monserrato e Selargius, può favorire la promozione culturale, scientifica e ambientale nell'intera area. L'ex polveriera è infatti, destinata a diventare un polo scientifico, culturale e ambientale d'interesse regionale. La polveriera diventerà sede principale dell'istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e potrà favorire un collegamento con il polo universitario. Il comune di Monserrato, con il protocollo d intesa già sottoscritto con il comune di Selargius e con ulteriori intese con l'istituto Nazionale di Astrofisica e gli istituti scolastici presenti nel territorio, può accrescere il proprio ruolo nella promozione di eventi legati al mondo scientifico anche a carattere divulgativo. Nei capitoli seguenti sono riportate analisi, indagini e interviste tramite le quali è stato possibile approfondire il tema del rapporto con l Università mediante la costruzione di immagini al futuro e l individuazione di linee e azioni strategiche specifiche. Monserrato: le popolazioni, i tempi, i luoghi, i servizi Secondo Report Intermedio 6 Il centro storico Quest'area tematica intende esplorare, attraverso una riflessione collettiva a partire da alcune iniziative già portate avanti dall'amministrazione (come La città dei bambini ), gli ambienti di vita di Monserrato, i problemi, le potenzialità, i bisogni e le aspettative della popolazione. Gli spazi aperti Il piano strategico fornisce un'occasione utile per indagare le prospettive aperte anche dal PUC riguardanti l'impiantistica sportiva ed i parchi territoriali ad essa collegata. Inoltre, emerge dalle analisi svolte il ruolo potenziale dell'area agricola come fascia di transizione agri-urbana di livello metropolitano tra i centri dell area vasta e quelli dell entroterra del campidano e del Parteolla. Il piano strategico può esplorare le potenzialità di quest'area, come elemento centrale della memoria storica della comunità, in termini economici, paesaggistici, ambientali ed identitari attraverso una riflessione sulle possibili modalità di produzione, ricerca, fruizione e governance, anche in collaborazione con altri comuni della campagna urbana cagliaritana. Capacità istituzionale Infine, il piano strategico offre l occasione per promuovere la crescita della capacità istituzionale dell amministrazione, in particolare per quanto riguarda la gestione interna dei complessi processi di interazione e collaborazione tra settori tecnici e amministrativi e tra questi e la componente politica. Rispetto a questa opportunità l'attività svolta all interno dell amministrazione è stata quella di strutturare l'organigramma gestionale del piano strategico attraverso il coinvolgimento attivo delle strutture tecniche e amministrative del Comune, la creazione di opportunità volte a condividere l'impostazione metodologica e a raccogliere gli eventuali suggerimenti e apporti propositivi dei funzionari intervistati, verificando caso per caso la fattibilità di un concreto coinvolgimento nelle attività di elaborazione del piano strategico, prevedendo percorsi operativi e programmi di formazione continuativi. Secondo Report Intermedio 7 AGENDA STRATEGICA Il Piano metodologico operativo prevede una serie di attività che possono essere così riassunte e divise nelle tre fasi operative di lavoro sino ad arrivare alla scadenza ultima prevista per ottobre In dettaglio l Agenda Strategica prevede: Prima Fase di lavoro Gennaio/Marzo 2006: Fase di avvio Successivamente alla presentazione del Piano Metodologico si è dato l avvio ad una serie di indagini conoscitive e di interviste semi-strutturate con i tecnici dell Ente: elaborazione visione interna amministrazione comunale o Interviste amministratori: sindaco uscente o Intervista capi settore Le altre attività avviate in questa fase sono state: definizione preliminare dei caratteri significativi del territorio e della dimensione demografica e socio economica finalizzata all individuazione dei temi e degli attori che saranno coinvolti nell elaborazione del Piano Strategico di Monserrato; programmazione dei processi di interazione tra l Amministrazione Comunale e gli attori individuati per la costruzione del programma operativo del Piano Strategico; prima definizione degli strumenti di formazione e di comunicazione e promozione del piano. Seconda Fase di lavoro Aprile/Luglio 2006 Per quanto riguarda le attività previste per l'elaborazione del Piano Strategico Comunale all'interno del Piano metodologico e nel primo report intermedio, si riportano di seguito le attività avviate. Nelle tabelle sono elencate: le azioni previste dal piano metodologico; le specifiche attività già avviate; i documenti all'interno dei quali tali attività trovano sintesi ed applicazione al processo di pianificazione strategica. Secondo Report Intermedio 8 2a] Costruzione del patrimonio informativo per l elaborazione del piano Azioni previste dal Piano Metodologico Costruzione della conoscenza attraverso analisi e indagini dirette e indirette Attività avviate Interviste amministratori (nuovo sindaco, assessori); Intervista capi settore; Analisi socio-demografiche (fonte ISTAT censimento della popolazione e delle abitazioni); Analisi rassegna stampa; Analisi delle esigenze formative; Documenti di riferimento Rapporto sullo stato del territorio (in fase di elaborazione) Quadro strutturato della progettualità, visione condivisa dello scenario attuale Definizione del rapporto del Piano Strategico con la strumentazione urbanistica e programmatica gestionale Analisi strumenti urbanistici: PUC; Schedatura Piano triennale OOPP; Analisi comparata dei modelli organizzativi della Progettazione Integrata e della Pianificazione Strategica; Analisi del Programma socio assistenziale; Rapporto sullo stato del territorio, Quadro strutturato della progettualità Rappresentazione di quadri territoriali comunali e d area vasta Analisi della documentazione programmatica esistente sovracomunale: PPR; Rappresentazioni di alcune dinamiche socio demografiche (fonte ISTAT censimento della popolazione e delle abitazioni); Rapporto sullo stato del territorio, Quadro della progettualità Le interviste agli amministratori sono state mirate a rilevare: l immagine attuale del territorio; le aspettative rispetto alla pianificazione strategica; le iniziative ritenute rilevanti gli stakeholders da coinvolgere nel processo di partecipazione. Le interviste ai capi settore sono state mirate a rilevare: le iniziative in corso il fabbisogno formativo; Gli stakeholders da coinvolgere nel processo di partecipazione. Sono in itinere le attività per la condivisione di strumenti e metodi per l interpretazione territoriale che trovano attuazione all'interno di un documento di indirizzi per la formazione. Tale fabbisogno formativo è definito sia attraverso l'analisi del Piano di Formazione esistente nel Comune di Monserrato, relativo allo sviluppo delle competenze della Pubblica Amministrazione, che sulla base delle analisi delle interviste con i dirigenti e con gli amministratori. Secondo Report Intermedio 9 La progettazione e realizzazione di strumenti di comunicazione e promozione, così come indicato all'interno del Piano Metodologico costituisce un attività trasversale alla costruzione del processo di partecipazione e comunicazione. Secondo Report Intermedio 10 2b] Elaborazione della visione condivisa del piano Azioni previste dal Piano Metodologico Coinvolgimento della società locale mediante tecniche di partecipazione (incontri strutturati, workshop, laboratori) Attività avviate Interviste con i settori tecnici interni al comune; Lettere informative agli attori istituzionali individuati nel PMO; Elaborazione del progetto di comunicazione e di coinvolgimento; Costruzione di una prima stakeholders map. Documenti di riferimento Documento strategico preliminare contenente le prime indicazioni utili per l orientamento del piano Definizione dei temi e orientamenti prioritari della pianificazione comunale Comunicazione e informazione Interviste con i settori tecnici interni al comune; Analisi dei programmi elettorali dei candidati sindaci (elezioni 29 maggio 2006); Elaborazione visione interna Amministrazione Comunale Costruzione ed implementazione del sito web del piano strategico (prima versione); Documento strategico preliminare Sito web 2c] Quadro strutturato della progettualità Azioni previste dal Piano Metodologico Raccolta, organizzazione e rappresentazione della progettualità emergente dall'analisi di piani, programmi e progetti Valutazione della rilevanza strategica della progettualità rilevata Attività avviate Analisi della documentazione attualmente disponibile; Costruzione del quadro strutturato della progettualità e delle iniziative in corso; Valutazione preliminare della rispondenza delle azioni progettuali rispetto ai temi individuati; Elaborazione di elementi d integrazione tra Progettazione Integrata e Pianificazione Strategica; Documenti di riferimento Quadro strutturato della progettualità Quadro strutturato della progettualità Secondo Report Intermedio 11 Terza Fase di lavoro Agosto/Ottobre 2006 In questa fase tutte le attività avviate nella fase precedente saranno completate per la redazione del documento strategico definitivo. Tale fase avrà come esito l individuazione e la selezione delle linee d azione e progetti strategici. 3a] Costruzione del patrimonio informativo per l elaborazione del piano Azioni previste dal Piano Metodologico Costruzione della conoscenza attraverso analisi e indagini dirette e indirette Attività avviate Documenti di riferimento Definizione delle indagini integrative; Rapporto sullo stato del territorio Quadro strutturato della progettualità, visione condivisa dello scenario attuale Definizione del rapporto del Piano Strategico con la strumentazione urbanistica e programmatica gestionale Analisi piano economico gestionale
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks