Please download to get full document.

View again

of 66
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

SOPPALCO FAI DA TE T30

Category:

Government & Nonprofit

Publish on:

Views: 84 | Pages: 66

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
SOPPALCO FAI DA TE T30 MANUALE DI MONTAGGIO SISTEMA BREVETTATO Avvertenze obbligatorie per il montaggio della struttura. Questo libretto deve sempre accompagnare il soppalco. Leggere e comprendere
Transcript
SOPPALCO FAI DA TE T30 MANUALE DI MONTAGGIO SISTEMA BREVETTATO Avvertenze obbligatorie per il montaggio della struttura. Questo libretto deve sempre accompagnare il soppalco. Leggere e comprendere attentamente e per intero il presente manuale di montaggio prima del montaggio del soppalco. 1 INDICE 1 DESCRIZIONE GENERALE LISTA DEI COMPONENTI E FERRAMENTA NECESSARIA ISTRUZIONI DI MONTAGGIO ISTALLAZIONE DELLA STRUTTURA METALLICA PREMONTAGGIO DI TRAVI E CORRENTI POSIZIONE DEI CONNETTORI (SCALA ESTERNA AL SOPPALCO) POSIZIONE DEI CONNETTORI (SCALA INTERNA AL SOPPALCO) ELEVAZIONE DELLA STRUTTURA INSTALLAZIONE DI CORRENTI E RINFORZI; TRAVERSE DI RINFORZO (OPTIONAL) MONTAGGIO DEL PAVIMENTO IN LEGNO FERMAPIEDI E PARAPETTI FERMAPIEDI PARAPETTI SCALA MONTAGGIO SCALA ESTERNA AL SOPPALCO MONTAGGIO SCALA INTERNA AL SOPPALCO MONTAGGIO TRAVI SCALA MONTAGGIO GRADINI E BALAUSTRA KIT AMPLIAMENTO IN DIREZIONE DELLE TRAVI PRIMARIE KIT AMPLIAMENTO IN DIREZIONE DEI CORRENTI PIATTAFORMA DI SBARCO TAPPI ALTRE POSSIBILITA' DI CONFIGURAZIONE QUESTIONARIO DICHIARAZIONE DI CONFORMITA' DESCRIZIONE GENERALE Il soppalco brevettato SVELT può adeguarsi telescopicamente allo spazio disponibile e può essere installato in abitazioni, officine, garage, negozi, ecc. Non è omologato per utilizzo pubblico. Può quindi essere usato per esempio come deposito per un ristorante ma non per farvi cenare i clienti. E consentito il solo uso interno (non viene coperto da garanzia per uso all esterno). Il suo sistema modulare consente variazioni nella configurazione così come l ampliamento di moduli o elementi. Figura 1 Vista orientativa del soppalco regolabile Il Kit del soppalco regolabile T30 si compone di: KIT Struttura T30: Struttura estensibile fino a 30mq composta da travi primarie, correnti (secondarie), pilastri e pavimento portante in legno agglomerato ad alta densità. Sistema di rinforzo per dare stabilità al soppalco nel caso venga posizionato al centro di un edificio senza appoggi almeno a 2 pareti. KIT Scala: Scala regolabile in altezza, con 42 di inclinazione. KIT Parapetto: protezione su 2 lati (2 lati aggiuntivi optional su richiesta), dotato di corrimano, paraginocchia e fermapiedi in alluminio. KIT Piattaforma di sbarco (optional): che consente di collocare la scala parallelamente al soppalco per risparmiare spazio. 3 La portata del soppalco completamente esteso è di 400 kg/mq uniformemente distribuita, con una deformazione (freccia) di L/300. Non sono consentiti carichi concentrati di transpallet o scaffallature. 1.1 LISTA DEI COMPONENTI E FERRAMENTA NECESSARIA LISTA DEI PEZZI E VITERIA In figura 2 si può vedere la viteria da utilizzare 4 Figura 2 Viteria utilizzata N.B. alcuni elementi potrebbero essere assenti o sostituiti da altri che fanno la stessa funzione. 5 LISTA DELLA FERRAMENTA FERRAMENTA USO AVVITATORE ELETTRICO PER STRINGERE VITI E TIRAFONDI CHIAVE A TESTA ESAGONALE 22 mm VITI M14 CHIAVE A TESTA ESAGONALE 17 mm VITI M10 CHIAVE A TESTA ESAGONALE 8 mm TIRAFONDI (ESAGONALI) M5 5 PUNTA A CROCE TIRAFONDI (CROCE) M5 5x60 PUNTA CEMENTO M10 PER I FORI NEL PAVIMENTO PER L ANCORAGGIO DELLE BASI DEI PILASTRI DELLA SCALA CON GLI APPOSITI TASSELLI MARTELLO PER INTRODURRE GLI ANCORAGGI NEI FORI SEGA CIRCOLARE PER LEGNO PER TAGLIARE LE TAVOLE DEL PAVIMENTO A MISURA PEGAMENTO DI CONTATTO PER POSIZIONARE I FERMAPIEDI DELLA SCALA BOLLA DI LIVELLO PER IL CORRETTO LIVELLAMENTO DEL SOPPALCO METRO PER PRENDERE LE VARIE MISURE DURANTE IL MONTAGGIO HERRAMIENTA USO NOTA: Si raccomanda l uso di un avvitatore elettrico, soprattutto per il fissaggio delle tavole di legno alle travi di ferro (TIRAFONDO AUTOFILETTANTE a croce da M5 5X60). Nel caso non si disponga di avvitatore elettrico si possono utilizzare chiavi per BULLONI (fisse o inglesi). Si raccomanda l uso di sistema di sollevamento meccanico proporzionale alle dimensioni e peso dei componenti da sollevare. 6 2 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO PRIMA DI COMINCIARE: Non stringere completamente le viti prima di terminare il montaggio, perché molte debbono essere tolte e riposizionate durante l installazione (si usano gli stessi fori per giunzioni, pali di parapetti, squadrette dei pilastri ). Pertanto è bene avvitarli manualmente, per poi alla fine stringerli con l avvitatore dal lato dei dadi senza necessità di tenere ferma la testa della vite dalla parte opposta. Mettere i dadi all interno delle travi a C per una migliore estetica. 2.1 ISTALLAZIONE DELLA STRUTTURA METALLICA (COD. T30) PREMONTAGGIO DI TRAVI E CORRENTI Prima di tutto si deve realizzare un premontaggio della struttura nel luogo prescelto allo scopo di definire la lunghezza dei pezzi telescopici, per poter realizzare la maggior parte della istallazione a terra, come mostrato in Figura 5. E necessario preventivamente identificare tutte le travi e i correnti telescopici. Per farlo bisogna misurare il profilo di ogni trave (come indicato in Figura 3): Figura 3 A Larghezza del profilo della trave 7 La misura del profilo di ogni trave è nella seguente tabella: TRAVE PRIMARIA CORRENTE ELEMENTO LUNGHEZZA (mm) A LARGH. (mm) TRAVE ESTERNA TRAVE OPPOSTA ESTERNA TRAVE INTERNA TRAVE OPPOSTA INTERNA CORRENTE ESTERNO CORRENTE INTERNO TABELLA 1 MISURE PROFILO TRAVI Sia nelle travi che nei correnti i pezzi marchiati TECRO sono da posizionare all esterno come si vede in Figura 4. Figura 4 Marchiatura pezzi esterni Per continuare si deve definire la configurazione generale della struttura (lunghezza delle travi e posizione dei correnti e dei connettori). Si definisce in pratica il perimetro del soppalco. Per questo è necessario determinare: Disposizione delle travi primarie e dei correnti, tenendo presente la dimensione massima e minima di ogni elemento in funzione della Tavola 2 e dello spazio disponibile così come la situazione delle pareti del locale dove si va a montare. Posizione della scala. Da essa dipende la separazione tra correnti e connettori perimetrali e il montaggio del pavimento in legno. o Esterna al soppalco, nel cui caso si hanno da seguire i passi (correnti) e (pavimento in legno) o Interna al soppalco, posizionata tra 2 travi e parallelamente a esse. Per questo si hanno da seguire i passi (correnti) e (pavimento in legno) e (scala interna). In questo caso bisognerà tener conto delle altezze e larghezze necessarie in Tabella 6. Posizione del parapetto. I pilastri del parapetto si devono avvitare sopra i CORRENTI e le TRAVI PRIMARIE che presentano maggiore rigidità a torsione. 8 NOTA: E necessario rispettare le misure della Tabella 6 per evitare possibili colpi con la testa mentre si sale e scende sul soppalco. Una volta definito questo aspetto si procede al montaggio perimetrale della struttura con 3 TRAVI PRIMARIE E 3 CORRENTI SOVRAPPOSIZIONE Figura 5 Premontaggio a terra del perimetro esterno ATTENZIONE: La lunghezza massima e minima delle travi e dei correnti non può oltrepassare il limite inicato in Tabella 2 Per evitare errori nella posizione di lunghezza massima (sovrapposizione minima) sia le travi interne che i correnti esterni sono dotati di 2 fori di sicurezza (uno per lato), come di vede nella Figura 6. In qualsiasi momento deve essere possibile vedere attraverso il foro la trave o il corrente interno. Non vederla significa che si sta montando la trave con una sovrapposizione minima (vedi Tabella 2). Figura 6 Minima sovrapposizione corretta La portata massima del soppalco dipende dalla dimensione in pianta del soppalco stesso. 9 In Tabella 2 si mostrano tutte le possibili configurazioni di lunghezza con la corrispondente sovrapposizione di travi LV e correnti LC. L.V S.V S.V L.C S.C S.C Tabella 2 Lunghezza massima e minima degli elementi telescopici. 10 Nella Tabella 3 son mostrate tutte le possibili configurazioni di larghezza/lunghezza e conseguente portata massima ammissibili con carico ripartito uniformemente sul piano di calpestio. 11 Per costruire il perimetro iniziale bisogna: Montare a terra una Trave PRIMARIA telescópica (interna+esterna+interna) adeguandola allo spazio disponibile e tenendo conto dei valori minimo e massimo della Tabella 2. Sul lato opposto del soppalco deve essere montata la Trave Opposta Telescopica (esterna+interna+esterna) regolandola come la precedente (tenendo conto dei valori minimo e massimo della Tabella 2) Ogni TRAVE PRIMARIA si assembla come mostrato in Figura 7, mediante 12 VITI M10x DADI M10 Figura 7 Montaggio di una TRAVE PRIMARIA telescopica SOVRAPPOSIZIONE Collocare i 2 CORRENTI laterali (interno + esterno + interno), estendendoli fino a raggiungere la larghezza desiderata per la struttura e tenendo conto della Tabella 2. I correnti si assemblano come mostrato in Figura 8, con 9 VITI M10x DADI M10 Figura 8 Montaggio di un CORRENTE telescopico laterale SOVRAPPOSIZIONE 2 Il resto dei correnti si devono assemblare a terra con la stessa misura (come indicato in Figura ), e saranno collocati successivamente. 12 Sia nella zona di sovrapposizione delle travi che dei correnti, solo per le 2 posizioni più aperte, viene fornito un foro per una maggior resistenza del punto di unione. Si utilizzeranno solo i fori inferiori delle travi dove si fisseranno con 2 viti M10x dado M10 come indicato in Figura 9 Figura 9 Assemblaggio di un corrente e una trave telescopici Una volta determinata la massima lunghezza delle travi, si devono posizionare i Connettori di giunzione sulle travi principali. Detta posizione dipende dalla collocazione della scala di salita: Scala esterna al soppalco: perpendicolarmente a un corrente o a una trave primaria Scala interna al soppalco: situata fra 2 correnti e parallela ad essi I correnti dovranno essere installati sopra i Connettori di giunzione una volta che la struttura esterna è già completamente elevata. NOTA: Non stringere le viti dei connettori. Verranno strette una volta montati i correnti per dare stabilità a tutta la struttura. 13 POSIZIONE DEI CONNETTORI (SCALA ESTERNA AL SOPPALCO) Per una installazione standard con la scala situata all esterno (perpendicolare alla trave a cui si appoggia), i Connettori devono essere ripartiti sulla lunghezza della Trave Primaria come mostrato in Figura 10, le più esterne che guardino all interno e quelle che vanno all interno che si guardano a 2 a 2 secondola distanza indicata in Tabella 4 secondo le distanze indicate in Tabella 4. Nell altra TRAVE PRIMARIA i connettori devono essere collocati in maniera simmetrica. Eistono 2 tipi di connettori: destro e sinistro, simmetrici fra loro. NOTA: quando si posizionano i connettori i 3 fori devono coincidere. 7 e 8 si guardano 5 e 6 si guardano 3 e 4 si guardano 1 e 2 si guardano Figura 10 Distanza e posizione dei connettori nella Trave Primaria I connettori si avvitano (come in Figura 11), mediante 3 Viti M10x Dadi M10 alla trave primaria. CONNETTORI 14 Figura 11 Unione trave primaria/connettore Il connettore va sempre montato nella faccia interna delle travi (Figura 12) secondo la posizione della Tabella 4. Tutti i connettori devono essere montati nella medesima posizione rispetto alle travi eccetto quelli della parte esterna. CONNETTORI CONNETTORE ESTERNO Figura 12 Posizione dei connettori sulla trave. Si definiscono speculari in tabella 4 quelle travi che si trovano con gli interni del profilo a C che si guardano. Ora mostriamo una Tabella in cui si indicano le distanze tra connettori per tutte le lunghezze possibili della Trave PRIMARIA. 15 Tabella 3 Distanze tra connettori per le misure longitudinali delle travi primarie nell installazione con scala esterna al soppalco 7-8 Distanza tra connettori in mm Distancia entre Conectores (mm)-posicion ranura 7-8 Si guardano [enfrentadas] Si guardano [enfrentadas] Si guardano 3-4 [enfrentadas] Si guardano [enfrentadas] L.V CONECTOR-VIGA CONNETTORI TRAVI CONECTOR-CORREA CONNETTORI CORRENTI 16 POSIZIONE DEI CONNETTORI (SCALA INTERNA AL SOPPALCO) Se la istallazione si realizza con la scala interna alla struttura (fra 2 correnti), bisogna separare i correnti interessati con una distanza maggiore, al fine di poter collocare fra i correnti stessi sia la scala che il corrimano. Inizialmente si posizionano i connettori secondo l installazione standard indicata dalla Tabella 4, e si procede alla modifica della distanza tra i connettori che fissano i correnti interessati (dove va inserita la scala) come indicato in Figura 13. Figura 13 Distanza tra connettori (scala interna al soppalco). In base alla posizione della scala si possono presentare tre casi distinti: 1. Foro Scala tra connettori 1-2 oppure 7-8 in questo caso la trave dei connettori 2 o 7deve essere collocata con la faccia piatta del profilo a C che guardi la scala, per consentire di avvitare i paletti della balaustra che protegge il foro della scala. Pertanto i connettori 1-2 / 2-3 o 6-7 e 7-8 non avranno travi speculari (con le C che si guardano). Figura 14 Posizionamento delle travi per la scala interna al soppalco. 17 2. Foro Scala tra connettori 2-3, 4-5 o 6-7: in questo caso non bisogna cambiare la posizione delle travi in quanto entrambe stanno già con la faccia piatta del profilo a C verso la scala. 3. Foro Scala tra connettori 3-4, 5-6: in questo caso le travi di ambo i lati devono essere collocate con la faccia piatta del profilo a C verso la scala, per consentire di avvitare i paletti della balaustra che protegge il foro della scala. Pertanto i connettori 2-3 /4-5 o 4-5/6-7 non avranno travi speculari (con le C che si guardano) Posteriormente bisogna posizionare 2 piccole chiamate VITI DI EXT tra i due correnti in ogni lato della scala (come indicato dal capitolo 2.3.2), che serviranno da un lato da appoggio alla scala stessa, e dall'altro per collocare la balaustra di protezione del foro della scala. Detto foro deve essere di minimo 2700mm. Queste TRAVI DI EXT si uniranno ai correnti laterlai della scala mediante un CONNETTORE SINISTRO da un lato e un CONNETTORE DESTRO dall'altro. 18 ELEVAZIONE DELLA STRUTTURA Si procede alzando la struttura fino all altezza desiderata, secondo le possibilità offerte dal soppalco regolabile indicate in Tabella 4. Ciò deve essere fatto con il minor peso della struttura possibile per facilitare il montaggio, in modo da sollevare solo il portico formato da 2 pilastri e 1 trave primaria. Figura 15 Dettaglio base Pilastro telescopico I pilastri telescopici si assemblano introducendo il pilastro interno (quello col capitello) dentro quello esterno (dotato di piastra di base Fig.15) e quindi nella posizione desiderata secondo la Tabella 4 come indicato in Figura 16. Fissare la parte interna all esterna con 4 VITI M14x DADI CIECHI M14 Figura 16 Dettaglio del montaggio iniziale di un Pilastro telescopico Poi si posizioneranno nel posto desiderato vicino agli estremi delle travi primarie. Le travi primarie si uniscono ai pilastri come mostrato in Figura 17Figura, mediante 6 VITI M10 x DADI M10 19 Figura 17 Dettaglio dell unione Trave Primaria - Pilastro Le travi primarie si devono fissare ai pilastri anche sul lato inferiore come mostrato in Figura 18, mediante 2 VITI M10 x DADI M10. Questo fissaggio di sicurezza nella parte inferiore si può realizzare con il capitello nelle sue 3 posizioni più esterne rispetto alla trave e collocando il capitello spostato di 2 posizioni verso l'interno della trave. Per il resto delle posizioni non si potranno collocare le 2 viti di sicurezza. Figura 18 Dettaglio dell unione Trave Primaria (lato inferiore) - Pilastro A questo punto si hanno i 2 portici assemblati all altezza minima come indicato in Figura Figura 19 Portici in posizione più bassa possibile e appoggiati al suolo La tabella seguente indica le altezze che si possono ottenere per ogni posizione ed inclinazione della scala, la sovrapposizione dei montanti (travi) della scala e il numero di gradini necessario. Posizione Altezza Luce n. gradini Lunghezza Sovrapp. travi Sovrapp. travi Longitud Ingombro a (fori Solape de Posizione liberi) tot libera Solape de Altura da travi scala Longitud supriori scala inferiori scala en terra planta della (fori liberi) (mm) terra Nº (mm) Zancas (mm) sup Zancas (mm) inf de scala (mm) Libre (mm) zanca de la peldaños de Escalera Escalera (mm) (mm) escalera (mm) (mm) (mm) Tabella 4 Altezze consentite del soppalco regolabile Posizione indica il numero di fori visibili sulla parte interna del pilastro (sotto alla trave). Altezza Totale corrisponde all altezza totale del piano di calpestio incluso il legno Luce Libera da terra è l altezza dalla parte inferiore della trave a terra. Sovrapposizione travi scala è la misura di sovrapposizione tra 2 travi telescopiche della scala. 21 INSTALLAZIONE DI CORRENTI E TRAVERSE DI RINFORZO (OPTIONAL) Una volta alzati i 2 portici si procede all unione di entrambi mediante i 2 correnti. Questa unione si realizza come indicato in Figura 20. I correnti si posizionano seguendo la Tabella 4 e con la parte interna della C verso il lato del connettore. Vanno fissati con 3 VITI M10x DADI M10. Collocare i dadi all interno della trave interna. Figura 20 Perimetro esterno della struttura Figura 20 Unione trave-connettore-corrente 22 NOTA: Non stringere le VITI poichè dovranno essere più volte tolte e rimesse Una volta assemblata la struttura esterna (perimetrale) come indicato in Figura 20 si collocano i correnti come in Tabella 4, salvo che si collochi la scala all interno, nel cui caso bisogna posizionare i correnti come in Figura 14 a pagina 17. Una volta collocati tutti i correnti si ottiene la struttura come in Figura 21 Figura 21 Struttura di travi primarie correnti - pilastri alzati a misura Se il soppalco viene appoggiato contro 2 pareti si può stabilizzare per aumentare il comfort mediante ancoraggio alle pareti. Per fare ciò si possono utilizzare 2 componenti denominati ANGOLARI DI RINFORZO PARETE che di possono installare sopra i piani in legno, unendo un lato del soppalco alla parete mediante TIRAFONDO M8x50 con rondella M10 e tasselli M10x50 e sul lato del piano in legno con TIRAFONDO M5x30 esagonale. Figura 22 Rinforzo a parete mediante Angolari di rinfozo parete 23 Nel caso non si possa installare il soppalco appoggiato a 2 pareti bisogna usare il Kit di rinforzo optional la cui tabella dei componenti è la seguente: Collocare le Traverse di rinforzo (optional) come indicato in Figura 23, 2 sul lato corto e 2 su quello lungo. E preferibile collocare le traverse sul lato opposto alla scala. Figura 23 Struttura irrigidita mediante traverse di rinforzo Prima di tutto si collocano le fascette sui pilastri fissandole con 4 viti M6x30+4DADI M6+4 RONDELLE M10 come mostrato in Figura 24. Se le fascette vengono montate sul pilastro esterno sarà necessario usare gli SPESSORI in dotazione (spessore lungo+ spessore corto) fra le 2 metà di ogni fascetta Figura 24 Fascetta montata sul pilastro esterno 24 Una volta posizionate le fascette sui i pilastri si procede al fissaggio delle traverse di rinforzo. Per fare ciò si deve avvitare il lato superiore della traversa di rinforzo alla parte centrale della trave (parte piatta della C) o del corrente mediante una VITE M10x25 + un DADO M10, e il lato inferiore ai pilastri (attraverso la fascetta) come mostrato in Figura 25, mediante una VITE M10x40 + un DADO M10 Figura 25 Dettagli del fissaggio tra fascetta, trave di rinforzo e trave La traversa di rinforzo va posizionata sulla faccia più esterna della fascetta. Per continuare si procede a livellando e mettendo in squadra il soppalco. Il quadrato perfetto si ottiene verificando che le diagonali in pianta della struttura abbiano la stessa lunghezza. Figura 26 Livellamento del soppalco e messa a bolla 25 Posizionare le barre filettate tra i Correnti come mostrato in Figura 27. Inserire 4 BARRE FILETTATE M10 x 1000 tra ogni 2 correnti, approssimatamente un terzo e due terzi della profondità totale. I rinforzi si fissano con 4 DADI M10, ognuna su un lato della faccia della trave, nella parte forata inferiore delle travi stesse. Tagliare la parte di barra in modo che non sbordi troppo. Figura 27 Posizionamento dei Rinforzi sulle
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks