Please download to get full document.

View again

of 16
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.

XVII LEGISLATURA - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI - DOC. CLXII, N. 1

Category:

Religious & Philosophical

Publish on:

Views: 31 | Pages: 16

Extension: PDF | Download: 0

Share
Related documents
Description
In particolare, nell'ambito della fase di progettazione sono proseguite le attività funzionali al completamento ed alla validazione dei progetti di valorizzazione dei seguenti Poli museali: 1) Polo
Transcript
In particolare, nell'ambito della fase di progettazione sono proseguite le attività funzionali al completamento ed alla validazione dei progetti di valorizzazione dei seguenti Poli museali: 1) Polo di Locri - Museo Archeologico Nazionale di Locri Epizefiri, Parco Archeologico di Locri Epizefiri e Palazzo Nieddu - Del Rio. Nel corso del 2013 si è concluso il processo di verifica e validazione dei progetti definitivi relativi a circa 13,75 milioni di euro di interventi. Nel mese di settembre il MIBACT ha bandito le gare per la realizzazione di opere per 6,5 milioni di euro, finanziate con risorse del POln Attrattori culturali, naturali e turismo - FESR ) Polo di Sibari - Parco e Museo archeologico di Sibari. Sono stati validati i progetti realizzati per circa 18 milioni di euro di interventi relativi a: Opere di riqualificazione e valorizzazione funzionale dell'oasi di Casa Bianca , Nuovo edificio accoglienza di Parco del Cavallo e opere di riqualificazione e valorizzazione del parco archeologico , Trincee drenanti nell'ambito di Parco Cavallo e opere di valorizzazione e riqualificazione dell'area archeologica , Dismissione dei depositi di materiale archeologico esistenti e delle opere di completamento di Parco Cavallo e dell'area dell'oasi di Casa Bianca , realizzazione del Nuovo Modulo lppodameo sito negli ambiti del Parco Archeologico di Sibari, Nuovi Depositi Archeologici siti negli ambiti del Parco Archeologico di Sibari. Nel corso del 2013 il MIBACT ha avviato le gare relative a tutti gli interventi progettati, finanziate con risorse POln Attrattori culturali, naturali e turismo - FESR ) Polo di Napoli - Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Sono stati completati e validati i progetti definitivi per appalto integrato, riferiti ai seguenti interventi: opere di riallestimento delle aree museali poste al piano terra - ala occidentale, opere di riallestimento e messa a norma impiantistica delle sezioni egizia ed epigrafica, opere di lighting design delle facciate su piazza museo, restauro dell'antico meccanismo e rifunzionalizzazione dell'orologio da torre; Vanella settentrionale - nuovi depositi temporanei degli imperatori; recupero e risanamento delle coperture. Nel mese di luglio è stato pubblicato il bando di gara per i lavori previsti dal Progetto di riallestimento e messa a norma impiantistica delle Collezioni Egizia ed Epigrafica, per un importo di circa 3.,4 milioni di euro, finanziate con risorse POln Attrattori culturali, naturali e turismo - FESR ) Polo di Taranto - Museo Archeologico MARTA di Taranto, Parco archeologico di Satùro a Leporano e Parco archeologico delle Mura Messapiche di Manduria. Sono stati completati i progetti definitivi per appalto integrato relativi a tutti gli interventi previsti, per circa 10,5 milioni di euro. Il progetto delle Opere di riqualificazione e valorizzazione del Parco archeologico delle Mura Messapiche a Manduria per circa 3,8 milioni di euro, è stato finanziato con risorse POln Attrattori culturali, naturali e turismo - FESR ed è in fase di attuazione. 5) Polo di Castel del Monte. Si è conclusa l'attività di progettazione definitiva per appalto integrato di Opere di riqualificazione e valorizzazione funzionale di Castel del Monte per un valore di 3 milioni di euro. Nel settembre 2013 il MIBACT ha bandito la gara per la realizzazione degli interventi progettati, finanziati a valere sul POln Attrattori culturali, naturali e turismo - FESR ) Polo di Melfi - Venosa: Castello di Melfi e Museo ed Area archeologica di Venosa. Entrambi i progetti, per complessivi 4 milioni di euro, sono finanziati con delibera CIPE Nel 2013 sono stati completati tutti i progetti e sono state avviate le procedure di gara relativamente alle opere di riqualificazione e valorizzazione funzionale del castello di Melfi per circa 1,8 milioni di euro. 7) Polo di Palermo: Galleria regionale di Palazzo Abatellis, Oratorio dei Bianchi, Palazzo Mirto, Palazzo Riso, Reale Albergo dei Poveri. Nel corso del 2013 sono stati conclusi i progetti relativi a tutti gli interventi di valorizzazione dei siti ricadenti nel Polo, ad eccezione del Reale Albergo dei Poveri, per complessivi 4,7 milioni di euro. Tutti gli interventi progettati sono stati finanziati a valere sul POln Attrattori culturali, naturali e turismo - FESR ; nel corso del 2013, la Regione ha pubblicato i relativi bandi di gara. E' stata, inoltre, avviata la progettazione per gli interventi del Reale Albergo dei Poveri per circa 5,6 milioni di euro. 8) Polo di Ragusa-Siracusa: Area archeologica della Neapolis, Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi, Galleria Regionale di Palazzo Bellomo, Cava d'lspica, Parco della Forza, Museo e parco archeologico regionale di Camarina. Nel 2013, sono stati realizzati i progetti preliminari e i preliminari per appalto integrato degli interventi relativi all'area Archeologica della Neapolis, al Parco archeologico della Forza, all'area archeologica di Cava Ispica e al Parco archeologico regionale Camarina per complessivi 26 milioni di euro; sono stati, in seguito, realizzati i progetti preliminari e definitivi per appalto integrato per gli interventi di valorizzazione del Museo archeologico regionale Paolo Orsi e della Galleria Regionale di Palazzo Bellomo. 9) Polo di Trapani: Museo archeologico Baglio Anselmi, Museo Regionale Conte A. Pepali, Area Archeologica di Segesta. Nel 2013 sono stati realizzati i progetti preliminari per i tre siti ricadenti nel Polo museale, i progetti preliminari per appalto integrato degli interventi relativi all'area Archeologica di Segesta ed i progetti definitivi per appalto integrato per gli altri siti. Complessivamente sono stati progettati interventi per 16 milioni di euro, tutti candidati al finanziamento interventi a valere sulle risorse del POln Attrattori culturali, naturali e turismo - FESR E ancora, sono proseguite le attività di supporto alla Direzione Regionale dei MIBACT dell'abruzzo, nella sua funzione di stazione appaltante, per l'affidamento e l'esecuzione dei lavori di realizzazione della sede temporanea del Museo Nazionale d'abruzzo oggetto di specifico finanziamento di 5 milioni di euro con risorse del progetto. Nell'ambito dei Progetti Pilota, sono state portate avanti due principali linee di azione: 1) E' stato messo a punto il progetto dell'intervento denominato Note museali , che si basa sulla utilizzazione di alcune delle strutture museali e delle aree archeologiche dei Poli Museali per esecuzioni musicali affidate ad istituzioni di prestigio nazionale. 2) E' stato avviato un progetto per la definizione di proposte concrete di soluzioni gestionali sostenibili e l'individuazione di soluzioni organizzative e istituzionali funzionali a introdurre innovazioni nelle modalità di funzionamento e di offerta dei musei e dei siti archeologici Azioni di sistema Le Azioni di Sistema sono uno strumento istituito dal CIPE (Del. CIPE n. 62/2011 e n. 78/2011) e disciplinato con decreti del Ministro della Coesione territoriale per sostenere l'avvio della nuova programmazione nazionale e comunitaria e per accelerare l'attuazione degli interventi strategici. L'Agenzia è stata indicata soggetto attuatore delle Azioni di Sistema previste dalla linea di intervento di cui all'articolo 2, comma 2, lettera a del DM del 23 marzo 2012 e in data 3 agosto 2012 è stata sottoscritta tra lnvitalia e il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica la convenzione che ne regola la attuazione. Le principali attività svolte nel 2013 sono: Ambito di Intervento «8) Grande Progetto Pompei - supporto all'attuazione» Nel periodo di riferimento, l'agenzia è stata chiamata a supportare l'attuazione del GPP secondo le richieste formalmente avanzate dalle Amministrazioni attraverso gli specifici organismi preposti (Steering Committee, GdCO) e dalla stessa Soprintendenza. L'Agenzia ha svolto, anche grazie al supporto tecnico specialistico della sua società interamente controllata, lnvitalia Attività Produttive, azioni tese al miglioramento dell'efficienza amministrativa, con particolare riferimento alla riduzione dei tempi, dei processi e delle procedure. In particolare, sono state realizzate le seguenti attività: supporto costante nella fase di definizione e verifica delle priorità di Progetto, rilevate ed analizzate periodicamente, nel rispetto degli impegni e degli obiettivi condivisi a livello istituzionale; promozione del coordinamento e della condivisione delle scelte tra gli attori istituzionali e tecnico-operativi del Progetto; supporto e affiancamento alfa Stazione Appaltante nella predisposizione di tutti gli atti necessari all'espletamento delle procedure di gara e supporto giuridico - amministrativo per la definizione delle strategie e delle modalità di gara sino alla stipula del contratto; supporto tecnico, giuridico ed amministrativo, attraverso la messa a disposizione della piattaforma gare MiBACT e delle competenze tecniche necessarie al suo funzionamento, per accelerare le procedure di gara; supporto per l'analisi dei fabbisogni, per la pianificazione esecutiva, la progettazione e per l'attuazione dei 5 Piani esecutivi previsti dal Progetto, ed in particolare del Piano delle Opere, del Piano della Fruizione e Comunicazione e del Piano della Capacity Building; supporto al percorso di sviluppo progettuale delle nuove opere (progettazione, preliminare, definitiva ed esecutiva); integrazione ed aggiornamento giuridico-economico degli elaborati progettuali già disponibili relativi ai 5 Piani esecutivi del GPP sino al livello di effettiva appaltabilità; supporto di specifiche competenze in ambito geologico e dell'ingegneria delle strutture, anche in situ, per lo sviluppo progettuale degli interventi di messa in sicurezza di tutte le Regiones; supporto alla progettazione di interventi di adeguamento sismico delle strutture e degli edifici demaniali esistenti; supporto all'esecuzione dei lavori; attività di verifica della progettazione di cui all'art. 112 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i., dei progetti previsti nei Piani del Grande Progetto Pompei; monitoraggio e valutazione dei risultati conseguiti degli interventi del Grande Progetto; individuazione e organizzazione di attività per la sistematizzazione, la condivisione e la pubblicazione delle esperienze maturate nell'ambito del Grande Progetto Pompei. Ambito di Intervento 0) Realizzazione di Studi di Fattibilità, di Progetti Preliminari, nonché delle ulteriori attività necessarie per /'attuazione della Programmazione (compresi interventi del Piano di Azione Coesione) : Accelerazione Programmazione (poìn turismo e beni culturali) Negli ultimi due mesi dell'anno, è stata svolta attività di supporto all'organismo Intermedio MiBACT impegnato nel rispetto delle scadenze e dell'iter procedurale necessario al raggiungimento del target di spesa del Programma. A tale scopo, è stata svolta un'attività di ricognizione dei progetti inseriti nel quadro di attuazione del POln, di acquisizione ed analisi della documentazione progettuale propedeutica alla rendicontazione della spesa al 31 dicembre Ambito di Intervento E) Impostazione Programmazione e attività di supporto alla definizione del/' Accordo Partenariale e dei Programmi Operativi nonché all'impostazione e prima sperimentazione (compresa realizzazione di prototipi progettuali) di strumenti di intervento 1. Valutazione e Diagnosi sugli esiti degli apprendimenti effettivi di carattere generalista dei laureandi nelle Università di Lecce, Cagliari, Napoli e Messina. Su indicazione del Ministro per la Coesione Territoriale, è stata avviata un'iniziativa che, mirando all'obiettivo del miglioramento delle capacità di apprendimento degli studenti delle regioni meridionali, permetta la messa a punto di strumenti di valutazione e diagnosi delle prestazioni del sistema dell'istruzione, al fine di promuovere il miglioramento continuativo delle istituzioni scolastiche. 2. Attivazione dotazione luoghi - cultura in movimento L'iniziativa Attivazione della dotazione dei luoghi - Cultura in movimento è promossa e messa in atto congiuntamente dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Ministro per la Coesione Territoriale attraverso il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica coadiuvati, sul piano della realizzazione delle attività, da lnvitalia. L'iniziativa fa leva su una strategia improntata su interventi leggeri, prontamente realizzabili e in grado di contribuire, in tempi relativamente brevi, ad innescare cambiamenti sul territorio e avviare nuovi processi di sviluppo, senza trascurare l'integrazione con interventi che possono trovare completamento in un orizzonte di medio-lungo termine (da inquadrare nella cornice programmatoria della nuova stagione dei fondi strutturali ). Attivazione della dotazione dei luoghi Cultura in movimento non considera solo le dotazioni culturali e cerca di individuare e far emergere, per ciascun luogo, anche la presenza di altre risorse legate alla conoscenza scientifica, alle filiere produttive e al saper fare diffuso. Il Ministro per la coesione territoriale e il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo hanno individuato e proposto, come aree di sperimentazione, le seguenti città: Benevento Caserta Andria I Castel del Monte Matera Cosenza Ragusa-Siracusa-Catania E' stata condotta, in primo luogo, un'attività di ricerca e approfondimento finalizzata ad una prima valutazione delle caratteristiche delle aree oggetto di sperimentazione al fine di delineare un primo quadro complessivo del territorio e di individuare possibili fattori di attivazione. L'attività di indagine è terminata con la redazione per ogni città oggetto di intervento di un dossier di valutazione dei punti di forza e di debolezza. Nei mesi di settembre e ottobre 2013 si è svolta la prima serie di incontri di carattere istituzionale con le amministrazioni comunali, con l'obiettivo di illustrare caratteristiche e finalità dell'iniziativa, di acquisire primi elementi in relazione alle possibili risorse culturali oggetto di intervento e ad eventuali progetti/iniziative collegati al patrimonio culturale dello stesso luogo di intervento. Nei mesi di ottobre e novembre 2013 si sono svolti i primi incontri di carattere tecnico-operativo, finalizzati alla condivisione dell'idea portante e degli eventi di attivazione ipotizzati, all'individuazione delle azioni da mettere in atto e alla complessiva definizione del progetto di valorizzazione del territorio, costruito intorno all'idea forza. Sulla base di quanto emerso, sono state definite alcune prime sintetiche proposte progettuali per ciascuna delle città coinvolte. Per alcune delle città oggetto di intervento, si è giunti anche alla definizione di Piani di azione prototipali, che individuano in maniera puntuale le azioni da mettere in atto, le precondizioni necessarie e gli stakeholder da coinvolgere nel processo di attuazione. Tali Piani sono attualmente in fase di condivisione con le Amministrazioni comunali. Ambito di Intervento Linee di intervento aggiuntive: Contratti Istituzionali di Sviluppo I CIS, istituiti dall'art. 6 del D. Lgs. 88/2011 che disciplina le risorse aggiuntive e gli interventi speciali per la rimozione di squilibri economici e sociali, sono finanziati dal Fondo Sviluppo e Coesione (FSC), dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, dalle risorse del Piano di Azione e Coesione (PAC} e da ulteriori fonti finanziarie nell'ottica della programmazione unitaria. lnvitalia, ai fini dell'attuazione dei Contratti Istituzionali di Sviluppo, svolge attività di supporto tecnico alle strutture del DPS per il monitoraggio, il coordinamento socioistituzionale e per l'attuazione del piano di comunicazione. L'attività, pertanto, riguarda i seguenti CIS ad oggi sottoscritti: Direttrice ferroviaria Napoli - Bari - Lecce I Taranto (2 agosto 2012); Direttrice ferroviaria Salerno - Reggio Calabria (18 dicembre 2012); Direttrice ferroviaria Palermo - Catania (28 febbraio 2013); Strada Statale Sassari - Olbia (6 marzo 2013). Nell'anno 2013, sono state svolte le seguenti attività: 1. Monitoraggio operativo: sono state attivate specifiche azioni su particolari interventi, configurate quale ulteriore attività di supporto rispetto al generale processo di monitoraggio. L'assistenza svolta al DPS di supporto al RUC per la governance dei CIS, ha riguardato anche alcuni interventi di particolare criticità tramite approfondimenti tecnici e procedurali, predisposizione di specifico materiale documentale, partecipazione a specifici incontri finalizzati a favorire la pronta risoluzione delle problematiche manifestatesi. Propedeutica a tale attività è stata, fra le altre, l'azione di approfondimento dell'endo-processo, utilizzata anche a supporto della revisione dei crono programmi del CIS Sassari Olbia. 2. Concertazione Socio-Istituzionale, al fine di prevenire o risolvere eventuali problematiche che possano verificarsi a livello locale attraverso incontri nei territori interessati dalle opere dei CIS con le istituzioni di riferimento e con le amministrazioni centrali (DPS, MIT, MIBACT, MATTM, Regioni sottoscrittrici 3. Supporto al DPS per le Attività di Coordinamento e Attuazione dei CIS, supporto tecnico finalizzato all'organizzazione delle attività in capo al comitato 4. Attività di Comunicazione e supporto al Portale, al fine di rendere accessibile e trasparente l'attuazione degli interventi agli utenti interessati è necessaria un' attività di comunicazione costante su: obiettivi; stato di realizzazione; risultati dei singoli interventi programmati. Tale flusso di informazioni sarà veicolato attraverso il portale Opere Cis in corso di realizzazione. Nel 2013 è stata avviata l'attività di progettazione e implementazione della nuovo portale Opere Cis (grafica, funzionalità, contenuti) ed è stata definita la nuova alberatura dei contenuti del sito, provvedendo ad una revisione dei testi. Ambito di Intervento Linee di intervento aggiuntive: supporto al DPS In quest'ambito di intervento rientrano due linee di attività poste in essere dall'agenzia a supporto del DPS, una rivolta alla costruzione della RLc: .9.rnm1m.?.~lQn~ çqj!l_l:ij:lal?!.l~li.q.'.\~.:f.q~q. l'altra in materia di adempimenti connessi all'attuazione del.eag. alla sua sorveglianza e alla sua verifica di attuazione. PROGRAMMAZIONE L'Agenzia ha avviato, a partire dal mese di gennaio 2013, le attività di sostegno nell'ambito del processo partenariale per la formulazione del documento preliminare Accordo di Partenariato che recepisce gli esiti del confronto tecnico istituzionale finalizzato a individuare risultati attesi e azioni per ciascun obiettivo tematico. A tale scopo, il gruppo di lavoro dedicato all'intervento ha: i. assicurato funzioni di segreteria organizzativa presso il DPS; ii. garantito il supporto a tutti i Tavoli dei Gruppi di lavoro e al DPS nella sistematizzazione dei contributi offerti dai partecipanti, oltre che tavoli di partenariato trilaterale svolti con la CE dal 22 al 24 aprile 2013; iii. analizzato e sistematizzato i contributi utili per la revisione della bozza di Accordo di partenariato, L'Agenzia ha fornito, inoltre, il supporto, in occasione degli incontri trasversali, finalizzati alla discussione di specifiche tematiche, realizzati da: - il Gruppo Regole e Questioni Orizzontali con compiti di analisi tecnica degli aspetti maggiormente connessi alla gestione operativa dei fondi; - il Gruppo di lavoro orizzontale PON , coordinato dai Ministeri capofila, nel quale sono state affrontate le questioni orizzontali e di govemance. PIANO DI AZIONE COESIONE Nel corso degli ultimi mesi del 2013, l'agenzia ha supportato il Dipartimento nella fase di monitoraggio del Piano di Azione e Coesione. In particolare, è stato definito un format di sintesi di tutti progetti rientranti nel Piano, sia per quanto riguarda quelli facenti capo alle Amministrazione Centrali sia quelli a titolarità regionale. Sono, quindi, state predisposte schede
Search Related
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks